3.1 C
Verona
giovedì, 21 Gennaio 2021

L’inchiesta: “Cancelleresti definitivamente la stagione 2020-21 per ripartire a settembre con la stagione 2021-22?

Augurandoci che il 2021 sia molto diverso dal 2020 e sperando che la pandemia da Corona Virus svanisca presto, abbiamo voluto fare ai nostri addetti ai lavori questa domanda: “Il nuovo anno riparte con tante preoccupazioni, sia economiche che sanitarie, e con tanti malumori nei nostri dilettanti. Non sarebbe più opportuno cancellare definitivamente la stagione 2020-21 e tenere buoni i soldi versati per l’iscrizione per la stagione 2021-22?

Dice Roberto Pienazza, allenatore del Parona: “A mio parere, visto che non sembra ci sia la volontà di restituire le quote di iscrizione pagate per questo campionato, vorrei che i campionati si finissero nella maniera più dignitosa possibile. Girone di andata concluso o tutto il campionato tra andata e ritorno. I nostri ragazzi non vedono l’ora di tornare a giocare sui nostri bei prati verdi, anziché farlo sulle strade della provincia”. Gli fa eco il presidente della sua società, Enrico Guardini: “I campionati ad oggi per me sono completamente falsati. Io sono dell’idea di cancellare completamente la stagione odierna 2020-21, azzerando iscrizioni e tesseramenti fatti quest’anno per ripartire ex novo nella stagione 2021-22”. Paolo Mosca, allenatore alla finestra: “Visto l’emergenza da pandemia attuale direi di cancellare la stagione e di ripartire in piena sicurezza a settembre con quella 2021-22, naturalmente se la Sanità del paese dirà che tutto è oramai alle spalle”.

L’allenatore del Mozzecane Andrea Matteoni dice: “Bisogna terminare la stagione attuale e non azzerare i campionati. Le partite giocate e gli sforzi fatti devono avere un loro valore, sempre”. L’allenatore del Bevilacqua Antonio Marini aggiunge: “Formulare una decisione in merito è difficile. C’è voglia di ripartire e di giocare nuovamente al calcio alla domenica ma la situazione sanitaria ancora non lo permette anche per i prossimi mesi. Io dico che è meglio azzerare tutto e cominciare con la stagione 2021-22 in piena serenità senza il pericolo del contagio da virus”. Mister Christian Comencini: “Io direi di ripartire almeno a marzo di quest’anno finendo solo il girone di andata dei campionati. Osservando però con attenzione l’evolversi dei contagi da Covid-19. Mi pare troppo lungo aspettare a settembre di quest’anno. Abbiamo tutti voglia di riprendere il prima possibile dimenticando questo brutto periodo. A livello economico facendo metà stagione farei pagare la metà della tassa d’iscrizione Figc il prossimo anno”.

Giuseppe Bozzini, allenatore dell’Olimpica Dossobuono: “Tutto dipende purtroppo dalla situazione sanitaria, perché non si è riusciti a programmare in anticipo gli eventi. Sapevamo che con il Covid-19 si sarebbe dovuto convivere almeno fino all’estate di questo nuovo anno. A mio giudizio si doveva organizzare i campionati 2020-21 con dei gironi composti da 12 squadre ciascuno e diluire la preparazione dei giocatori nei 9 mesi previsti. Invece si è voluto fare un grosso azzardo, anche per scelta della maggioranza delle società, convinti, come diceva il governatore del Veneto Zaia, che va tutto bene! Ed ora continuiamo a combattere contro questo maledetto virus. Eccoci così a fare i conti con un calendario sportivo che non consente nessuna soluzione equilibrata. Meglio ripartire a settembre con serenità e carichi di entusiasmo, pronti a vivere una nuova stagione calcistica 2021-22 ricominciando tutto da capo. Utilizzando le risorse economiche di questa stagione 2020-21 non impiegate. Magari riprendendo allenamenti ed amichevoli o brevi tornei in modo ludico a primavera “.

