Il Delta Porto Tolle affonda il Legnago (2-0)

Un Legnago opaco perde contro una squadra rodigina non certo trascendentale. L’ex Bala para con la faccia l’occasione gol di Chakir

200

Il campo del Porto Tolle è stato spesso indigesto al Legnago, ad eccezione del 26 maggio 2012, quando i biancazzurri allenati allora da Andrea Orecchia (oggi a Vigasio) vinsero per 2 a 1 la finale di girone dei play off al 93° minuto grazie ad un gol di Gianluca Correzzola, dopo le reti di França e Marangon. Domenica l’allenatore biancazzurro Massimo Bagatti non ha potuto schierare la punta Di Paolo, che doveva ancora scontare il secondo turno di squalifica per l’espulsione rimediata a Feltre, e il regista Ranelli, che dopo l’infortunio al piede sinistro nella gara di una settimana fa con il Tamai, è tornato a Colleferro con tre fratture e forse dovrà essere operato a Roma. Mister Massimo Bagatti riconferma il 4-3-1-2 con Cicarevic dietro le due punte Barone e Chakir, mente Francesco Antonelli prende il posto di Ranelli. In panchina con Ingrassia si sono seduti Lo Bello, Bagnai, Forestan, Darraij, Leoni, Zanetti, Farinazzo e Miatton. Circa trecento spettatori in tribuna con mosche fastidiose.

Subito al tiro Barone, con mira sballata. Al 5° ottima rifinitura di Cicarevic per Antonelli e rasoterra fuori di un soffio. Anche il Porto Tolle fatica ad inquadrare lo specchio della porta come quando, al 14°, il numero 11 Mortaro tira altissimo. Al 21° ottima occasione da gol per il Legnago: Cicarevic innesca Chakir che tutto solo davanti a Cristian Bala, ex portiere del Legnago nel 2018-2017, che riesce a deviare il pallone con la faccia in angolo. Al 27° tiro cross di Botturi, al 31° traversone in area di Torelli che nessuno devia. Al 44° contrasto in area Pasi-Torelli e l’arbitro assegna il penalty che Rosso concretizza fra le proteste di qualche tifoso biancazzurro. Pasi è stato furbo e Torelli è cascato nella trappola.

Nella ripresa il Legnago deve sostituire Demian per una distorsione alla caviglia sinistra rimediata in un contrasto in avvio di contesa. Al 21° il “guerriero” Yabre dopo un fiacco tiro al 21° impegna Bala con un rasoterra centrale. Pericolo per il Legnago al 24° con una deviazione di Rosso contro Enzo. Al 29° Farinazzo, subentrato a Barone, fa un ottimo assist in area per Antonelli che tira ma la difesa fa muro. Bagatti inserisce il difensore Bagnai e sposta in attacco Bondioli, buon colpitore di testa, ma al 39° arriva il 2 a 0 locale firmato da Vitale dopo una respinta corta di Darraij che produce un’azione locale in area. Domenica prossima il Legnago ospiterà al “Sandrini” il Chions e potrà beneficiare del rientro del centravanti Di Paolo che sabato, a Minerbe, è stato schierato con la formazione Nazionale Juniores ed ha realizzato il gol della vittoria per 2 a 1 sul Breno. Il Legnago ha palesato qualche problema nel reparto offensivo che potrebbe essere risolto con il rientro di Di Paolo e qualche altro innesto (Farinazzo e Miatton). In riva al Bussè si attende il Chions quart’ultimo con 8 punti.

L’allenatore Massimo Bagatti a fine gara ha dichiarato: “Le partite si decidono sugli episodi, una palla gol ha colpito il portiere Bala in faccia e poi è arrivato il rigore e il gol da noi subito. Il Legnago ha fatto di più ma alla fine contano i gol. Il rigore subito? Pasi è stato furbo. Di Paolo e Ranelli sono assenze importanti e la squadra è un po’ stanca. Il gol dello 0 a 2? Derraij ha giocato in un ruolo non suo…”. Così il presidente Davide Venturato, domenica in tribuna con l’amministratore delegato Stefano Michelazzi e il consigliere Claudio Berlini: “Una sconfitta difficile da digerire – dichiara – perchè si poteva passare in vantaggio e sono stati determinanti gli errori.”Il diggì Mario Pretto aggiunge: “Nel primo tempo palle gol importanti e ingenuo Torelli nell’occasione del rigore. Nel secondo tempo l’occasione creata da Farinazzo per Antonelli poteva darci il pari.”Mister Matteo Barella, ex under 14 del Chievo, dice: “Bravi i miei ragazzi a prendersi i tre punti che ci servivano.”

Delta Porto Tolle (3-4-3): Bala, Vitale, Sarr, Vecchi, Pelliello, Cuccato, Pasi (82’ Raimondi), Episcopo (87’ Abrefah), Rosso (75’ Corti), Malagò, Murtaro (52’ Telesi). All. Barella
Legnago Salus (4-3-1-2): Enzo, Demian (1’st Lo Bello), Botturi (25’st Darraij), Antonelli, Bondioli, Moretti, Torelli (37’st Bagnai), Yabre, Barone (25’st Farinazzo), Cicarevic, Chakir (42’st Miatton). All. Bagatti
Arbitro: D’Ambrosio di Collegno
Reti: 44’pt Rosso (rigore) 39’st Vitale
Note: Spettatori 300. Ammoniti Vitale e Chakir. Angoli 5-5 recuperi 1’ e 6’

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata