11.6 C
Verona
venerdì, 1 Marzo 2024

Il punto sui gironi A, B, C e D di 2^ categoria: 12^ giornata

Girone “A”: Prosegue il duello a distanza tra l’Arbizzano di mister Marzio Menegotti e il Caselle del mister-sindacalista U.I.L. Beppe “Mazzini” Bozzini. Entrambe le compagini hanno trionfato, l’Arbizzano al “Pace” per 3 a 0 a spese del Team San Lorenzo Pescantina guidato da mister Simone Zerpelloni. Per i giallo-blu valpolicellesi, hanno fatto “bingo!” Davide Sacco, la “gazzella ghanese” Kerron Adade e Manuel Poggesi. Arbizzano, sempre in cima all’albero di Natale, con ora 32 punti, casellini che inseguono a 31 e ieri pomeriggio all'”Alberto Tosoni” in grande exploit – 5 a 0 – nei confronti del mal capitato Real San Massimo di mister, l’insegnante di Educazione Fisica, Antonio Sorgente. Nel pingue carnet dei vincitori si riconoscono i realizzatori Matteo Tosi (1997), Francesco Savoia, Vittorio Iurato (2001), Matteo Sorio e Luca Bilotta (1994). Tiene il passo trionfale la terza incomoda, ovvero il Gargagnago del mister-corniciaio di borgo San Pancrazio Roberto Pienazza: i “tricolori della Valpolicella” sono lì, a 3 passi dal vertice con i loro 29 punti, frutto anche del colpaccio riuscito a Caprino, 1 a 3, in casa dei giallo-blu di mister Alberto Cipriani. E, in rete con il solo Elia Turrina, classe 1994. Valgono la doppia di bomber Riccardo Sospetti (classe 2000, anche su rigore, a quota 18 reti) e l’assolo emesso da Nicolò Bonato.

Bisogna scendere fino a quota 21 per incontrare la Juventina Valpantena del belfiorese trainer Loris Fedrigo: ieri al “Lorenzo Bellamoli”, squillante, assordante 5 a 1 dei bianco-neri poianesi a spese del Gabetti Valeggio di mister Francesco Corazzoli (al preciso bersaglio solo con il rosso-blu Gabriel Gelmetti). Per i valpantenati del diesse Diego Dal Forno, hanno esultato Marco “Piazza” Simoni, ex Illasi, l’avanti Davide Perbellini, Emanuele Dalla Riva (Juniores bianco-nero) e per due volte ancora un Juniores regionale, ossia Filippo Canalia. A 20 punti, il Cisano Juventina Bardolino di mister Antonio Sperani, ieri sconfitto in casa – 0 a 1 – dal Colà Villa dei Cedri di mister Raffaele Pachera: il gol è dell’ex Bussolengo Andrea Dolci, classe 1996. Al “Bertani”, il Parona di mister “baffo” Flavio Marai regola – 2 a 0 – il Burecorrubbio di mister Manuel Bonazzi e si porta a -3 (il rapporto è di 15 a 12 per i valpolicellesi). Entrambe nella ripresa scoccano le marcature dei “bianco-verdi all’Adige”: a firma di Luca Signore (classe 2004) e di Michele Gargano.

Altra vittoria – esattamente la numero 6 – per i “falchi della Lessinia” del Sant’Anna d’Alfaedo di mister Alfonso Tommasi, i quali volano sul trespolo numero 18, in compagnia del Colà Villa dei Cedri. I bianco-granata “baschi” del presidente Lavarini scavalcano – 2 a 1 – in casa propria – il Rivoli 1964 di mister Gabriele Gelmetti, al tentativo, risultato vano, di rimonta con Gandini. Ma, per i “falchi” avevano già urlato “goool!” Mattia Lavarini (1995) e il classe 1996 Gioele Laiti. A Sommacampagna, 1 a 1 tra i “tamburini sommacustozani” di mister Andrea Guttoni e la Fumanese del collega della panchina Luca Ponzini: bussa, per i padroni di casa Sebastiano Morano, risponde l'”immortale” Siro Franceschetti, annus domini 1984.

Girone “B”: E l’Olimpia Verona – ora a 32 punti – di mister “Ravanelli” Emiliano Testi si merita un bel 10 in fatto di vittorie! Ieri i capolisti hanno con sudore – 2 a 1 – superato al “Tino Guidotti” l’ottima Nuova Cometa Santa Maria guidata da mister Alberto Padovani (in illusorio vantaggio i “cometini” grazie al centravanti Matteo Langella). Per i giallo-blu “olimpici” concretizzano la rimonta l’ex Virtus United, nonchè classe 2000, Luca Castagnini – difensore – e “Pinturicchio” Luca Avesani, classe 1987. A 26 punti, quindi, con un gap di ben 6 punti, accorrono i Boys Buttapedra di mister Tiziano Savagno e il Povegliano Veronese di mister, il mozzecanese Maicol Sembenini, classe 1990. I Boys superano – quel tanto che basta; come il prezzemolo nei piatti prelibati -, ossia 1 a 0, all'”Eliseo Zendrini”, l’Alba Borgo Roma di mister Roberto Manfrìn. Ma, chi se non bomber Pietro Grossule, classe 1998, poteva fare la differenza? Il Povegliano, invece, stinge – 3 a 0 – l’Academy Clivense di mister Fabiana Comin, affidando il compito di portare via l’intero bottino a Filippo Begali (doppietta per lui) e a Davide Venturelli. Quarta, a 24 punti, la Virtus Verona United di trainer Stefano Leso, ieri sconfitta – 2 a 1 – in Postumia, all’altezza di Rosegaferro. Per i “rosso-blu della Postumia” di mister Antonio Como festeggiano Filippo Dolci e il classe 1997 Luca Faccioli, costui direttamente dal dischetto gessato. Il virtussino Filippo Fochesato ha …cercato di metterci una pezza – quella del pareggio -, ma, alla fine non è bastato.

Al “Busani”, i “leoni della San Marco” di mister “Fergusson” Emanuele Battocchio vengono in maniera piuttosto sonora – 1 a 4 – battuti in casa dall’U.S. Cadore di mister Nereo “Rocco” Gazzani. Per i rosso-verdi borgo-milanesi alza le braccia la cielo l’appena entrato Bret Adobah, mentre i nero-verdi cadorini trovano la Breccia di Porta Pia Francesco Dolci (doppietta per l’ex Borgoprimomaggio), Marco Castenedoli ed Amedeo Lugoboni. Al “Padovani”, vittoria a domicilio – 1 a 2 – per l’Aurora Marchesino di mister Enrico Cannavò. Ora a 20 punti e ieri al preciso bersaglio grazie alla doppietta spianata da Francesco Girardi, classe 1996. Per i bianco-rossi “castellani” tentativo di rimonta a firma del numero 8 Domenico Pace. Al “Monterotondo”, il BorgoPrimomaggio di mister Alberto Fiorini prevale – 2 a 1 – sull’Alpo Club ’98 di mister Silvio Donadello (rosso-neri ospiti all’urletto del gol con Luca Roman). Per i “draghi rossi” borgatari del diggì Enrico Sgreva doppietta a firma di Anas Drria. Al “Vignola” di Avesa, i rosso-blu colligiani di mister Giampietro Fontana artigliano la 4^ vittoria stagionale, facendo proprio – 2 a 0 – il derby tra rioni scaligeri, quello contro l’A.C. San Zeno Vr di mister Andrea Gelain. Nei primi minuti di gioco e a brevissima distanza l’uno dall’altro le marcature che hanno deciso la sfida: del Duemila Giuseppe Nicolò e di bomber Kiriwellage.

Girone “C”: Ancora imbattuta, il Villa Bartolomea di mister Emanuele Friggi coglie sul proprio impianto la vittoria numero 10 (2 a 0) a spese dei padovani dell’Union Cus di trainer Leonardo Pastorello, rimasto al centro della classifica con 18 punti. Per i giallo-rosso-neri de “La Villa” del diggì Stefano Todeschini imbraccia la doppietta Edoardo Maghin, classe 1992. 32 i punti totalizzati in 12 partite dal team del presidente Lucio Albarello, 28 punti, invece, quelli della grande sorpresa del raggruppamento “C”, ovvero l’Union Best di mister Mauro Bissa. Ieri, a Sorgà, la squadra che raccoglie ben 4 tra Comuni e frazioni, batte con l’asciugamani, 1 a 0, il Cà degli Oppi di mister Adriano Freddo, il quale sette giorni prima aveva colto il primo punto della stagione 2023-24. Non è il Super bomber Gheorghe Circiu a decidere da quale parte deve pendere il piattino della bilancia, ma uno dei tre fratelli Zuccotto, figli (tutti laureati) del diggì classe 1964 Nicola, e cioè Pietro. Al 3° posto, a 25 punti, due formazioni padovane: gli Amatori Ponso di mister Giuseppe Sartori e il Castelbaldo 2021 di trainer Crescenzo Nardella. Gli Amatori escono dal “XII Maggio 1985”, con un fragoroso, folcloristico 4 a 4 condiviso con i padroni di casa del Venera di mister Patrick Parolin. Doppietta del “venerato” (e, non venerabile, eh!) Alessandro “Sky” Guerra, più Alain Parolin e Manuel Vicentini per il team del vice-presidente Andrea Ceresoli, detto “El Cere”, ora alla scaramantica boa dei 17 punti. Per gli Amatori basso-patavini, tripletta confezionata da bomber Jacopo Dall’Omo, classe 1996, al quale si aggiunge l’assolo – al 92° minuto – di Elia Ramazzotto, classe 1991. Il Porto di Legnago raggiunge a quota 12 il Gips Salizzole, in virtù della terza vittoria stagionale – 1 a 0 – ottenuta in casa propria nel derby contro la Sampietrina di mister Luis Gustavo Passera. Match-winner è Stefano Zappolla, classe 1997, centrocampista in forza alla truppa biancorossa della presidentessa Beatrice Zancanella.

Il Gips Salizzole di mister Stefano De Mori piega – 2 a 1 – la resistenza dei padovani del Megliadino San Vitale del coach Stefano Faedo, al preciso bersaglio con Francesco Gioachin, classe 2002, e in apertura marcatore, intorno alla mezz’ora del primo round. Poi, la rimonta dei rosso-blu salizzolesi a cura dei due Bigardi, il difensore del 2002 Dennis, e il centrocampista del 2004, Jacopo, ex Sampietrina. Vittoria – 2 a 1 – e di un certo clamore – considerata la miglior posizione in classifica di cui ancora godono i padovani del Castelbaldo 2021 di mister Crescenzo Nardella – anche per il GSP Vigo 1944 del presidente Raimondo De Angeli: sul parrocchiale, fanno scuotere le reti della porta avversaria l’ex Nogara, Nicolas Benati, classe 2003, e l’ex Illasi, Nilsin Kuku, classe 1992. Per i bianco-rosso-blu padovani aveva temporaneamente pareggiato Lucas Bento, classe 2000. Giornata davvero da dimenticare per la matricola Cherubine di mister Nicola Manara: al “Comunale” di via Aleardo Aleardi, 1 a 5 a favore degli Amatori Bonferraro sguinzagliati da mister Andrea Greggio. Ai bianco-verdi del “club del cavallo” della frazione ceretana solamente il gol-bandiera realizzato da Sami Ahabchane, ex Lions Casaleone. Per i giallo-amaranto del presidente Alfredo Gheli urlano “reteee!” una volta Nicola Frassoni e ben quattro volte l’attaccante classe 1999 Alex Cottarelli. Colpaccio piuttosto pingue – 1 a 4 -, a Castelmassa di Rovigo, in casa dell’Altopolesine guidato dal nogarese Andrea Bertelli, anche per i Boys Gazzo di mister “Fergusson” Matteo Gobbetti. Ai rodigini resta solo la magra soddisfazione di aver firmato con il 1995 Alberto Formigoni – su rigore – il gol del “ci siamo anche noi in campo!”. Doppia dell’ex Venera Riccardo Bissolo, ed assoli di Martini e del 2001 MatteoTurazza, invece, per gli scatenati Boys di Maccacari. Ora a 19 punti, a braccetto del Cherubine.

Girone “D”: La vittoria – 0 a 3 – del Valtramigna Cazzano di mister Stefano Guandalini in quel di Sossano, terreno caro al Coelsanus di mister Fiorenzo Bognin, e il contemporaneo pareggio – 2 a 2 – al “Lorenzo Molinaroli” di Lavagno, tra la Scaligera Sport Club di mister Roberto Albertini e il San Giovanni Ilarione nell’ambito del big match della 12^ giornata, favoriscono l’aggancio in vetta da parte dei cazzanesi con i lavagnesi, entrambi ora a 26 freccette. Per l’undici di Tramigna, vanno a rete Martino Fossà, Enrico Zanchi e Mattia Bellamoli; nella partitissima, invece, la doppietta dell’appena entrato Andrea Goffredo consente ai sangiovannei di non capitolare e di emulare i gol messi a segno dagli scaligeri classe 1999 Youness Qaba e dal coetaneo Juliano Ortega. Ma, in testa alla graduatoria è di sicuro gran bagarre: infatti, un gradino sotto alle due co-capolista, e cioè a 25 punti, romba il motore dell’A.C. Colognola ai Colli del mister e psicologo Manuel Pauciullo e del gruppo plasmato quest’estate da Leonardo Montanari. Anche i nerazzurri colligiani erano attesi, ieri pomeriggio, al big match, ovvero la trasferta di La Prova di San Bonifacio, del bomber ed ex di turno Pierluigi Dal Bosco, classe 1987, autore della doppia per gli ospiti nerazzurri. Ospiti, che chiudono sul 2 a 2 con i rosso-neri del club della frazione di San Bonifacio allenati da Francesco Vincenti portatisi momentaneamente in vantaggio 2 a 1 in virtù delle riuscite conclusioni sferrate dal Superbomber Christian Turozzi e dal classe 2002 Federico Paganin. Sangiovannei al 4° posto, a 24, in compagnia con l’Union Academy Scaligeri di mister Simone Lazzari, “corsaro” per 1 a 3 a Vestenanova, in casa della matricola catechizzata da mister Moreno Beltrame (a bersaglio per il Vestena del presidente Ivan Cerato il 1994 Thomas Grimaldi). Per gli “accademici” colognesi, non sbagliano la mira l’ex Nova Gens, Francesco Albino, classe 1999, Elia Bogoni e Debi Mbaye, ex bomber della Pro Sambonifacese.

Al “Mancassola”, finisce 0 a 0 tra il Lonigo di mister Beppe Allocca e il Gazzolo 2014 di mister Tiziano Barbieri e Christian Masetto. A Madonna di Campagna, altra frenata dell’Intrepida di mister Andrea Ferrari: 2 a 3 e il semaforo verde si accende a favore e nella direzione del Monteforte Valdalpone di trainer Fausto Nardoni. Per i rosso-neri “madonari”, urlano “goool!” Luca Notaro, classe 1996, e Pesenato; per i montefortiani – alla loro prima vittoria ed ai loro primi 3 punti – toccano il cielo con un dito Matteo Malacarne, classe 2000, Cavazza e il classe 2003 Francesco Mauro, entrato in campo da poco. L’Atletico Squarà di mister Adriano Laperni – ora a 12 punti – pareggia 2 a 2 al “Comunale” di via dei Cedri contro il Lessinia di mister Gentjan Cani, il quale raggiunge a quota 17 punti con il Gazzolo 2014. Sempre il pallino del vantaggio incollato agli scarpini degli ospiti (Francesco Montolli su rigore e Del Papa). Alessandro Uderzo e Federico Corradi, classe 1995 (al 90° minuto): sono questi i “cecchini” dei bianco-verdi montoriesi del presidente Davide Cobelli. In borgo Santa Croce, si risveglia il Grancona 1969 di mister Ricky Perlotto: i nero-verdi vicentini s’impongono sull’Ares Calcio Vr per 0 a 3, realizzando tutte e tre le marcature nella ripresa (Etche Aboua Cochele, classe 1999, Filippo Tagliaro, classe 2004, e Mattia De Simoni, classe 2000). Grancona, ora quint’ultimo a 11 punti, a un solo punto dal tandem formato dall’Atletico Squarà e dall’Ares Calcio Verona del presidente Adriano Verzini.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
forte pioggia
11.6 ° C
12.5 °
10.6 °
84 %
0.8kmh
100 %
Ven
12 °
Sab
11 °
Dom
12 °
Lun
11 °
Mar
12 °

I nostri social