Il bomber del Casaleone Luca Pasquali supera il muro dei 150 gol

Con questa stagione sono 9 anni che la punta classe 1986 ha sposato la causa gialloblu

666

Il bomber del Casaleone Luca Pasquali tocca il record personale dei 151 gol segnati in carriera. Il giocatore classe 1986 è innamorato della propria famiglia e ogni volta che festeggia un gol corre dal campo alla recinzione davanti alla tribuna per abbracciare la moglie e la figlia. Sempre al servizio della squadra è deciso quest’anno a provare a vincere il girone B di Prima categoria con la divisa gialloblu del Casaleone del presidente Marco Faella e del diesse Stefano Todeschini. Dopo 5 turni di campionato, Pasquali e compagni, sono al 2° posto a quota 8 punti, alla pari delle rivali Valdalpone Roncà e Zevio, e a -2 dalla capolista vicentina Sovizzo che comanda la classifica con 10 punti. “Direi che piano piano la classifica sta esprimendo i veri valori – dice Pasquali -. Si stanno confermando squadre ben strutturate come il Sovizzo, che guida il campionato, noi del Casaleone, il Valdalpone e lo Zevio, ma anche Illasi e Valtramigna Cazzano sono due buone squadre. Arriverà davanti alla fine quella che dimostrerà di essere la squadra più forte in assoluto. Noi siamo attrezzati, come le nostre contendenti, per lottare per le prime posizioni in classifica. Sono certo che sarà un campionato avvincente e imprevedibile, sia per le prime posizioni sia per chi lotta per non retrocedere”.

Domenica scorsa bomber Pasquali ha chiuso di fatto la pratica Casteldazzano segnando due gol nella contesa vinta 5 a 1 contro la compagine guidata da mister Francesco Marafioti. Per il Casaleone di mister Cesare Bruschi le altre reti le hanno segnate Pinotti al 4’ del primo tempo ed al 25’ della ripresa, e Moio al 10’ del primo tempo, di Nikola Filipovic, al 7’ del secondo tempo, l’unico sigillo per gli ospiti. “Una gara dove abbiamo sbagliato poco o nulla – continua la punta gialloblu -, eravamo in forma ed abbiamo espresso tutto il nostro potenziale offensivo. Il Casteldazzano ha provato a tenerci testa ma senza riuscirci. Questa è la strada giusta da intraprendere anche domenica prossima quando andremo a far visita, neanche a farlo apposta, alla capolista Sovizzo. Una gara che non vedo l’ora di giocare”.

Luca si sofferma poi sulla forza del gruppo gialloblu: “Abbiamo uno spogliatoio solidissimo ed una rosa di giocatori completa, questa è la fotografia del Casaleone di quest’anno. Un ambiente stimolante che ha fame di vincere ogni domenica. Non potevo trovare di meglio ed è questo uno dei motivi perché sono orgoglioso di indossare questa meravigliosa maglia gialloblu. Qui sto benissimo in sintonia con dirigenti che vogliono bene alla società. Senza la mia famiglia, mia moglie Giulia e la nostra bimba Chiara, non sarei arrivato qui a giocare con serenità e ritrovando il gusto del gol”.

Tiene con orgoglio la maglia con sopra stampati i 151 gol (vedi foto) e spende due parole su Mimmo Di Carlo (ora al L.R. Vicenza), suo mister 15 anni fa quando era un giovane di buone speranze nel Mantova, che gli ha regalato perle di saggezza. “Un grandissimo mister che ricordo spesso e che ha lasciato il segno, mi ha insegnato tanto dal punto di vista tecnico e mi ha fatto crescere molto. Allora ero un ragazzo che voleva arrivare”. Il Casaleone merita il grande salto per gli sforzi che sta facendo la dirigenza negli ultimi anni, e Pasquali vuole, a suon di gol, dargli una mano. Prima di ogni partita si carica scegliendo al meglio le scarpette bullonate da mettere sui piedi prima scendere in campo. “Per me esiste solo il Casaleone. Sono concentrato per regalare a questa società un campionato di livello. Andare in Promozione sarebbe davvero bellissimo per tutti noi”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata