Il presidente dell’Ambrosiana Gianluigi Pietropoli sogna i play-off

445

I rossoneri della Valpolicella del presidente Gianluigi Pietropoli quest’anno vanno davvero forte e sono attualmente al quinto posto in classifica con 35 punti, a -5 dal 2° posto occupato dal sorprendente Legnago. Grande unione di intenti per conquistare, prima di tutto, la matematica salvezza, ma l’Ambrosiana marcia quest’anno con il vento in poppa dopo la salvezza acciuffata in casa del Darfo Boario all’ultimo minuto dei tempi supplementari dei play-out del campionato scorso. La capolista Campodarsego guida da sola con 47 punti dopo 22 gare il girone C di serie D, con 13 vittorie, 8 pareggi ed una sola sconfitta, 38 gol fatti e 19 subiti. Il presidente Pietropoli, appassionato come non mai di portare il calcio a Sant’Ambrogio Valpolicella, è contento dei suoi ragazzi nonostante la sconfitta patita mercoledì a Vigasio contro la squadra di mister Orecchia che è stata molto rinnovata nel mercato di riparazione ed è invischiata nelle sabbie mobili della classifica al quart’ultimo posto con 20 punti, a +4 dal terzetto formato da San Luigi, Villafranca e Tamai. Presidente Pietropoli siete quinti nel difficile girone C di serie D, che ci dice? “Francamente è un risultato inaspettato dopo le sofferenze dello scorso anno. Sapevamo di avere una buona squadra, ben costruita con sapienza dal nostro direttore sportivo Mattia Bergamaschi in collaborazione con il tecnico Tommaso Checchi. Un giusto mix tra promettenti giovani e giocatori più esperti. Il quinto posto mi lusinga ma non è arrivato per caso, è frutto di una crescita costante della squadra”.

Dove potete arrivare quest’anno? “Prima di tutto, ma lo dico già da tempo, dobbiamo conquistarci la matematica salvezza. Poi inizieremo a divertirci iniziando un nuovo campionato con nuovi obiettivi. Dove arriveremo non lo so ma possiamo essere la mina vagante del nostro girone”. Il Campodarsego di mister Andreucci è veramente la squadra da battere? “Sicuramente, dispone di una rosa forte e ben equipaggiata. Ha una marcia in più e la sua dirigenza non ha mai nascosto le ambizioni di voler vincere il torneo. A mio parere resterà al vertice fino alla fine”. E delle altre squadre veronesi che ci dice? “Il Legnago Salus va molto bene, occupa il secondo posto con 40 punti e gioca un ottimo calcio. Noi stiamo facendo il nostro bel percorso. Il Caldiero Terme è una signora squadra, anche se neo promossa, ha giocatori di qualità e quantità. Il Vigasio e il Villafranca si sono ancora una volta rinnovate nel mercato di riparazione e vogliono assolutamente acciuffare la salvezza. Insomma nessuno vuole deludere le aspettative e sopratutto nessuno vuol mollare. Un plauso a tutte le veronesi per l’impegno profuso e la voglia che hanno di far bene”.

Il faro della sua squadra è il vostro capitano Dario Blasi? “Vorrei spendere altre belle parole su Dario, un giocatore encomiabile per attaccamento ai nostri colori sociali e per quanto regala in campo, con le sue prestazioni sempre generose. Non dimenticherò mai quando l’anno scorso con il suo gol nei play-out al 120° minuto sul terreno dei bresciani del Darfo Boario ci ha garantito una permanenza in serie D che sembrava oramai svanita. Grandi elogi a tutta la squadra che si allena con tenacia e grande responsabilità sotto le direttive del nostro bravo allenatore Tommaso Chiecchi e il suo staff tecnico che hanno regalato grande personalità a tutta la squadra. Un allenatore che mi voglio tenere stretto anche per le prossime stagioni, sempre se lui vorrà”. Come ci lasciamo Presidente? “Facendo un grande in bocca al lupo a tutte le squadre veronesi affinché raggiungano i loro obiettivi e ringraziando tutti coloro che amano l’Ambrosiana e che vengono a vederci e a sostenerci alla domenica”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata