3.1 C
Verona
giovedì, 9 Dicembre 2021

Enzo Zanin (Clivense): “Stiamo costruendo le basi per il futuro”

Classe 1960, Enzo Zanin è stato in passato un ottimo portiere. Ha militato nel Sorrento e nel Crotone, sempre in C2, per poi arrivare ad indossare la maglia del Chievo per ben 10 anni, salendo dalla C2 fino in serie B. Ora sta dando una mano con grande entusiasmo al presidente Sergio Pellissier alla F.C. Clivense, dove è co-fondatore e ricopre un ruolo da dirigente. “L’entusiasmo che c’è attorno a questo nuova società è davvero molto, basta vedere tutte le persone che ci vengono a vedere e che ci seguono con affetto quando giochiamo. Persone che ci danno tanto incoraggiamento per quello che stiamo facendo e credono nel progetto che stiamo portando avanti”. Ma come mai siete partiti fondando una nuova società? “Non volevamo che il calcio nel quartiere Chievo sparisse. Io e Sergio abbiamo voluto mettere la nostra esperienza, maturata in tanti anni nel Chievo, ripartendo da zero con un gruppo di ragazzi nuovi e con altri che arriveranno. Disputiamo il campionato di Terza categoria che il trampolino di lancio verso il nostro futuro. Abbiamo intrapreso un nuovo percorso puntando su un progetto lungo e ambizioso. Immaginiamo che nel corso del tempo arriveranno altre persone a darci una mano. Intanto facciamo un passettino alla volta con tranquillità credendo in quello che stiamo facendo”.

Come avete costruito la rosa giocatori della Terza categoria? “Con un idea geniale di Pellissier che ha pubblicato sul profilo Instagram (oggi i social sono diventati fondamentali) la possibilità di reclutare giocatori attraverso un provino. La cosa è stata accolta favorevolmente da molti con ragazzi che sono arrivati da tutta Italia. Abbiamo fatto più di 160 provini con più di 500 ragazzi che sono arrivati al Payanini Center di Verona. Direi che è stata una scelta veramente vincente”. Avete anche ragazzi di valore che hanno sposato il progetto della vostra prima.. “Abbiamo giocatori che hanno tutti una loro storia particolare alle spalle. Tutti volevano mettersi in gioco ed hanno accettato il guanto di sfida da noi lanciato. Abbiamo tra di noi un ingegnere, un altro ragazzo che ha due lauree e parla cinque lingue, abbiamo il nostro bomber Inzerauto che prima del lock down montava serramenti, abbiamo tanti ragazzi che non lavorano e che stanno cercando la prima occupazione. Direi che c’è un bel mix di quantità e qualità”.

Il calcio a te ha dato molto e ti può dare ancora tantissimo, che cosa vedi ora negli occhi dei tuoi ragazzi? “Io sono rimasto in questo ambiente fino al 2007, sono stato bene mi sono divertito e mi sono fatto la mia esperienza. In seguito per le vicende della vita mi sono un po’ allontanato. Poi mi ha cercato Sergio Pellissier ed eccomi quì di nuovo in pista. Ritornare è stato bello ma anche molto faticoso. Cominciare da zero e riuscire in quello che abbiamo fatto in questi mesi è stata davvero un impresa. E non siamo ancora arrivati a metà strada”. Dove può arrivare l’F.C. Clivense? “Quest’anno speriamo di arrivare tra i primi posti del girone B di Terza categoria. Vedendo la carica dei giocatori e quella di mister Riccardo Allegretti credo che possiamo andare lontano. A volte mi fanno commuovere, sono molto contento per loro. Il nostro progetto è articolato e della durata di almeno cinque anni. L’anno prossimo vogliamo provare a fare domanda di essere ammessi in serie D ”. Intanto ieri è stata presentata la nuova partnership tra Tele Radio Adige TV e l’F.C. Clivense ed oggi alle ore 14.30 allo Stadio “Aldo Olivieri” di via Sogare a Verona la squadra di mister Riccardo Allegretti affronterà il Soave di mister Antonio Vandin nell’anticipo della 5^ giornata di campionato.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
3.1 ° C
5.7 °
0.9 °
93 %
3.6kmh
75 %
Gio
5 °
Ven
5 °
Sab
7 °
Dom
7 °
Lun
3 °