23.1 C
Verona
lunedì, 21 Giugno 2021

Enrico Ruggeri ha debuttato a 64 anni in serie D con la maglia del Sona calcio

Il cantante e il presidente rossoblù Paolo Pradella alla sera sono stati ospiti della Rai alla Domenica Sportiva

Non era mai successo, nella storia della Serie D, che un giocatore esordisse a 64 anni. E’ accaduto sul campo di Sona domenica scorsa quando il capitano della nazionale italiana cantanti Enrico Ruggeri, recentemente tesserato dai rossoblù del presidente Paolo Pradella, è stato schierato da mister Pippo Damini dal primo minuto di gioco con la maglia numero 10 nella penultima partita di campionato del girone B contro il Tritium. Il noto cantante, contento come un ragazzino, è sceso in campo con la sua grinta ed il suo entusiasmo per dare una mano alla causa del Sona calcio. Una decina di minuti, giocati muovendosi con diligenza in mezzo al campo, per poi uscire fra gli applausi del pubblico presente dopo nove minuti del primo tempo sostituito da Thomas Valbusa. Dopo l’ingaggio avvenuto lo scorso dicembre del campione del mondo brasiliano Maicon, protagonista del “Triplete” nerazzurro con mister Morinho, ora passato a guidare la Roma, il presidente Pradella, non contento del primo botto, ne ha fatto un’altro tesserando il noto cantautore, ex Decibel, che senza pensarci troppo è venuto in “Val Sona” accettando la proposta.

In campo da abile trequartista, aiutato dal carisma dell’amico Maicon, Ruggeri ha subito capito che i rivali della Tritium volevano conquistare i tre punti per continuare a sperare nella salvezza. Il cantante milanese classe ’57, che è un grande tifoso dell’Inter, aveva già giocato con lui a Torino il 25 maggio scorso nella “Partita del Cuore”. Ruggeri ha vissuto il clima partita ben motivato da mister Filippo Damini il quale afferma: “Ruggeri è un grandissimo, non dico altro. Dal campo, con la sua grande umiltà, quando ha toccato il suo primo pallone mi ha detto che se volevo potevo farlo uscire. L’età si fa sentire e la condizione fisica pure ma è stata una giornata del tutto particolare che ricorderò a lungo. Tante emozioni che ho gustato minuto dopo minuto”. Enrico Ruggeri, sul proprio profilo Facebook ha postato: “Un pomeriggio che non dimenticherò mai. Grazie al mio presidente Paolo Pradella, al mister Filippo Damini e a tutti i ragazzi della squadra.

Affetto e pazienza nei confronti di uno strano debuttante che con l’aiuto del Sona calcio ha battuto un record mondiale. In tribuna era seduto anche un altro suo idolo, l’ex giocatore nerazzurro Andreas Brehme, campione del mondo con la Germania nel 1990 dove proprio lui realizzò, su calcio di rigore, il gol che decise la finale contro l’Argentina di Maradona. Per la cronaca la Tritium si è imposta in casa del Sona, per una rete a zero, grazie ad un gol di Personè al 41° della ripresa. Sconfitta ininfluente per la squadra di mister Damini che si è salvata con quattro giornate di anticipo nel girone B di serie D che domenica prossima chiuderà il sipario con i rossoblù del diggì Giammarco Valbusa impegnati in casa del Crema e con il Seregno che, dopo 39 anni, tornerà a calcare i campi della serie C.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
23.1 ° C
26.1 °
20.6 °
83 %
0.5kmh
0 %
Lun
31 °
Mar
31 °
Mer
31 °
Gio
32 °
Ven
27 °