Prima categoria girone A: il punto sulla 10^ giornata

Il Lugagnano tenta la fuga, ma la Croz Zai lo blocca sul 3 a 3. Il Dossobuono sgambetta l'Alba a Borgo Roma, il S.Zeno pareggia con il S.Peretto. Il Malcesine-Luciano dipendente e il Valpolicella "pirati" in trasferta, il Pedemonte supera il Quaderni ed è ora terzo.

927

Sempre più Lugagnano sulla sommità del girone “A” di Prima categoria veronese: i giallo e blu di mister Nicola Santelli, pur essendo stati messi ieri pomeriggio a dura prova al “Guglielmi” da un baldanzoso, tenace, lanciatissimo Croz Zai di mister Doriano “Ghepardo” Pigatto, tuttavia, mantengono la leadership del raggruppamento, ora a 21 punti. Il match clou della 10ma giornata termina sul rocambolesco, picaresco 3 a 3, determinato dalla doppia di Nicola Vantini e dall’acuto del 1994 Michele Perozzi (costui dal dischetto) per “El Luga”, ma anche dalla “remuntada” crozzina a cura di un chirurgico, freddo, spietato Francesco Montolli dalla lunetta di gesso del rigore (due volte), preceduto nelle urla dal compagno di scuderia Donatiello. Nicolò, classe 1999, ex Virtus Verona. Damigella d’onore dei lugagnanesi, a 20 freccette, resta l’Alba Borgo Roma, la quale potrebbe, in caso di vittoria, sfruttare il bonus dei 3 punti nella gara che ha da recuperare. Ieri, all'”Esterino Avanzi”, passano i giallorossi dell’Olimpica Dossobuono di “Trap” Matteo Meneghetti, dimostratasi più…Lucenti sotto porta dei giallo-rossi rionali di mister Devis Padovani. Espulso, per doppia ammonizione, nel finale il partenopeo talent scout Leandro Parrella, l’anno scorso in forza all’Isola 1966, classe 1987.

Il 3° miglior trespolo del’albero di Natale del girone “A” di Prima categoria, vede un trittico di compagini appollaiate a 18 carati: U.S. Croz Zai, Olimpica Dossobuono e Pedemonte, quest’ultimo, ieri vincitore al suo “Paolo Maggiore” per 2 a 1 a spese di una Pol. Quaderni sempre più alla ricerca della sua vera identità e mission. Fatale risulta la doppietta fatta crepitare da un vero bomber di razza, qual è l’umile Nicola Vicentini, classe 1994. C’è anche il gol del nero-verde postumiese, l’avanti 1998 Samuel Viviani, ma i puledri pedemontani avevano già abbandonato la scuderia. Il Valpolicella esporta il suo dolce e rinomato nettare all'”Alberto Tosoni” di Caselle, crocefisso dalla 7ma sconfitta stagionale ed inchiodato dall’uno-due firmato da Donatoni-Zardini. Il giallo e blu casellino Michele Adami, in forza al team guidato dal mister-sindacalista della sigla Uil, l’erede di Barbagallo, Beppe Bozzini, la caccia dentro pure lui, ma il suo è un gol alla Pirro, re dell’Epiro, che vinceva battaglie con scarsissimi bottini in palio.

Nella “busa” “Arrigo Ligabò” detto “El Molena”, un eccezionale Daniele Bidese salva dall’onta della sconfitta i granata sanzenati del biblico trainer Mosè Strazieri: di fronte, hanno furoreggiato le “giubbe rosso-nere” della matricola San Peretto di mister Franco Tommasi, che al campo “Ligabò”, lui ci è andato in bici, o nel modernissimo monopattino, tanto abita a un di presso… In rete, per i suoi, ci sono andati il 1988 Giacomo Zumerle e prima di lui Mattia Lavarini. Mattia Gandolfi, dell’Arbizzano dell'”imperatore della panca” Ruggero Napoleone prova a scappare, bottino in pugno: ma, in casa dell’A.C. Cadidavid del plurimedagliato Fabrizio Sona è già tanto spartire la posta oggigiorno e così “caffè” Perlini (main sponsor dei sanzenati, ma lui, l’autore del gol è il cadidavidese Stefano, annus domini il 1988) ci mette la vivacità, la quinta essenza di un inebriante, eccitante 1 a 1 finale, dal…particolare inconfondibile…

Altra bella vittoria fuori casa anche per il Malcesine del presidente Sineone Casella di mister Marco Martini: i “pirati dell’alto Garda” raccolgono decisamente – almeno fino ad ora – più in campo esterno che non sul sintetico di Cassone. E, ieri, si impongono con un secco 0 a 2 al “Manuel Fiorito” di borgo Milano, casa del Pgs Concordia di mister Ivo Castellani, unico marcatore bianco-granata, la punta pugliese Andrea Luciano, classe 1991. A Caprino, di misura e sul filo della sirena, vince la Montebaldina dell’ex serie C del Chievo, mister Luca Mancini da Costermano. I suoi gialloblu locali battono 1 a 0 il Real GrezzanaLugo del collega Luca Tosi e il mattatore è stato il difensore datato 1992 Nicolò Tomezzoli, capace di girare in rete una punizione. I gialloblu del presidente Davide Coltri, in serie positiva da 6 turni,  risalgono prepotentemente al 6° posto a -3 dai play-off.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata