10.8 C
Verona
mercoledì, 12 Maggio 2021

1° turno Coppa Italia di Eccellenza: il punto sulla 1^ giornata

Castelbaldo Masi a valanga a san Martino, vincono anche Valgatara e Belfiorese

Non pare neanche vero, ma il carrozzone, il Circo dei dilettanti di casa nostra si è mosso. Dopo una settimana di rinvio, che comunque ci ricorda che il Covid-19 non è assolutamente sparito, ma ama ora giocare e colpire a nascondino, con la minaccia – auguriamoci proprio di no – di tornare a ricoprire il ruolo di protagonista (ed allora sarebbe proprio una tragedia!). In Eccellenza, il calcio riparte dalla Coppa Italia, e a San Martino Buon Albergo matura la gravissima sconfitta che tutti si aspettavano. Sì, perché sapendo che in campo sarebbero andati molti degli Juniores regionali guidati da mister Cortivo, il confronto contro l’ambiziosa corazzata del CastelbaldoMasi di mister Nicola Corestini, classe 1990, da Bevilacqua di Verona, ex mister degli Juniores Nazionali del Legnago Salus, non aveva confronti, né margini di speranza per i “ragazzi del Fibbio”. Che pagano con un 0 a 11 la ancora irrisolta querelle tra i due presidenti – Bruno Pellizzoni da una parte e Alessandro Sabaini dall’altra -, ancora in attesa di conoscere il verdetto definitivo. Il quale dovrà sancire a chi spetta di diritto il San Martino-Speme (ma anche l’anno scorso – vi ricordate? – l’inizio non si mostrò diverso). San Martino, difeso dall’unico ex, ossia quel Samuele Mattoccia (ex anche Bonarubina), portiere che aveva svolto la preparazione con gli avversari. Non ha giocato, nei basso-patavini l’ex Parma, ex Albaronco, l’ex Villafranca Alessandro Elia, crotonese della classe 1990 e micidiale mancino, il quale ha chiesto di poter cambiare casacca entro il 5 di ottobre, scadenza di questo interminabile e molto originale mercato estivo 2020. Le “tigri bianco-rosse” del “patron” di Menà di Castagnaro, Michele Ottoboni, dilaliano senza pietà la propria preda grazie ai canini aguzzi mostrati da Denis Timpanaro (classe 2001, doppia), del 2001 Leonardo Fusco (giovanissima “bandiera” dei “castellani”), di “‘O Rey”… Volpato (tripletta per il 1986), di Et Tahiry Ismail (1995), dell’ex Caldiero Colman Castro (1985), di Steven Anostini (1999), del 2002 Filippo Capato e del 1990 Andrea Gusella.

A Marano di Valpolicella, “El Barça” del riconfermatissimo mister Jody “Scheckter” Ferrari (classe 1984) ha la meglio, 3 a 1, dell’A.C. Garda, affidato ora all’ex professionista Davide Zomer, lo scorso anno vice del mantovano mister Paolo Corghi, sceso più vicino a casa a guidare il Villafranca neo-retrocesso in Eccellenza. Doppietta del personal trainer di professione extra calcistica, Matteo Rambaldo, ex anche del Caldiero, poi, un’unghiata felina sferrata da Pietro Filippini, a fronte del gol dall’effetto placebo realizzato dal lacustre rosso-blu Tommaso Aolisi direttamente dal dischetto degli 11 metri. All'”Umberto Capone”, il Vigasio di mister Venturi deve cecdere, 1 a 2, alla Belfiorese dell’ex villafranchese Nicola Lonzar. Doppia di Alessandro Speri per i biancazzurri del diesse, il dr Mirko Cucchetto, mentre è Andrea Antenucci a salvare l’onore per i “Guerrieri del Tartaro” dell’ancora avvelenato (per a suo modo di vedere ingiusta retrocessione!) presidente, l’uomo Ford, ovvero Cristian Zaffani. Rosso carminio sventolato dalla terna di origine mahgrebina a Costantini. A Villafranca, gli “azulgrana delle sfogliatine” non riescono a bypassare la matricola PescantinaSettimo guidata da mister, il lupatotino Gianni Canovo. La tenzone non si sblocca in fatto di gol, e il punto fa gongolare di più chi ha giocato lontano dal proprio pubblico (Covid-19 permettendo che ci sia), ovvero il Pescantina del presidente ed ex Primavera del Napoli Lucio Alfuso.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it


© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
10.8 ° C
15 °
3.3 °
82 %
2.6kmh
75 %
Mer
18 °
Gio
17 °
Ven
17 °
Sab
18 °
Dom
20 °