12.9 C
Verona
martedì, 27 Ottobre 2020

Si continua a giocare…

Scongiurata, per ora, se non aumenteranno in modo sensibile i contagi, la sospensione dei campionati dilettantistici

Per ora e facciamo gli scongiuri, il calcio dilettantistico va regolarmente avanti e non si ferma. Nei giorni scorsi si vociferava che, nella stesura del DPCM uscito ieri, il governo avrebbe chiesto di fermare tutto il calcio non solo amatoriale, come il calcetto, ma anche i campionati giovanili e quelli delle prime squadre dilettantistiche in tutta Italia. Cosa scongiurata grazie all’intervento del Ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora che ha difeso a spada tratta anche lo sport dei dilettanti, non solo quello professionistico legato ad interessi economici, ma anche “il nostro” calcio, quello più amato. Nei prossimi sabato e domenica andrà in scena il calcio sui nostri campi di provincia. Tenendo sempre d’occhio l’indice dei contagi e sperando che nelle prossime settimane non salga a valori altissimi. Non si parla di un nuovo lockdown per fortuna, amici sportivi e non. Ha detto lo stesso Spadafora: “Lo sport è salute, promuove corretti stili di vita e tutela il benessere psico-fisico in ogni suo aspetto e a tutte le età. Il mondo sportivo è stato tra i più colpiti durante il lockdown e nelle settimane successive: è stato anche fra gli ultimi settori a riprendere, soprattutto lo sport di base, e ancora i numeri della ripresa non sono minimamente paragonabili a quelli precedenti la pandemia”.

Abbiamo fatto ogni sforzo possibile – prosegue il ministro -, operato a sostegno del settore con misure mai viste prime, assicurato bonus a una categoria di lavoratori finora invisibile, previsto sostegni a fondo perduto. Stiamo per attivare un fondo per alleggerire le spese derivanti dai nuovi obblighi di igienizzazione e sanificazione, al fine di tutelare l’enorme valore economico e sociale dello sport per tutti. Ne siamo talmente convinti che faremo di tutto affinché lo sport, con tutti i benefici che comporta, non si fermi di nuovo. Anche se questo implica una maggiore consapevolezza e una maggiore responsabilità da parte di tutti nel rispetto delle regole, dentro e fuori i campi sportivi”. Nel DPCM abbiamo tutelato non solo lo sport professionistico ma anche quello dilettantistico: associazioni e società sportive, Federazioni ed Enti di promozione hanno infatti dato prova di aver rispettato con rigore i protocolli emanati nelle scorse settimane, spesso anche affrontando spese di adeguamento e messa in sicurezza degli spazi e delle strutture. Questo significa che le ragazze ed i ragazzi iscritti a scuole o campionati, potranno continuare la loro attività, salvo il rispetto delle regole e la prudenza oggi necessaria in ogni aspetto della vita quotidiana”. Ricordiamo che il DPCM resterà in vigore per i prossimi 30 giorni ed è vietato il calcetto e tutte le attività amatoriali svolte dai ragazzi.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

Vigo – Raldon 1 a 1

Il Vigo butta via un tempo, senza fare un tiro in porta, senza vincere un contrasto di gioco, inanellando una serie di...

E’ possibile fare gli allenamenti?

Presa visione del D.P.C.M. del 24 ottobre 2020; Viste le numerose richieste pervenuteci dalle Società in base alla possibilità o meno di...

Pareggio del Valgatara per 1 a 1 ad Abano

Pareggio amaro che va stretto al Valgatara che è stato protagonista contro l'Abano di una partita dai due volti. Primo tempo assolutamente...

Il punto sulla 7^ giornata del girone B di Serie C

Buon pareggio al “Rocco”di Trieste per la Virtus Verona di mister Gigi Fresco e pareggia i conti nel finale con il neo...

Serie D girone C: Il punto sulla 6^ giornata

Un punto per il Caldiero del presidente Filippo Berti, quello ottenuto ieri in casa contro il Chions, che non soddisfa i termali...

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
12.9 ° C
13.3 °
12.2 °
93 %
1.5kmh
75 %
Mar
16 °
Mer
16 °
Gio
16 °
Ven
16 °
Sab
14 °