7 C
Verona
martedì, 13 Aprile 2021

Il punto sulla 31^ giornata del girone B di Serie C

Buon punto del Legnago Salus a Imola. Quinta sconfitta consecutiva per la Virtus Verona punita da un rigore nel finale a Mantova.

Dopo la netta vittoria per 3 a 0 col Fano, il Legnago Salus del nuovo mister Giovanni Colella esce indenne dallo stadio “Galli” di Imola ed aggancia il Fano di mister Flavio Destro al quart’ultimo posto a 27 punti con l’Imolese che rimane a +1 dai biancazzurri veronesi che così possono continuare a sperare nella salvezza diretta. Per l’Imolese è il terzo pareggio consecutivo casalingo e soli 3 punti nelle ultime 7 partite giocate per i rossoblù romagnoli di mister Pasquale Catalano che arrivavano dal pesante 4 a 0 incassato a Bolzano. I rossoblù locali non riescono a trovare quel gol che avrebbe messo subito in discesa la loro gara, ma la sterilità offensiva è un problema dell’Imolese che ha segnato solo 3 reti nelle ultime 7 gare, stessa cosa vale per il Legnago che è il peggior attacco del girone con sole 23 reti fate in 31 partite. Tuttavia non sono mancate le occasioni da entrambe le parti per portare a casa l’intero bottino. Inizio promettente dell’Imolese che mette in mostra la gran classe del rientrante Bentivegna e che al 9° minuto vanno subito vicino al vantaggio con Piovanello che conclude una bella azione corale dei rossoblù ma trova sulla sua strada Pizzignacco che devìa la palla in corner. Il Legnago non sta a guardare risponde con una conclusione di Chakir sulla quale il numero uno rossoblù Siano non si fa sorprendere. I biancazzurri prendono coraggio e guadagnano metri con l’Imolese che con delle ripartenze veloci mette sempre in apprensione la difesa biancazzurra. Poco dopo la mezz’ora di gioco i rossoblù locali sfiorano il vantaggio: Piovanello ruba palla e dal limite dell’area spara a rete trovando la parata di Pizzignacco che devìa la palla che tocca il palo prima di finire in calcio d’angolo.

 Nella ripresa cala l’intensità della gara con le due squadre più preoccupate di non perdere che di cercare di vincere. Mister Colella, dopo aver tolto nella prima frazione l’acciaccato Nikola Buric inserendo Grandolfo, nel corso del secondo tempo prova a rivoluzionare la squadra ed effettua altri 4 cambi, Rolfini per Chakir, Antonelli per Lazarevic, Yabre lascia il posto a Lovisa e Zanoli è sostituito da Ricciardi. Dall’altra parte mister Catalano toglie Provenzano e Polidori ed inserisce D’Alena e Tommasini, ma nonostante le tante forze fresche in campo succede poco o nulla. L’unica occasione degna di nota la procura Bentivegna che si destreggia bene nell’area di rigore del Legnago e serve la palla a Polidori ma l’attaccante rossoblù da buona posizione spara sull’esterno della rete della porta difesa un da Pizzignacco ieri davvero poco impegnato dai romagnoli. Dopo una ripresa avara di emozioni arriva il triplice fischio del signor Caldera di Como che certifica uno 0 a 0 che smuove la classifica di Imolese e Legnago che rimangono entrambe nella zona play-out ma ancora in corsa per la salvezza diretta che si allontana un po’ a causa della vittoria della Vis Pesaro ottenuta ieri a Carpi. Domenica Imolese impegnata sul campo dell’Arezzo non più ultimo dopo la vittoria a Fano mentre il Legnago Salus di mister Giovanni Colella attende al “Sandrini” la Sambenedettese.

Legnago Salus – Imola 0 – 0
Imolese: Siano, Rondanini, Angeli, Carini, Aurelio, Lombardi, Torrasi, Provenzano (21’ st D’Alena), Piovanello, Polidori (33’ st Tommasini), Bentivegna. A disposizione: Rossi, Pilati, Boccardi, Alboni, Cerretti, Masala, Sabattini, Onisa, Morachioli, Mattiolo. Allenatore Pasquale Catalano.
Legnago Salus: Pizzignacco, Zanoli (10’ st Ricciardi), Perna, Bondioli, Girgi, Giacobbe, Yabre (10’ st Lovisa), Bulevardi; Chakir (24’ st Rolfini), Lazarevic (24’ st Antonelli), Buric (31’ pt Grandolfo). A disposizione: Corvi, Ruggero, Pellizzari, Stefanelli,, Mazzali, Laurenti, Morselli. Allenatore Giovanni Colella.
Arbitro: Caldera di Como.
Note: ammoniti Yabre, Chakir, Carini, Perna, Lombardi, Bentivegna, Bulevardi.

