Nicola Santelli è il condottiero dell’Unione Calcio Lugagnano

1202

“Sono molto fiero e carico di essere stato scelto per guidare l’Unione Calcio Lugagnano” dice mister Nicola Santelli. “Ho tanta voglia di creare un gruppo forte e coeso, costituito da ragazzi che vogliono correre per il medesimo obiettivo stagionale. Partiamo senza grossi proclami nel nuovo campionato di Prima categoria ma con la ferrea volontà di alzare pian piano sempre più l’asticella. Santelli ha chiuso la sua avventura lo scorso anno a metà stagione con l’amato Mozzecane del presidente Riccardo Montefameglio nell’intento di cercare di dare una scossa alla squadra che stava facendo fatica a raggiungere la salvezza in Promozione, poi conquistata grazie al suo sostituto mister Giovanni Orfei.

“Mi sono giunte voci – continua Santelli – che io mi sono lasciato male con Montefameglio e la dirigenza del Mozzecane. Non è assolutamente vero, voglio bene al Mozzecane, è una società che mi ha dato moltissimo. Montefameglio è un amico e ci sentiamo spesso al telefono”. Ricordiamo che il nuovo Lugagnano è nato pochi mesi fa dall’unione di intenti tra il Real Lugagnano e l’A.C. Lugagnano che hanno giocato quest’anno entrambe nel girone A di Prima categoria chiudendo rispettivamente al 7° e al 5° posto.

Ora, con alle spalle un settore giovanile importante e con tanti giovani di grido, il nuovo club è pronto ad aprire la prima pagina della sua nuova avventura sportiva. Parlando della prima squadra sono arrivati dal Mozzecane i centrocampista Nicola Danieli ed il portiere Marco Avanzini nonché la ficcante punta Nicola Vantini proveniente dall’Arbizzano. Poi, con l’unione di due buone rose, Real Lugagnano e A.C. Lugagnano, per Santelli c’è abbondanza di scelta e con la dirigenza si deciderà chi farà parte del nuovo progetto. “Come allenatore sono abituato a lavorare con i giocatori che ti mette a disposizione la società – dice Santelli -, tuttavia una rosa lunga può sempre far comodo. Nel corso della stagione puoi incontrare varie problematiche ed i ricambi in corsa fanno molto comodo, senza ombra di dubbio”.

Con l’unione di queste due entità calcistiche, che fanno parte dello stesso paese, si è voluto correre con forza, ma nello stesso tempo con un programma serio ed appropriato, verso il medesimo scopo: costituire un ossatura di squadra forte in ogni reparto in grado di alzare l’asticella in Prima categoria ed un forte settore giovanile. La passione dei due presidenti, Giovanni Forlin e Sergio Coati, garantiscono a tutto l’ambiente una risorsa incredibile di entusiasmo e sana competenza. “Ci sarà da sudare tanto – chiude Santelli -. Quando partirà la nuova preparazione ci sarà da lavorare molto e cementare il gruppo per rendere grande una stagione che mi aspetto divertente e molto interessante sotto l’aspetto dei risultati. Io non vedo l’ora di iniziare, l’Unione calcio Lugagnano vuole lasciare il segno come il sottoscritto”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata