Archivio: PRIMA PAGINA

10/1/16
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. B) – 16^ GIORNATA

ARBIZZANO SEMPRE “WANTED”, MA TENGONO JUVENTINA, ALPO ’98 E SCALIGERA LAVAGNO. ARES IN CRESCENDO, IL MOZZECANE TUONA! GALASSO ECCITA “EL BORGO”, PONTE CIGOLANTE

Cambiano i giorni dell’anno – e le giornate del campionato del girone “B” di 2^ categoria-, ma lo spartito e la musica sono sempre gli stessi. Del resto, l’Arbizzano è da tutti evidenziato, segnalato come la squadra che attua il miglior calcio ed è anche additata come la compagine più indicata come “fumata bianca” del comignolo di questo raggruppamento. I giallo e blu valpolicellesi vincono ad Avesa per 2 a 3 e la doppietta messa in banca da Pedro Baracchi serve solo a rimpinguare il conto personale dell’ex atleta anche di Eccellenza vicentina. Per i ragazzi del ragionier e mister Ivo Castellani segnano bomber Nicola Vantini, l’ex Negrar Thomas Laiti, 1991, e l’ex Valpolicella Matteo Breoni, annus domini il 1979.
 
37 punti per l’Arbizzano, capo

    a solitario, 34 per l’accorrente Juventina Valpantena dei fratelli Malaffo e di mister “Freud” Andrea Scardoni, ieri vincenti al “Lorenzo Bellamoli” per 2 a 1 a scapito dell’U.S. Cadore. Le zampate dei bianco-neri regali sono state sferrate da Thomas Bertagna e dall’ex Real Vigasio Riccardo Olivieri, classe 1989, e colui che ha accompagnato Giacomo Pitondo dal Tartaro al Valpantena (è un torrente; che divide borgo Venezia da Poiano).
     
    A 33 l’Alpo Club ’98 del presidente Carlo Parolin e di mister Stefano Ferro (ex Atletico Vigasio, con cui ha costruito le proprie fortune di trainer), con i rosso-neri - sulla carta – facili (2 a 0) vincitori, in casa propria, sul San Marco Borgo Milano di mister Emanuele Battocchio. L’ingegnere Federico Briani e “Giulio” Cesare Rosellini colpiscono al cuore i “leoni rosso-verdi borgo-milanesi”.

    A 28 punti e 4^ migliore realtà del girone è la Scaligera Lavagno del diesse sanmartinese Pippo Baltieri: 1 a 2 ieri a Illasi, con marcatori i maturi Davide Fiorentini (su rigore) e Riccardo Baldi. Per i “colligiani” di mister Massimo Burato, invece, ha esultato il solo “punta” Michele Ala, ex Montorio. Bomber, costui, consacratosi quest’anno con la maglia biancazzurra, trovando più spazio e più immortalità realizzativa.
     
    Quinta a 26, ecco l’Ares Calcio Vr di mister Doriano Pigatto: 3 a 4 mexicano a Corbiolo, in casa di quegli “scoiattolini bianco-granata” che s’erano in finale di andata veramente desti grazie a buoni e lusinghieri risultati! Doppia di quel “Masaniello” di Manuel Masenelli (classe 1995), acuto del suo giovane coetaneo Davide Zanini per i corbiolesi: questo a fronte della doppia del cinico “rigorista”, l’ing. Francesco Paiusco, degli assoli di Marcello Duro e di Nicolò Salmaso.
     
    Ma, attenzione, eh, all’A.C. Mozzecane: da noi trovati in splendido affiatamento e in un gran concerto a livello di unità d’intenti: 0 a 1 a Montorio, contro i neroverdi di mister Antonio Ferronato, con rete di Giordano Begnoni, classe 1989, mozzecanese doc, ex giovanili del Chievo, centrocampista tecnicamente provvisto. I rossoblù di mister Nicola Santelli con questi tre punti si portano al sesto posto a quota 25 punti. 
     
    Il “Galactico” Mirko Galasso esalta, eccita con una sua personale prodezza i “draghi rossi” del suo club di ritorno (esattamente sarebbe il G.S. Tebaldi, ma questi si era incorporato con il BorgoPrimomaggio): suo il primo dei due gol, dell'1 a 2 con cui i borgatari di mister “Panocia” Simone Mirandola e del diesse Enrico Sgreva violano il non facile da violare campo del Real San Massimo del coach Nereo Gazzani. Al pareggio, i rionali, grazie al rigore trasformato dall’ex Mozzecane ed ex SommaCustoza Davide Posteraro, ma, poi, di nuovo sotto per il guizzo vincente di Carlo Agnolin.
     
    Cede, cigola, barcolla ma non crolla psicologicamente l’Olimpia Ponte Crencano di mister Maurizio Testi: brutta sconfitta interna per 1 a 2 subita ieri e in giubileo va l’Alpo Lepanto, in prodigiosa, esaltante, eccitante rimonta dopo il gol dell''“Imperatore” Luca Simeone, con il 1992 Cristian Caldana e con l’ex San Marco e Settimo, classe 1979, Andrea Stefanello. Un fedelissimo del mister gialloverde Stefano Sella.
     
    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2022