24.5 C
Verona
venerdì, 20 Maggio 2022

Gabriele Ferrari (Olimpia Ponte Crencano): “La Pro Sambonifacese ha tutte le carte in regola per trionfare”

Per il vice-presidente dell’Olimpia Ponte Crencano, Gabriele Ferrari, promotore finanziario-broker, classe 1971, figlio del mitico Franco, mister di tanti prestigiosi club del Veronese – Cerea e Tregnago in testa -, la classifica del girone di andata del girone “B” di Prima categoria ha eletto con merito “regina d’inverno” la Pro Sambonifacese di mister Maurizio Battistella. “E’ la squadra che ha mostrato maggior completezza in tutti i reparti” ricorda Ferrari “anche se, quella volta, noi eravamo la peggior Olimpia Ponte Crencano della stagione. Potrà incontrare fino all’ultimo le resistenze della Scaligera e del Valtramigna Cazzano di bomber Christian Turozzi, uno dei tre migliori giocatori che ho ammirato finora, assieme all’avanti classe 2002 Giacomo Rodighieri del Casteldazzano”. Quindi, nomini questi due atleti gli uomini-copertina del girone di andata? “No, il giocatore-copertina è il nostro Francesco Rossetto perché è un atleta fuori categoria: ha disputato solo 3 gare, realizzando 3 reti e in una di queste gare ha voluto essere in campo ugualmente pur accusando un mezzo stiramento. Averne di uomini come lui!”

Il bilancio dei giallo-blu “pontieri”? “Direi anche positivo, se pensiamo al fatto che abbiamo giocato mezza andata senza difesa a causa degli infortuni occorsi a Davide Ferasìn – per lui zero allenamenti -, a Daniele Ratti, il quale ha debuttato nella nuova stagione alla 6^ giornata, a Pietro “Sheva” Bellè (3 gare), a Rossetto (3), e a Trevisani, che per impegni di lavoro non ha potuto allenarsi. Ma, approfitto di questo spazio per fare una citazione particolare al nostro Francesco Villaraspi: ebbene, lui centrocampista di gamba, cui piace ricercare palloni, è stato costretto a fare il difensore centrale, dandoci così una grossa mano e dimostrando grande attaccamento alla maglia ed alla nostra causa”. Mister Giordano Rossi? “Ha dimostrato ancora una volta di essere un ottimo allenatore perché con poco materiale a disposizione e con tutto quello che ci è capitato all’andata ha saputo trovare le giuste soluzioni”.

La sorpresa del girone? “Il Bovolone visto non in campionato, bensì in Coppa: squadra dotata di una grande velocità, ritmo, bel fraseggio e trame di gioco, e con tanti giovani di belle speranze. Mi ha sorpreso in negativo il fatto che i “mobilieri” hanno pochi punti in classifica (15, a fronte dei nostri 13)”. Il vostro obiettivo e come sarà il calcio post-terzo stop da Covid-19? “L’obiettivo principale per noi rimane la salvezza, il calcio cui assisteremo sarà quello di prima, animato da persone che hanno passione, voglia di socializzare, così come richiederebbe la stessa parola dilettante”. I “ritardatari” di punti? “La Scaligera e il Valtramigna Cazzano: due belle compagini, che, dati i nomi, meriterebbero più punti in classifica”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
24.5 ° C
26.4 °
23.9 °
35 %
2.1kmh
0 %
Ven
28 °
Sab
28 °
Dom
29 °
Lun
28 °
Mar
28 °