22.8 C
Verona
martedì, 27 Luglio 2021

Mister Federico Sartori (Sovizzo): “Il girone B di 1^ categoria è tosto e con veronesi di qualità”

Da 15 anni opera nell’A.S.D. Sovizzo Calcio, formazione scoppiettante che milita nel girone “B” di Prima categoria assieme a un altro gruppetto di interessanti compagini vicentine. Per Federico Sartori, classe 1975, dirigente di un istituto bancario, il calcio nero-verde è una sorta di seconda pelle: “Sono due anni consecutivi che siedo sulla panchina della Prima squadra, dopo aver portato nella categoria Elite gli Juniores del presidente Armano Bolzon. Dovessimo piazzarci nei play off, una volta che il calcio ripartisse, sarebbe, per noi, davvero un buon traguardo”. La squadra ha subito un rimpasto, ed annovera tra i suoi tesserati giocatori della classe 1999, che oggi non sono più fuori quota: “Il gruppo è molto valido ed affiatato, noi abbiamo totalizzato 8 punti in sole 4 delle 6 partite che si sono potute finora disputare. La società è stata in Promozione nella stagione 2007-08, un sogno che possiamo progettare in un tot di tempo, ma non ora”.

Qual è il vostro giudizio del girone “B” di Prima categoria? “E’ un girone davvero tosto, quando incontri le squadre veronesi c’è sempre del buon agonismo, ma, affronti anche avversari dalle buone qualità tecniche. L’anno scorso, dove abbiamo chiuso al 4° posto, mi è rimasto impresso il gran gioco sciorinato dall’Audace calcio, mentre il Chiampo aveva dei grossi giocatori. Anche il Valdalpone del mister, il vicentino Beppe Allocca, produce un buon calcio. Per non parlare del forte tandem offensivo del Valtramigna Cazzano, la coppia Turozzi-Lorenzi”. Chi può ambire alla massima poltrona? “Difficile dirlo perché, secondo me, non esiste la favorita. Tra le veronesi, in pole position metto Zevio, Valtramigna, Pro Sambonifacese e Bevilacqua. Ma il problema è sempre sperare di poter riprendere: dovessimo tornare a giocare, vincerebbe chi è più in forma, chi ha fatto bagaglio prezioso degli allenamenti individuali, che però non avranno mai l’efficacia e la valenza di quelli in collettivo. Chi si farà anche fisicamente, non solo mentalmente, trovare pronto all’appuntamento alla sua ripresa (e questa dovrà essere preceduta da 2-3 settimane di preparazione!), la farà da padrone. Ma, nutro forti dubbi sulla stessa ripresa del campionato, la zona del Veneto non ha un bel colore…”.

Tra le vicentine, voi e il Brendola avete fatto vedere le migliori cose (ndr)… “Il Brendola dell’amico e bravo collega Vinicio Corato può contare su 2 o 3 individualità di forte spicco, quali la punta classe 1992 Giuliano Cervellìn, il maturo centrocampista classe 1989 Matteo Camerra e l’altrettanto navigato difensore classe 1989 Ruben De Filippi, oltre che puntare sull’entusiasmo che ha sempre una matricola. Quest’anno, ho avuto modo, causa la sospensione di una nostra gara a causa del Covid-19, di vederli all’opera, i vicentini biancazzurri, e mi sono davvero piaciuti molto”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
22.8 ° C
25.6 °
18.7 °
78 %
1.5kmh
0 %
Mar
22 °
Mer
31 °
Gio
33 °
Ven
34 °
Sab
33 °