1° turno Trofeo Veneto di 2^ categoria: il punto sulla 2^ giornata

Ciclone-Pastrengo, l’Olimpia Ponte Crencano cala il settebello, quaterna paronese, Albaredo incontenibile, Provese, Sommacustoza, Dorial, Saval da gran export!

1942

Girone 1: Prosegue a vele spiegate il Cavaion del giovane skipper Alberto Cipriani, ex mister del Valdadige (del cugino e presidente Michele) che si guadagna 3 punti andando a vincere al “Belvedere” di Calmasino contro i biancoverdi locali di mister Luca Bozzini. Imitano i biancazzurri montebaldini, gli azulgrana lacisiensi di mister Gabriele Gelmetti, vittoriosi per 1 a 2 all’”Adolfo Consolini” di Costermano contro i giallo blu e rossi locali. Si deciderà tutto all’ultimo turno in Lazise – Cavaion, con le due squadre appaiate a 4 punti in vetta e con la stessa differenza reti ma con i locali che hanno segnato più gol degli ospiti.

Girone 2: Si riscatta alla grande la corrazzata Pastrengo del pastrenghese condukator Paolone Brentegani, classe 1960: 4 a 0, all’ombra dei forti austroungarici e a spese del Colà Villa dei Cedri. Per i gialloverdi dell’architetto-ristoratore Umberto Segattini vanno in rete Messetti, Ronconi e due volte bomber Davide De Carli. Termina in parità, 2 a 2, Bussolengo-Peschiera, anteprima di un big match tra due sicure protagoniste del girone “A” di Seconda, i rosso-verdi di mister Roberto Pienazza e del presidentissimo Emilio Montresor e i rosso-blu dell’Arilica di mister Luca Righetti e del presidente Umberto Chincarini.

Girone 3: Freccia azionata nella trasferta in casa della matricola Pizzoletta di “patron” Moreno Maragna e mister Tiziano Ferro dalla Dorial: 1 a 3 e soddisfazione per i bianco-giallo-blu del presidente Gabriele Guadagnini. Matricola pure questa davvero terribile. Vittoria esterna di una certa consistenza anche per il Sommacustoza, “pirata” per 0 a 3 a Valeggio, in casa di quella Gabetti che si presenterà stasera, ai microfoni del presidente Gianni Pasotto, prima in Comune, poi, al rinomato ristorante “Lepre”in centro al paese.

Girone 4: La matricola Pieve San Floriano del massimo dirigente Giovanni Flora sbanca, 1 a 2, a Gargagnago, mentre a Domegliara la Pol. La Vetta di mister Manuel Pignatelli e del non più presidente biancazzurro Dario Zampini impatta sull’1 a 1 a dirimpetto del BureCorrubbio del loro ex mister Nicola Martini.

Girone 5: Il Sant’Anna d’Alfaedo e l’F.C. Valdadige di mister Michele Cipriani – che aveva vinto la prima gara di Coppa Veneto – non si fanno male e decidono per la divisione della posta, frutto dell’1 a 1 finale. Nell’altra gara, al “Bertani” di Parona all’Adige, il Parona di mister Marzio Menegotti travolge 4 a 1 la Juventina Valpantena di mister Massimo Burato. I“bianco-verdi all’Adige” sono in attesa del rientro dall’infortunio della colonna portante della squadra, oramai da anni, del “fedelissimo” Daniele “Dinamite” Begnoni.

Girone 6: Colpisce, per non dire stupisce (mister Giordano Rossi venerdì ci aveva esternato tutta la sua più grande preoccupazione per i suoi 13 contati giocatori a disposizione, vista l’infermeria affollatissima dei giallo e blu pontieri), il 7 a 2 ottenuto al “Tino Guidotti” dall’Olimpia Ponte Crencano a spese dell’U.S. Cadore di mister Adamo Urbano. Decidono le doppiette di Alessandro Doná e Matteo Furlani e i gol di Bettili, Michele Rigo e Abbey. In campo anche Emiliano Testi che vuole tagliare le 500 presenze in categoria che sono ormai ad un passo. Nell’altra gara l’Avesa HSM di mister Walter Bucci ha la meglio, 1 a 0, sul Real San Massimo 2000 del presidente Luciano Morando. Anche l’Albaredo di mister Manuel Cuccu, da Roveredo di Guà, imita i “tamburini sardi” somma-custozani, imponendosi per 0-3 all’”Orvile Venturato” di Bonavigo, in casa dei biancazzurri di mister Gianluca Corso, rinforzatisi grazie agli arrivi dei due ex isolarizzani Massimo Mantovani ed Alex Vicentini, campioni di Coppa Veneto di Prima categoria, al neutro di Bagnoli di Sopra, nel Padovano, e a scapito dei “pescatori del Delta” polesani dello Scardovari.

