Prima categoria girone B: il punto sulla 13^ giornata

Una doppia di bomber Turozzi a Castel d'Azzano assegna il co-primato al Valtramigna, con una gara in meno rispetto alla pari classificata Sovizzo. Al 2° posto e a -1 la "Triplice intesa", quella formata da Audace, Pro Sambo e Zevio. Finalmente, Bovolone! Ancora pollice verso per il Tregnago a Chiampo, sangiovannei ok sull'A.C. Pozzo.

800

La classifica del girone “B” di Prima categoria non deve trarre in inganno: sulla cuspide dell’albero di Natale due compagini, la vicentina Sovizzo e il Valtramigna Cazzano a 24 palline colorate e fosforescenti. Ma, i “bianco-rossi di Cazzano” del presidentissimo Lucio “IV” Castagna devono ancora giocarsi il “bonus dei 3 punti” relativi alla gara che hanno da recuperare. Ieri, le furie cazzanesi sono andate a centrare la mousse, 1 a 2, a Castel d’Azzano: per i valligiani di mister Omar Lovato, ha segnato il super-panzer, l’ex nostra “scarpa d’oro”, Christian Turozzi (30 settembre 1989), che dispensa gol a destra e a manca come sprizza di grande umiltà da tutti i suoi pori. Doppia, dunque, turozziana, che inverte il corso della gara, la quale si er subito messa in salita per i cazzanesi dopo il vantaggio effimero segnato dal “cosacco” (sempre lui!) Nikola Filipovic, classe 1990, ex A.C. Oppeano. A consolidare il co-primato dei vicentini del Sovizzo di mister Sartori contribuisce anche la vittoria di 1 a 2 ottenuta al “Venturini” di Illasi, contro i bianco-blu di mister Cristian Cordioli: l’urlo del colligiano Matteo Frediani, classe 1990, ex BorgoPrimomaggio, assomiglia a quello ben più strozzato e disperato del più famoso Munch. Infatti, viene…strozzato dalla doppia realizzata dal bianco-nero-verde berico Tugnoli.

Sotto di un gradino, alla boa n.23, troviamo ben 3 squadre appaiate: Audace, Pro San Bonifacio ed A.C. Zevio. Tutte con le 12 pallottole già esplose, gli audacini davvero potenti nell’aver bloccato la marcia trionfale zeviana, ieri al “Tiberghien”, con un 3 a 0 che fa male più del mal di denti, dell’orticaria e della colite! Un verdetto inappellabile, quello uscito dall’antico tempio sanmichelato dei lanieri belgi: l’ex illasiano Herber Luiz Henrique (1996), il 1992 Francesco Savoia e poi SuperPippo Menini (1993). Una sequenza realizzativa che tanto sarebbe piaciuta al grande regista dei western Sergio Leone e con colonna sonora di Ennio Morricone: una sorta di “Giù la testa!”… Altro brutto, pesante k.o. per l’A.C. Tregnago del pur bravo coach, il soavese Adriano Laperni: il quale scivola anche nella trasferta non proibitiva di Chiampo, in casa delle “vespette giallo-verdi” vicentine guidate da Rezzadore. Il gol-partita è a firma di Cavazza.

A Isola della Scala, torna il sereno in casa giallo-rossa: finisce 1 a 1 tra la Scaligera di mister Andrea Greggio e l’SSD Valdalpone del collega Beppe Allocca. Entrambi le reti vengono distese con frutto, con buona pesca, dai rispettivi precisi “pescatori del gol” nel primo round: da una parte, il monscledense Filippo Gecchele, classe 1999 ed ex S.Giovanni Ilarione, e l’altro da bomber Alessandro Pasotto da Bovolone, classe 1988, che pareggia i conti per i giallorossi del diesse Andrea Corsini.

Al “Cavallaro”, “Ecce victoria!” (della serie, era ora!) del Bovolone del presidente Paolo Zago e di mister Lucio Manganotti: 2 a 0 rifilato al Real San Zeno Arzignano di mister Cappellini (traversa colta in pieno da Faccin), e crepita ancora fumante la doppietta imbracciata dall’avanti Kevin “Kegan” Ambrosi, ex Nogara, classe 1999, madre polacca (basta guardare gli occhi di ghiaccio per rendersi conto della bella origine materma dell’avanti rosso-nero: pregevole pallonetto il primo, traversone ad hoc quello servitogli da Filippo Falchetto, classe 1999, ex Sampietrina, e fratello più piccolo di Mattia, il caldierese). Al “Bertoldi” di Casaleone si interrompe la bella stella filante dei “leoni della Bassa” di mister Cesare Bruschi: 0 a 2 e passa la più spavalda Pro San Bonifacio di mister Fiorenzo Bognin. In rete, Luca Scarabello, preceduto da un’imperiale capocciata sferrata dal 1991 Antonio Cardone.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata