16.2 C
Verona
lunedì, 1 Giugno 2020
More

    Il Real Grezzanalugo devolve i soldi delle multe societarie a favore degli Ospedali veronesi

    E’ sempre stata una squadra generosa e che pratica un calcio fisico ed intenso, il Real Grezzanalugo del presidente Dino De Paoli. L’obiettivo di quest’ anno, con una brigata di giovani pimpanti guidati dal nuovo tecnico Luca Tosi e quello della permanenza in Prima categoria. Obiettivo per ora sospeso per il sopraggiungere fulmineo del Corona Virus. Il Grezzana, in questi giorni difficili, ha deciso però di far fronte al terribile virus in una maniera importante dando il suo piccolo contributo. Donando una somma di denaro da mettere a disposizione degli Ospedali veronesi che sono in prima fila per curare i pazienti ricoverati colpiti dagli effetti del CoronaVirus. “Stiamo vivendo un periodo davvero terribile – sottolinea il mister della prima squadra Luca Tosi, anche lui costretto a stare in casa dal CoronaVirus -. Dobbiamo stare fermi ed aspettare l’evolversi degli eventi con fiducia nelle autorità competenti. Ma, come società, non volevamo stare fermi a guardare ma abbiamo cercato di fare la nostra parte con fermezza”.

    Si emoziona il mister quando racconta come è nata la donazione agli Ospedali: “Una sera ci siamo riuniti nello spogliatoio, io e tutti i miei ragazzi della prima squadra, e d’accordo con la società, il nostro giocatore Martino Zanella ha lanciato l’iniziativa di devolvere i soldi raccolti per le multe interne agli ospedali veronesi. Da subito, con voce unanime, tutti abbiamo detto si e l’iniziativa è partita”. E’ contento il direttore sportivo del Real Grezzanalugo Domenico Veronesi che da tanti porta avanti, assieme all’appassionato presidente Dino De Paoli, la voglia di valorizzare i giovani provenienti dal fiorente settore giovanile nero arancione: “Quando ho saputo cosa avevano in mente i ragazzi – dice Veronesi -, mi si sono bagnati gli occhi. La squadra è stata veramente straordinaria e mi ha sorpreso. Tutti quelli che possono aiutare, in questo difficile momento, lo devono fare. Gli ospedali sono chiamati ad un lavoro enorme ed incessante per salvarci da questo CoronaVirus che ora fa davvero paura”.

    Gli fa eco il giocatore Marco Dal Corso il veterano della prima squadra: “Qui a Grezzana si vive in una piccola famiglia, dove tutti amano e praticano con entusiasmo il calcio, e soprattutto siamo un gruppo di giocatori amici fuori e dentro il campo. Riteniamo doveroso quello che abbiamo fatto. Non ci è costato nulla, andava fatto e basta! In questi momenti quelli che lavorano negli ospedali sono degli angeli. E’ meritano il nostro rispetto e un grandissimo grazie”.

    Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

    © Riproduzione Riservata

    Leggi ancora ...

    pagine visitate
    123.389.105
    visitatori online
    15

    Ultimi articoli

    Per Roberto Praga (Pozzo) il top sarebbe annullare il campionato

    "Sono molto sereno" confessa il geometra Roberto Praga, presidente dell'A.S.D. Pozzo 1961 "anche perché i verdetti li conosceremo, con ogni probabilità, dopo...

    L’Asd Parona del presidente Enrico Guardini sta programmando il futuro. Sarà ancora con mister Marzio Menegotti?

    Al suo primo anno al Parona, reduce dalla bella salvezza ottenuta l’anno scorso in Seconda categoria con il Valdadige del presidente Michele...

    Ennio Fedrigoli (Pol. La Vetta): “La nostra speranza è quella di restare in 2^ categoria!”

    Ennio Fedrigoli, classe 1952, informatico, è una sorta di "memoria storica" della Pol. La Vetta di Domegliara: è dirigente dal 1985, presidente...

    Marco Burato è il nuovo mister dell’Albaronco!

    Classe 1962, di professione bancario, Marco Burato da Belfiore d'Adige è il nuovo mister dell'U.S. Albaronco del direttore generale Alessandro Romio. L'accordo...

    Il Garda del presidente Zampini passa nelle mani di mister Davide Zomer

    E’ pronto a ripartire con la programmazione della stagione 2020-2021, il Garda del presidente Vittorino Zampini, che sarà ancora ai nastri di...

    I Nostri Social