Archivio: ULTIM’ORA

20/7/18
LA PRIMAVERA SFIORISCE: ADDIO ALLA 2^ CATEGORIA!


Colpo di fulmine nell’estate del Solleone divampato con la grande cappa di afa in queste ultime ore: la Primavera della presidentessa Susanna Grigoli ha dichiarato il “rompete le righe”: il “club delle 11 rondini”, dopo aver presentato la nuova “rosa” una quindicina di giorni fa circa, ha deciso in queste ultime ore di non partecipare più al campionato di Seconda categoria. 

Una decisione che comprensibilmente ha fatto imbufalire gran parte dei giocatori che essa stessa aveva riconfermato per ripetere e migliorare il 9° posto a 39 punti - ex aequo con l’A.C.D. Sommacustoza 2008 -, piazzamento conquistato con sudore dalla squadra del direttore sportivo Luca Bozic, guidata dal mister Simone Ghirotto, verso le ultimissime gare nel girone “B” di Seconda categoria. 

Sale al cielo l’ira di un manipolo di giocatori, i quali hanno chiamato la nostra redazione, sfogando tutta la loro rabbia, ritenendosi quasi “ingiustamente presi in giro, dopo aver gettato il cuore oltre l’ostacolo ed aver versato fino all’ultima goccia di sudore, per raggiungere una salvezza che ha quasi del miracoloso”. 

Giocatori del calibro esperienziale se non attrezzati tecnicamente - tipo bomber Marco Albertini, il centrocampista 1985 Lino Bassàn, il difensore 1989 Luca Malfatti (solo per ricordare i primi che ci vengono in mente) - che ora, dopo aver rifiutato proposte di altri club di medesima o inferiore o superiore categoria, si trovano spiazzati e, a questo punto, sono costretti a confidare nel loro buon curriculum e in quello che hanno dato finora, al fine di poter trovare una sistemazione in extremis presso quelle società che stanno approntando gli ultimi ritocchi ai propri scacchieri.

Abbiamo anche, giovedì sera, voluto sentire la campana di un paio di dirigenti del GSD Primavera, club del popoloso rione Sacra Famiglia, ma, ahimè, non abbiamo incontrato successo. C’è da dire che già appena terminato il campionato 2017-18, e cioè ai primi di maggio, la Primavera aveva molto tentennato sulla possibilità di continuare o meno di ripetere la Seconda categoria. Ma, l’allarme era rientrato nel giro di una decina di giorni: quelli passati da quando la società del diggì Federico Sartori ha deciso di congedare tutti i giocatori della Prima squadra. 

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2300