7 C
Verona
martedì, 13 Aprile 2021

Mattia Paiola (Pescantina-Settimo): “Sono d’accordo con la decisione della società”

Mattia Paiola, 37 anni ben portati, vuole continuare a far parte del mondo del nostro calcio dilettantistico. Quest’anno, in una stagione alquanto strana e tribolata, stava dando il suo prezioso contributo per portare in salvo il Pescantina-Settimo del presidente Lucio Alfuso, squadra da neo promossa nel campionato di Eccellenza. In questi giorni è stata ufficializzata la ripartenza dell’Eccellenza con un nuovo format di due gironi, quello “A” a 9 squadre e il “B” a 10 squadre, con la disputa del solo girone di andata. La società di Pescantina ha però detto no alla ripartenza, per ragioni organizzative e sanitarie, e il centrocampista rossoblù classe 1984 è pienamente d’accordo: “A mio parere per quest’anno non ci sono più le condizioni per riprendere con il calcio dilettantistico, i contagi non calano e i ricoveri sono in aumento in tutto il mondo, dobbiamo mettercela via, sperando di ripartire con serenità a settembre, questo anche grazie alla vaccinazione che è in corso”.

In questa stagione 2020-21 Paiola festeggia quattro anni con la maglia del Pescantina Settimo, culminata con il triplo salto di categoria dopo aver vinto i campionati di Seconda, Prima e Promozione, sempre agli ordini del brillante mister Gianni Canovo: “Lo staff tecnico, noi giocatori e la dirigenza, tutti uniti, siamo stati protagonisti di un impresa storica. Fare quello che abbiamo fatto non è da tutti. Una selva di emozioni vissuta con un gruppo di ragazzi fantastici ed unici che mi porterò sempre dentro”. Sul suo futuro calcistico, per ora, Mattia non ci vuole pensare: “Per ora ho ancora tanta voglia di giocare con passione grinta, non vedo l’ora di tornare in campo dopo questa sosta forzata dovuta al virus. Il calcio mi ha fatto crescere come calciatore e come uomo e fa parte di me. Nei prossimi mesi penserò se andare avanti con il Pescantina oppure sposare un nuovo progetto con un’altra società”.

Mattia non dimentica nemmeno i 14 anni passati, tranne una parentesi di un anno all’Alba Borgo Roma, nelle file del Sona Mazza. E’ un concentrato di valori e di voglia di arrivare: “I tanti anni passati nel Sona mi hanno dato tanto, in rossoblù ho vissuto annate importanti con tecnici stimati che fanno parte del mio curriculum pallonaro nel pianeta dei dilettanti veronesi, non lo nego, ma è acqua passata ed ora sono concentrato e grato alla stima datami dal presidente Lucio Alfuso e dal direttivo del Pescantina. Sono stufo di non poter giocare e non poter respirare l’aria di normalità che vivevo prima dell’arrivo del Corona Virus, purtroppo sembra tutto un vecchio ricordo. Nella mia testa vorrei che fosse solo un brutto sogno che nessuno di noi ha mai vissuto nella realtà quotidiana. Speriamo di uscire presto dal tunnel e di rivedere una luce accecante della vita”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
7 ° C
7.2 °
6.7 °
93 %
1.5kmh
90 %
Mar
8 °
Mer
12 °
Gio
10 °
Ven
13 °
Sab
14 °