Girone 7: Altra scoppiettante matricola è l’undici del Saval Maddalena del presidente Flavio Massaro guidato da mister Edgar Fasola Genovesi: 1 a 3 a Madonna di Campagna, campo amico della Pol. Intrepida di mister Massimiliano Signoretto. La matricola Borgo Trento del d.g. Alberto Tommasoni e del nuovo mister mister Cristian Bertolini va a vincere, 1 a 2, in casa del Verona International.

Girone 8: Il Cadeglioppi di mister “Fonzie” Nicola Bertozzo la spunta, di misura per 1 a 0, sull’A.C. Raldon del mister nero-verde, il polesano prof. Gianni Rossi. Anche la Nuova Cometa di mister Ivan Benin prevale, sempre per 1 a 0, al parrocchiale di Santa Maria di Zevio, sui neo-retrocessi Boys Buttapedra.

Girone 9: L’Atletico Vigasio del presidente Gianfranco Pozza batte 2 a 0 il Gips Salizzole di mister Andrea Bertelli (al suo 2° anno di panca con i rosso e blu della “memoria storica”, il sindaco e geom. Angelo Campi) con una splendida doppietta del suo nuovo bomber Aimuan Odaro, proprio l’ex di turno. Il Sustinenza del nuovo coach Andrea Turozzi si impone contro i Boys Gazzo di mister Matteo Gobbetti per 3 a 1.

Girone 10: L’Alpo Club ’98 di mister Stefano “Tiziano” Ferro si fa sentire in casa sua, superando, 2 a 1, l’Aurora Marchesino di mister Andrea Calzolari. Al “Monterotondo”, i “draghi rossi” del BorgoPrimomaggio del diesse Mirko Galasso e del diggì Enrico Sgreva hanno ragione, 3 a 1, sull’Alpo Lepanto di mister Alberto Bittante.

Girone 11: A Soave, pari, 1 a 1, tra le “frecce rosse” di “patron” Franco Adami, di mister Gianmarco Cucchetto e del diesse Matteo Sivieri (titolare dell’affollato di giovani pub caldierese, il “Nobis”) e la Scaligera Lavagno del presidente Samuele Tosi e di mister, il professore di Latino e Greco, Dionisio Zamperini. Identico score, l’1 a 1, al riammodernato stadio “Fano” di Colognola ai Colli, tra i colligiani della famiglia Tregnaghi e l’A.C. Sambonifacese di mister Freddy “Mercury”Serato, classe 1965.

Girone 12: Si impone 1 a 3 in trasferta, la neo-retrocessa U.S. Provese, la quale, a detta degli addetti ai lavoro, disputerà un torneo da protagonista nel tosto girone “D” della Bassa, di 2^ categoria: ebbene, i rosso-neri hanno fatto la voce grossa al parrocchiale di Bonaldo, “tana” della matricola Bo. Ca. Junior della famiglia Giusti (imprenditori nel ramo tessile, Alessandro e Cristian), grazie al rigore di Dal Bosco e alla doppietta di Marco Passariello. A Monteforte d’Alpone, 2 a 1 scolpito dai biancazzurri del Real di mister Loris Fedrigo ai danni del favorito Giovane Santo Stefano del riconfermato trainer Simone Lazzari.

Girone 13: Vittoria chiara, 2 a 0, del Bevilacqua del nuovo trainer, il polesano Antonio Marini, nella partitissima vinta contro un’altra papabile al titolo nel girone “D” di Seconda categoria, il GSP Vigo 1944 del nuovo timoniere Stefano Sacchetto, ex Isola 1966. Vince largo a Bonavigo, l’Albaredocalcio di mister Manuel Cuccu, il 3 a 0 lancia i biancazzurri del presidente daniele Piasere in vetta al girone a punteggio pieno.

Girone 20: Anche il Locara non smentisce le sue ottime credenziali ed aspettative di vittoria nel girone “C” di Seconda: i biancazzurri di mister Carlo Danieli piegano la resistenza del Lonigo per 2 a 1 con un gol del n. 10 Antonio Marchese, classe 1994, e uno del fratello Francesco, che ribaltano il vantaggio del vicentino Masetto. Infine, nel derby di Coppa Veneto tutto vicentino, quello tra il Brendola e il nobile decaduto nero-verde, nonché matricola, Grancona, la spuntano per 2 a 1 chi godevano dello “ius soli”, ossia i biancazzurri brendolesi del massimo dirigente Marco Savoiani.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Vedi i risultati e le classifiche

© Riproduzione riservata