30.7 C
Verona
giovedì, 30 Giugno 2022

L’Asd Calcio Bussolengo si salva al fotofinish

È stata una volata salvezza appassionante e ricca di colpi di scena quella vissuta domenica nel girone “A” di Prima Categoria. Con l’Arbizzano e il Parona già retrocesse, e il Valpolicella già certo di dover disputare i play-out, sono rimaste in lotta fino all’ultimo, per evitare l’ultima casella riservata ai play-out, ben cinque squadre: Atletico Vigasio (33), Quaderni (33), Alpo Club 98 (32), Bussolengo (32) e Pol. Caselle (30). A causa della classifica molto corta, e di diversi scontri diretti nelle ultime giornate, nessuna poteva dirsi veramente al sicuro. Infatti alla fine è stata condannata ai play-out la squadra che sembrava essere la meglio posizionata in classifica, l’Atletico Vigasio di mister Stefano Ferro, che all’ultima di campionato si è visto battere 0 a 1 in casa propria dal Caselle di mister Nino Russo che era costretto a vincere. L’Atletico Vigasio, anche in caso di sconfitta, avrebbe potuto sperare nei risultati favorevoli che arrivavano dagli altri campi dove erano impegnate le altre tre squadre a rischio, ma ciò, purtroppo per i biancazzurri, non è avvenuto. In particolare una di queste tre squadre, il Bussolengo di mister Umberto Ridolfi, ha rischiato grosso fino allo scadere. Contro il Parona dell’ex Roberto Pienazza, già retrocesso ma molto combattivo per l’onore della casacca, i rossoverdi “ex-calzaturieri” stavano pareggiando 1 a 1, risultato che li avrebbe condannati ai play-out.

Senza dubbio qualcuno da bordo campo si teneva in collegamento al cellulare con i campi rivali di Trevenzuolo e di Alpo, e spingeva i ragazzi bussolenghesi a non mollare e a cercare in tutti i modi la vittoria, altrimenti sarebbero stati play-out certi. Il fondamentale gol salvezza del 2 a 1 (il più importante dell’intera stagione) è arrivato proprio in zona Cesarini e siglato dal difensore-goleador Sergiu Postolachi, giocatore che si conferma così l’eroe del finale di stagione, dopo aver siglato anche la settimana prima l’importantissimo gol che aveva dato la vittoria contro l’Alpo Club 98, regalando ai rossoverdi del presidente Emilio Montresor altri tre punti fondamentali per la salvezza. È stata una stagione tutt’altro che facile questa per il Bussolengo. Prima, l’estate scorsa, c’era stato il grande entusiasmo per il ripescaggio a sorpresa dalla Seconda Categoria, questo grazie alle numerose fusioni e rinunce di altre società dovute al difficilissimo periodo economico post-covid. La squadra, con un’età media di 22 anni e composta quasi del tutto di giovani del vivaio bussolenghese, non era però stata allestita per affrontare la Prima Categoria.

E infatti, tutto il girone di andata, è stato di sofferenza. Complice anche la penalizzazione di due punti in classifica (dovuta in realtà a una banale e incolpevole svista nell’utilizzo di qualche giocatore), il Bussolengo ha lottato nella prima metà della stagione rimanendo sempre tra ultimo e il penultimo posto. Poi il mister Umberto Ridolfi (che due anni fa da allenatore degli Under 15 rossoverdi fece vincere loro il Trofeo Città di Verona) deve aver trovato la quadra, perché il girone di ritorno è stata tutta un’altra storia. Si sono inanellati diversi risultati utili, a volte intervallati da qualche caduta, ma poco a poco il Bussolengo è rientrato nel gruppo che lottava in zona play-out. Infatti, pur avendo la seconda difesa più perforata del girone A (dopo quella della “squadra-materasso” Arbizzano), la salvezza del Bussolengo (in senso letterale!) è stato il numero di vittorie: è infatti la quinta squadra del girone ad aver vinto di più, dopo le prime quattro in classifica.

 Anche se la salvezza diretta è arrivata da un gol segnato alla fine dell’ultima partita di campionato, grazie alla classifica cortissima il Bussolengo ha fatto un bel balzo in avanti chiudendo all’ottavo posto, a metà classifica, praticamente al suo miglior piazzamento raggiunto in tutta la stagione. Per questo hanno un che di profetico le parole pronunciate dallo storico d.s. Renzo “Nero” Bendazzoli qualche mese fa, quando disse che era sicuro che i ragazzi rossoverdi si sarebbero salvati “alla grande”. Questo bel finale di campionato dà sicuramente ottimismo a tutto l’ambiente e dopo la pausa estiva si ripartirà con maggior serenità per disputare un altro anno alla grande. Anno che sarà davvero speciale per la società rossoverde del presidente Emilio Montresor, visto che nel 1923 il Bussolengo celebrerà il suo centenario. Per quanto riguarda le due squadre del girone che andranno a disputare il play-out per rimanere in Prima Categoria, l’Atletico Vigasio e il Valpolicella, non ci rimane che augurare a loro un grosso in bocca al lupo. Domenica alle ore 16.30 si gioca subito la gara di andata sul campo del Valpolicella mentre Domenica 29 maggio alla stessa ora ci sarà a Trevenzuolo il match di ritorno.

Marco Mazzi per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
poche nuvole
30.7 ° C
33 °
29.5 °
51 %
2.6kmh
20 %
Gio
34 °
Ven
33 °
Sab
34 °
Dom
37 °
Lun
39 °