18 C
Verona
giovedì, 30 Maggio 2024

Il punto sulla 14^ giornata del girone “B” di serie D

La Clivense batte il Ponte San Pietro (2-1) e continua la sua risalita. Un buon Caldiero viene punito a Piacenza nei minuti finali (2-1).

La Clivense di mister Riccardo Allegretti vince in rimonta contro il Ponte San Pietro e raccoglie tre punti pesantissimi in ottica salvezza. Partono forte gli ospiti con Vitali che sfiora il palo, all’11° risponde Diallo per la Clivense con una botta dal limite respinta da Moroni. Un minuto dopo è Saccon a salvare i veronesi in disperata uscita su Rota ma al 18° minuto non può nulla sulla staffilata incrociata dal limite di Vitali che si spegne nel sette alla sua destra. Sotto di un gol la Clivense reagisce e prima ci prova con Guidone in mezza rovesciata e poi al 38° trova il pari con una rasoiata rasoterra di Adrian Osorio che sorprende Moroni sul primo palo. Si va negli spogliatoi sull’1 a 1 e al 4° minuto della ripresa arriva la perla di Nicola Danieli che decide la sfida. L’arbitro concede una punizione da circa 25 metri e il centrocampista veronese lascia partire una staffilata a giro che si insacca nelle sette alle spalle dell’incolpevole Moroni. Sul 2 a 1 la Clivense gestisce il risultato e il Ponte San Pietro non si rende quasi mai pericoloso. Sono invece i locali nei minuti di recupero a sfiorare il tris con una rovesciata di Diallo corretta di testa da un compagno che sfiora il palo. Con questi 3 punti la Clivense aggancia il Legnano e il Desenzano all’11° posto a 17 punti allontanandosi dalla zona calda. Domenica prossima i ragazzi del presidente Sergio Pellissier saranno di scena in casa del Caravaggio che li precede di soli 2 punti.

Sconfitta di misura, invece, per il Caldiero di mister Cristian Soave che, nella prima storica sfida del club gialloverde allo stadio “Garilli” di Piacenza perde per 2 a 1. Una gara all’insegna dell’equilibrio determinata da alcuni episodi chiave. Al 13° minuto il Piacenza passa in vantaggio con il tiro da fuori area di D’Agostino, su cui Kuqi non riesce ad arrivare. Il Caldiero reagisce al gol subito già dopo pochi minuti con Fasan che difende palla e serve sulla corsa Bitihene ma l’esterno termale si fa chiudere al momento di concludere. Nel finale di frazione un’altra buona chance per i gialloverdi sull’asse Fasan-Rossi. Il fantasista veronese salta il diretto avversario e scodella al centro per il difensore gialloverde che incorna di poco sopra la traversa. Nella ripresa il Caldiero aumenta ulteriormente il ritmo e al 6° Mondini viene chiuso dal muro piacentino al momento del tiro. Al 18’ Bitihene lavora un buon pallone sulla destra ma la conclusione si perde di poco a lato. Al 21° arriva il meritato gol del pareggio termale: Bitihene rientra dalla destra e serve una palla al bacio sul secondo palo per Nicolò Gobetti. Il giovane difensore gialloverde non si fa pregare e segna il gol dell’1 a 1. Nei minuti successivi l’inerzia è completamente nelle mani del Caldiero ma a cambiare il quadro è l’espulsione, sicuramente discutibile, di Gobetti, che ferma lo scatto dell’attaccante piacentino Marquez. L’arbitro estrae il rosso per fallo da ultimo uomo, nonostante Gobetti fosse in linea con i compagni di reparto. Infine, a 5 minuti dal termine, arriva la beffa per i veronesi. Ancora D’Agostino con un tiro dalla distanza punisce un Kuqi nell’occasione non esente da colpe. Finisce 2 a 1, una sconfitta di misura da cui ripartire con ancora più slancio per il futuro. Domenica prossima i ragazzi del presidente Filippo Berti ospiteranno allo stadio “Berti” la Varesina che ieri vincendo 3 a 2 con il Club Milano ha agganciato (assieme al Brusaporto) i termali al 2° posto a quota 27 punti.

La redazione di www.pianeta-calcio.it
e Ufficio Stampa Calcio Caldiero Terme SSD

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
forte pioggia
18 ° C
20.4 °
17.2 °
94 %
4.1kmh
75 %
Gio
19 °
Ven
17 °
Sab
22 °
Dom
23 °
Lun
21 °

I nostri social