L’allenatore del Lugagnano Nicola Santelli: “Io penso che si debba giocare chiudendo questa stagione 2020-21, naturalmente quando si potrà farlo in sicurezza per rispetto delle società e dei giocatori. Di conseguenza farei uno sconto alle società sulla tassa d’iscrizione per la prossima stagione”. L’allenatore Jodi Ferrari dice: “Annullare tutto! direi proprio di no. L’attuale stagione 2020-21 deve avere un valore ed un seguito. In primis perché i ragazzi starebbero fermi per quasi un intero anno solare. E perché i giocatori per i rimborsi non possono essere tutelati, il discorso rimborsi sarebbe una cosa assurda. E poi il tempo per giocare esiste e io direi che si possa fare a luglio ed agosto. Per quel che mi riguarda mi manca tantissimo il calcio ed io giocherei 12 mesi l’anno! Mi manca moltissimo il clima della partita, il duro lavoro settimanale e il rapporto che si crea ogni anno con i giocatori e la dirigenza. Incrociamo le dita e speriamo per il meglio”. Umberto Chincarini, presidente del Peschiera: “Credo che in momenti straordinari come in questo periodo bisogna prendere decisioni fuori dalle norme. Intendo che io non butterei via questa stagione, per rispetto dei giocatori e degli allenatori. Ripartirei dalle classiche attuali dei campionati finendo appena possibile la stagione”.

Il Presidente del Sant’Anna d’Alfaedo Simone Lavarini: “Non nascondo che i miei ragazzi hanno una grande voglia di riprendere a giocare! Per quest’anno noi ci auguriamo che si possa terminare i campionati. Per l’anno prossimo auspichiamo venga riconosciuto una forte riduzione sulle spese complessive di iscrizione dalla Figc”. Mister Devis Padovani (Alba Borgo Roma): “Con il Covid-19 non si scherza! Ne sa qualcosa il sottoscritto. Io non vedo l’ora di allenare e riprendere con il calcio dei dilettanti ma voglio farlo in totale sicurezza. Per ora, purtroppo, non è il caso. Aspettiamo notizie migliori in merito da parte degli organi competenti. Altrimenti si dovrà ripartite a settembre di quest’anno con la nuova stagione 2021-22. Mi auguro però che sia l’ultima ipotesi plausibile”.

Alberto Tommasoni, d.g del Borgo Trento: “Visto la pandemia che non si ferma, cancelliamo la stagione odierna e ripartiamo con forza a settembre con la nuova stagione 2021-22 ed eventualmente con un torneo con il solo girone di andata con premio finale per i ragazzi”. Fabrizio Sona, mister del Cadidavid: “Conosco molto da vicino il virus e io la vedo dura ricominciare con questa stagione 2020-21 nei mesi a venire. Propongo di iniziare a settembre con la stagione 2021-22 sperando che il virus non ci sia più e con una forte riduzione della tassa d’iscrizione o tenendo buona quella di quest’anno per la prossima. Il virus è una roba seria e non dobbiamo abbassare la guardia”. Mister Massimiliano Nigro, Academy Pescantina: “Il covid-19 ha condizionato la mia persona ed il mio modo di vivere ed allenare. Io mi auguro che i campionati riprendano con la massima sicurezza e libertà d’azione. Sappiamo tutti che questa malattia ci può intaccare nei rapporti umani non potendo più abbracciarsi. Spero che si riprenda nei mesi a venire oppure a settembre con la nuova stagione 2021-22”.

Nicola Bertoncelli, d.s. del Caselle: “Dovrebbero sospendere tutto e ripartire con una nuova stagione sportiva a settembre, rivedendo o cancellando la tassa di iscrizione ai campionati”. Alberto Bau (S.Giovanni Lupatoto): “Guardo oltre all’aspetto economico che riguarda chi lavora in ufficio. Io guardo all’aspetto puramente sportivo. Non vedo l’ora di ripartire perché il calcio è l’attività fisica e tecnica con i miei ragazzi mi fa stare molto bene. Se da una parte i campionati professionistici vanno avanti nonostante la pandemia, con più tamponi o meno, e non vedo grossi danni, non capisco perché noi dilettanti, rispettando le regole, non possiamo tornare in campo. Facciamo uno sport a livello dilettantistico che ci fa bene a tutti i livelli. Adesso sono arrivati i vaccini e possiamo vedere la luce fuori dal tunnel. Fare sport e stare all’aria aperta va benissimo, perché quindi non tornare ad allenarci ed in campo? “. Chiude il Presidente del Garda Vittorio Zampini: “Concordo nel chiudere definitivamente questa stagione 2021-22 cancellandolo e riprendere con quella nuova 2021-22 a settembre. Tenendo buona la tassa pagata quest’anno per l anno prossimo, senza ulteriori costi per le società”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
3.1 ° C
5.6 °
-0.6 °
87 %
0.5kmh
75 %
Gio
7 °
Ven
9 °
Sab
8 °
Dom
7 °
Lun
7 °