24.5 C
Verona
venerdì, 20 Maggio 2022

Andrea Crema giudica l’andata del girone “A” di Terza categoria

Il mister del Bnc Noi dice: "Baldo Junior Team imprendibile. Caprino, Rivoli e Fumanese favorite per i play-off ma l'ultima poltrona per gli spareggi può essere alla nostra portata"

Ha giocato una vita tra i pali, classe 1969, oggi rappresentante, ieri estremo difensore di importanti club della nostra provincia, come Tregnago, Sambonifacese, Illasi, Casaleone, San Martino-Speme ed altre ancora. Da due stagioni, dopo la felice parentesi alla guida del Valpolicella Calcio in Prima categoria, è sulla panca del Bnc Noi. “Giochiamo” racconta “con tanti giovani e pochi atleti navigati, ma non siamo stati inferiori a nessuno. Anzi, ci rammarichiamo di aver perduto gare e punti al 90° minuto. Questo perché non abbiamo la completa esperienza di tutti i nostri componenti”. L’anno scorso, prima che si rifacesse vivo il Covid-19, avevate iniziato di gran carriera. “Sì, il primo anno era la prima volta che il Bnc Noi provava, testava la Terza categoria, l’anno scorso eravamo partiti con qualche “vecchietto” – si fa per dire! – del 1999 e dopo le prime tre gare eravamo a punteggio pieno. Quest’anno, siamo partiti bene, frenando la marcia proprio per i peccati di gioventù dei nostri elementi. La Fumanese di mister Ivo Castellani – mio ultimo allenatore quando giocavo, ha dovuto aspettare il 90° per aver ragione di noi, segnando con Simeone bravo a sfruttare una palla lunga. Con il Baldo Junior Team, idem, con il Caprino stessa sorte, mentre la Pol. Rosegaferro ci ha raggiunti sul 2 a 2 sempre all’ultimo minuto. E i rosso-blu villafranchesi sono decisamente una squadra più matura di noi”.

Una squadra, il Bnc Noi di prospettiva, un cantiere in piena costruzione ed evoluzione. “Noi, ogni domenica, scendiamo in campo con sei ragazzi nati nel 2002; il più vecchio è mio nipote – il portiere Andrea Gardini, classe 1993 -, il quale, una volta infortunatosi, ha ceduto i guantoni a Davide Tommasi, nato nel 2002, e frutto della “cantera” locale. Siamo una squadra che stiamo nel mazzo, che ce la possiamo giocare con tutte e che puntiamo al raggiungimento dei play off. Peccato che ci abbiano sospeso la Coppa Verona perché avevamo inanellato due vittorie nei primi due incontri”. Il giocatore-copertina del girone “A” di Terza categoria? “Gianni Giordano, la punta classe 1999 del Paluani Life Chievo. Poi, cito la già nota coppia d’attacco del Baldo, ossia Juan Pablo Ometto ed Alberto Zanolli capocannoniere del girone con 10 reti”. Chi ha un pochino deluso le aspettative della vigilia? “La Pol. Rosegaferro: da un gruppo che gioca assieme da anni e con giocatori esperti, mi aspettavo più punti. Poi, noi, che abbiamo lasciato sul campo minimo 5-6 punti, come prima ti ho spiegato. Alcune squadre giocano poco palla a terra, a noi invece piace davvero giocarcela la palla!” Fuori concorso in questa prima parte di campionato il Baldo Junior Team, campione d’Inverno con 30 punti, frutto di 10 vittorie e una sconfitta nelle prime 11 gare.

Chi dei tuoi ragazzi esploderà nel girone di ritorno al via il 12 febbraio? “Ti cito tre nomi: il terzino sinistro classe 2002 Alberto Prato, il centrocampista suo coetaneo Lorenzo Massocco e l’interessante punta classe 1999 Davide Corso, ragazzo giunto in prestito dall’Alba Borgo Roma”. Come sarà il calcio dopo il terzo pit-stop pandemico? “Noi non abbiamo mai smesso di allenarci, per cui credo che ritorneremo in campo più vogliosi e più preparati di prima. Speriamo – a tal proposito – di non andare incontro a nuovi infortuni, noi abbiamo cercato di sopperire in tutti i modi a questa eventualità. Tocchiamo ferro!”

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
24.5 ° C
26.4 °
23.9 °
35 %
2.1kmh
0 %
Ven
28 °
Sab
28 °
Dom
29 °
Lun
28 °
Mar
28 °