Archivio: PRIMA PAGINA

13/9/15
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. C) – 2^ GIORNATA

“PAPA” CENGIA FA VOLARE IL SAN GIOVANNI, MARCHESE IL SUPER-LOCARA E RIVA IL COLOGNOLA AI COLLI

Lo chiameremo, d’ora in poi, “Papa gol”, Mirko Cengia, l’ultra40enne bomber, che sta portando in paradiso il San Giovanni Ilarione, paesello in cui l’anno scorso è tornato, reduce da tante battaglie – le più vinte – e reti scardinate come cittadelle medioevali. Gli fa rima un pontefice marchigiano – di Fabriano di Ancona – tale Papa Leone XII (regnò dal 1823 al 1829), al secolo, Annibale Della Genga, frazione, costei, dell’Anconitano. Ma, lui, il bomber-poliziotto, sta regnando da più anni rispetto al pontefice marchigiano. E a suon di gol, anziché di colpi di vincastro. I sangiovannei del difensore ed ancor giovin “bandiera” Massimo Signorin abbattono, 2 a 1, il Montecchio San Pietro di mister Valter Sdyler. Ancora Arcaro per i montecchiesi, che si intromette tra le urla emesse da Cengia ed ancora una volta quella di Pierluigi Dal Bosco.
 
Finisce 1 a 1 tra i giallo e blu della Spes Pojana di mister Gianni Dall’Angelo e l’Elettrosonor Gambellara di mister Lazzari, con botta del neo-entrato gambellarese Damini (al posto di Luigi Dal Cero) e risposta di Marco Gioli, classe 1994. Vince e convince (2-0) la vicentina La Contea del massimo dirigente Massimo Dalla Chiara e di mister Gianesello a spese della veronese dell’Est, il Real Monteforte allenato da mister Loris Fedrigo. Le reti sono frutto delle invenzioni di un solo giocatore, bomber Purgato, non nuovo a simili imprese, compresa la doppietta esplosa ieri pomeriggio a Montorso Vicentino.
 
5 a 1 devastante dell’A.C. Colognola ai Colli del presidente Tiziano Tregnaghi e del riconfermato trainer soavese Adriano Laperni: la vittima è la neo-ammessa in estate Giovane Santo Stefano di mister, l’ex Soave, Tiziano Barbieri. Gazzolesi in rete solamente col marocchino Er Rasy, mentre i nerazzurri colligiani registrano la doppia di "Giggi" Riva e quella identica del solito Luca  “Valder” Rama, grande mattatore della passata stagione. Più quella singola di Spinelli.
 
Mai una partenza così a colpi di fuochi d’artificio, crediamo, per il Locara del presidentissimo Mario Frigotto, l’uomo del fai con quello che hai in casa…1 a 0 del Locara del nuovo mister Fabio Faccin, primo in classifica a punteggio pieno assieme al San Giovanni Ilarione, e ieri superiore al San Vitale 1995 di mister Cavedon grazie all’artigliata sferrata in rete da Marchese, non del grillo, bensì dell’oca, visto che siamo a Locara…

A Noventa Vicentina, 1 a 0 della nobile decaduta Nova Gens di mister Paolo Borotto e del vecchio leone il geometra Enrico Galuppo, consigliere federale nazionale, ed ora scrittore di libri contenenti le sue e quelle del calcio noventano memorie, sui “cugini” del Montebello di mister Dalla Pozza, alla prima sconfitta stagionale.  Mattatore, Fattori per l’undici guidato dall’alto dal presidente Graziano Besaggio.
 
Sconfitta, accidenti, che non ci voleva, per le “frecce rosse” soavesi di mister Francesco Bresciani: capita in casa dell’Alta Valle del Chiampo, guidato da mister Carassi. 2 a 1, con Perenzani che viene zittito dal soavese Mugolotto e poi il sorpasso realizzato per gli alto-vicentini da Sarkovic, non l’ex Premier della Francia, eh; quello no!
 
All’”Emilio Steccanella” di Cazzano di Tramigna, 2 a 2 tra il Valtramigna del presidente Lucio “IV” Castagna e il Grancona 1969 di mister Dante Tamagnini, vecchia conoscenza e bomber indiscusso noventano anche del calcio Legnago Salus, ex Chievo ed ex Valdagno. Doppietta di Dragan Kalanj, 1981, ex Napoleonica, per i bianco-rossi cazzanesi, riallenati da mister Mariano Zenari; ancora Marco Nanfioli (1987) e Marco Mazzucco (1983) per i granconesi 1969 retti dal presidente Marco Gastaldi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2007