3.1 C
Verona
giovedì, 9 Dicembre 2021

Emilio Brunazzi (Belfiorese), lo “zingaro” del gol

L'attaccante biancoblù ha vestito le maglie di 11 società diverse

Ha voglia di staccare in fretta il pass verso una tranquilla permanenza in Eccellenza, con la Belfiorese di mister Nicola Lonzar, l’esperto bomber classe 1987 Emilio Brunazzi che anche domenica scorsa, nella sfida in casa del Valgatara, ha dato il suo contributo alla squadra biancoblù aprendo le marcature al 9° del primo tempo, poi nella ripresa al 45° minuto Francesco Baltieri su calcio di rigore ha messo in cassaforte il risultato. Con questa vittoria per 2 a 0 la Belfiorese del presidente Giuseppe Mosele risale al quinto posto della classifica con 5 punti, a pari merito proprio con il Valgatara. “Abbiamo giocata una buona gara – dice Brunazzi -, è stata una battaglia per novanta minuti contro una squadra forte ed attrezzata per lottare per i piani alti della classifica. Abbiamo preparato la sfida benissimo in settimana ed abbiamo raccolto i frutti. Sono contento della mia prestazione e di quella della squadra”. Emilio è il secondo anno che veste la casacca della squadra del direttore sportivo Mirko Cucchetto con la quale cerca sempre di dare il massimo quando è in campo: “Mi hanno insegnato così, di dover lottare su ogni pallone con impegno e determinazione, pronto a sfruttare gli errori difensivi altrui. In campo ho sempre voglia di far gol per la causa della mia squadra. Giocare a calcio e fare gol mi è sempre piaciuto fin da bambino”.

Prima di arrivare a Belfiore, Brunazzi ha vestito le divise di Vigasio, Albaronco, Caldiero, Team S.Lucia Golosine, Valdalpone, Audace, Napoleonica, Hellas Monteforte, Tregnago, Real Monteforte e ancora Belfiorese. “Non si può dire che non mi sono divertito girando per tutte queste squadre. Ogni esperienza fatta mi ha regalato emozioni ed attimi di gioia. Sono soddisfatto di quello che ho fatto, ma ora conta solo portare in salvo più in fretta che mai questa società, se lo merita per i sacrifici fatti”. Emilio crede molto nelle sue potenzialità e quelle della squadra, si trova benissimo con i suoi compagni e con mister Nicola Lonzar: “E’ un ottimo tecnico che fa del temperamento e la voglia di combattere in ogni fase di gioco il suo credo. Lonzar ha una grande esperienza calcistica e sa il fatto suo. Siamo un gruppo di giocatori giovani che devono crescere partita dopo partita con umiltà e tenacia. Dobbiamo lavorare molto, ma il percorso che stiamo facendo direi che è quello giusto. La vittoria contro il Valgatara fa morale e ha portato punti importanti per la conquista della salvezza, che è il nostro primo obiettivo”.

Il libro personale dei ricordi calcistici di Emilio Brunazzi è sempre più pieno di belle pagine scritte: “Di ricordi legati ai dilettanti ne conservo davvero tanti. Ma voglio dire, visto che io sono di Caldiero, che il salto di categoria dall’Eccellenza alla serie D con i termali, dopo la finale di Coppa Italia Nazionale persa allo stadio di Firenze contro il Casarano, è stato qualcosa di indimenticabile e magico. Io ho fatto le giovanile nel Caldiero e da piccolo facevo il raccattapalle prima delle partite della prima squadra gialloverde. A Caldiero ho lasciato un pezzo di cuore”. Ho anche segnato il primo gol della storia della squadra del presidente Filippo Berti nella loro prima partita in serie D contro il Villafranca. Sono per me ricordi indelebili, credetemi!”

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
3.1 ° C
5.7 °
0.9 °
93 %
3.6kmh
75 %
Gio
5 °
Ven
5 °
Sab
7 °
Dom
7 °
Lun
3 °