20.8 C
Verona
sabato, 4 Luglio 2020
More

    Mister Simone Boron: “Ci aspettano mesi duri per la ripresa del calcio dei dilettanti ma dobbiamo essere fiduciosi”

    E’ sempre nel cuore di tutti gli sportivi della nostra provincia, mister Simone Boron. Per una scelta legata al suo lavoro, che da alcuni anni la portato a vivere nella bella Pordenone, ha lasciato la nostra provincia e il nostro calcio. La voglia di allenare non gli manca e appena sarà possibile sicuramente tornerà a sedere su una panchina . Boron è sinonimo di correttezza nei rapporti umani e lealtà sportiva. Mai dimenticati i suoi anni passati a costruire assieme al presidente Leonida Zorzan la favola dell’Oppeano portandolo dalla Promozione fino in Eccellenza. “Anni bellissimi ed indimenticabili – dice con emozione Simone Boron -. Una società splendida che in quel triennio, dove io ero mister della prima squadra, non ci ha mai fatto mancare nulla. Una rosa, quella, con quantità e qualità da vendere. Tutti ragazzi che volevano, come il sottoscritto, inseguire e realizzare un bel sogno. Ogni tassello si è incastrato alla perfezione nel mosaico ed abbiamo vinto con merito il campionato di Promozione e l’anno successivo abbiamo fatto benissimo in Eccellenza. Sono stato molto contento di quella esperienza e sono orgoglioso di aver allenato quei ragazzi fantastici”.

    Oppeano, ma anche il Cerea, portato dall’Eccellenza fino in serie D, e il Casaleone in Promozione, queste le piazze calcate da quotato allenatore. Prima è stato da calciatore un centrocampista di talento professionista che a fine carriera nella nostra provincia a vestito le maglie della Scaligera, del Cologna Veneta chiudendo col calcio giocato a Casaleone. Boron ha dimostrato di avere in campo muscoli d’acciaio e cervello fino. “Vorrei unire da calciatore tutte le stagioni vissute nel Casaleone in un unica intensa stagione. Da allenatore, invece, strepitosi gli anni passati a Cerea, sopratutto il primo anno, e la splendida cavalcata con l’Oppeano”. Legge tutto quanto succede a Verona e segue sempre i nostri campionati dilettantistici attraverso la nostra testata. Simone è amareggiato per i danni provocati da questo Corona virus che ora sembra aver allentato i suoi effetti nella nostra provincia: “Dobbiamo stare con gli occhi molto aperti. Il virus purtroppo non se ne è ancora andato definitivamente qui in Italia. Spero che non rimanga da noi ancora per molto tempo. Girare con guanti e mascherina non è il massimo ma dobbiamo pensare a proteggere noi stessi e chi ci sta vicini. Il Covid-19 ha cambiato le nostre abitudini e ci ha tolto la nostra libertà. Ma dobbiamo conviverci e non perdere la testa”.

    Il virus è entrato anche nel calcio a gamba tesa interrompendo ogni manifestazione sportiva. “E’ stato giusto fermare i campionati dei dilettanti, non si poteva fare altrimenti, perchè la salute viene prima di tutto. Non si sa ancora come e quando riprendere ma per ritornare in campo in totale sicurezza ci vorrà il suo tempo. Penso che il movimento risentirà duramente della crisi economica che stiamo vivendo. Purtroppo ci dobbiamo confrontare con questa dura realtà! Mancheranno nuove risorse per il calcio dilettantistico, resteranno pochissimi sponsor e bisognerà puntare con maggiore forza sulla valorizzazione del settore giovanile. Non bisognerà aver paura di lanciare in prima squadra giovani di belle speranze, bisogna rischiare ed avere la pazienza che si faranno. Ci potrebbero essere fusioni tra società, ridimensionamenti e sparizioni di tanti sodalizi. Non dimentichiamo però l’importanza che ha lo sport, e nel nostro caso il gioco del gioco, a livello sociale. Cerchiamo di essere positivi, un giorno ci ritroveremo tutti di nuovo in campo con un grande sorriso, sicuri che il peggio sarà passato”.

    Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

    © Riproduzione Riservata

    Leggi ancora ...

    pagine visitate
    123.673.807
    visitatori online
    146

    Ultimi articoli

    Altre pillole di calcio mercato. L’Arbizzano fa sul serio!

    E' pronto per una nuova avventura calcistica il forte difensore classe 1989 Nicolò Dalla Pellegrina, quest'anno in forza al Garda di mister...

    Caldiero e Borgo Soave si uniscono. Filippo Berti: “Il progetto è solido e aumenterà l’attività giovanile del nostro territorio”

    Mercoledì 1 luglio è comincia ufficialmente la nuova avventura dell’ASD Calcio Caldiero Terme nel comune di Soave. La società termale è subentrata...

    Andrea D’Alessandro è il nuovo Responsabile Sanitario gialloblù

    L'A.C. ChievoVerona comunica che Andrea D'Alessandro è il nuovo Responsabile Sanitario della Prima squadra gialloblù. Il Dott. D'Alessandro, laureato in Medicina e...

    E’ di nuovo Seconda categoria per il Lessinia 2018!

    Altra squadra promossa in Seconda categoria è il Lessinia 2018 del presidente Matteo Guglielmini, imprenditore agricolo ed agente immobiliare classe 1977. Per...

    Michele Sberveglieri (BNC Noi): “Con mister Andrea Crema possiamo crescere e migliorarci”

    E' molto attaccato alla maglia giallo-verde del BNC Noi del presidente Sergio Sgulmar, che milita nel girone A di Terza categoria, il...

    I Nostri Social

    Verona
    nubi sparse
    20.8 ° C
    25 °
    12.2 °
    57 %
    1.5kmh
    71 %
    Sab
    21 °
    Dom
    29 °
    Lun
    31 °
    Mar
    23 °
    Mer
    27 °