Continua la crisi nera per la Virtus Verona di mister Gigi Fresco che cade 3 a 2 a Mantova ed incassa la sua quinta sconfitta consecutiva al termine di una gara molto combattuta e mai noiosa e con tante occasioni da entrambe le parti. Alla fine la spunta il Mantova grazie ad un rigore calciato da Filippo Guccione a 9 minuti dal termine. Per l’ex Casaleone, Cerea, Oppeano e Vigasio si tratta del quattordicesimo gol stagionale che lo porta in testa alla classifica del girone alla pari di Mattia Bortolussi del Cesena. Non ha giocato male la squadra rossoblù veronese, per dir la verità, ma gli manca quella determinazione che poteva portarla alla fine a raccogliere almeno un prezioso pareggio contro i virgiliani. Tutto da rifare dunque per la Virtus che deve ritrovare in fretta la lucidità necessaria per tornare a far punti e riconquistarsi quella poltrona ai play-off che gli è stata tolta ieri proprio dalla formazione virgiliana di mister Troise.

Parlando della cronaca della gara, dopo quindici minuti di conoscenza, dove non succede praticamente nulla, le due squadre aumentano di giri e al 16′ ci prova il Mantova con un tiro da fuori Di Molfetta alto sulla traversa. Al 21′ risponde la Virtus con Bentivoglio che tira dal limite tira con convinzione ma la sfera termina a lato della porta difesa dal portiere di casa Tosi. Al 24′ ci prova Di Molfetta su punizione ma il suo tiro esce, è il preludio al gol del Mantova che passa in vantaggio un minuto dopo con Zibert che ben imbeccato in area da Gerbaudo batte Giacomel. Subito il gol la Virtus ha una bella reazione ma è il Mantova a sfiorare il raddoppio al 33′ con il gran tiro di Zibert deviato in angolo da Giacomel. Il Mantova soffre la pressione degli ospiti e si fa raggiungere al 39′ sull’ 1 a 1. Grande colpo di testa di Arma parato da Tosi la palla arriva a Daffara che insacca. La Virtus Verona insiste sulle ali dell’entusiasmo e passa in vantaggio ad un minuto dal termine della prima frazione con Delcarro che conclude in gol dopo una mischia in area. Si va così al riposo con la Virtus in vantaggio per 2 a 1.

Nella ripresa la Virtus prova ad amministrare il vantaggio, ma con il passare dei minuti il Mantova cresce sempre più. Al 7′ punizione al veleno di Danti dal limite dell’area che finisce di poco sopra la traversa. Al 61′ risponde il Mantova con il tiro fuori di Zibert. Al 18′ ancora la Virtus protagonista con Arma che calcia ma non centra la porta. Al 20′ il Mantova pareggia con Zibert con una conclusione potente dal limite sulla quale Giacomel non può fare nulla. Al 24′ gran punizione di Guccione per i padroni di casa che viene respinta sulla linea e sulla ribattuta Lucas spreca malamente. La partita è bella e molto aperta ma all’81’ arriva l’episodio che deciderà la gara. Cheddira si procura astutamente un calcio di rigore per fallo in area di Mazzolo, sul dischetto va Filippo Guccione che insacca il 3 a 2 per il Mantova. Nel finale c’è la reazione dei rossoblù ma il Mantova resiste e incassa tre punti importantissimi in ottica play-off. Domenica la Virtus Verona di mister Gigi Fresco ospiterà al “Gavagnin-Nocini” il Fano terz’ultimo a 27 punti con il Legnago.

Mantova – Virtus Verona 3-2
Mantova: Tosi, Bianchi, Milillo, Zanandrea, Militari (19′ st Pinton), Gerbaudo, Zibert, Silvestro (19′ st Lucas), Zigoni (1′ st Cheddira), Guccione (45′ st Zappa), Di Molfetta (45′ st Mazza). All. Troise
Virtus Verona: Giacomel, Mazzolo (39′ st Carlevaris), Visentin Daffara, Bentivoglio, Delcarro, Arma, Danti, Lonardi, Pellacani, De Marchi (24′ st Pittarello). All. Luigi Fresco
Arbitro: Luca Zucchetti di Foligno
Reti: 25′ pt e 20′ st Zibert, 40′ pt Daffara, 44′ pt Delcarro, 36′ st Guccione su rigore.

Nelle altre partite valide per la 31^ giornata, undicesima di ritorno del girone B della Serie C, il Südtirol batte 2 a 0 il Modena nel big match del giorno, il Cesena ha pareggiato 2 a 2 col Matelica, la capolista Padova ha travolto 4 a 0 il FeralpiSalò, il Gubbio batte 3 a 2 il Perugia, la Vis Pesaro vince 2 a 0 a Carpi, il fanalino di coda Arezzo ha vinto 1 a 0 a Fano e la Fermana ha pareggiato 2 a 2 contro la Triestina. Rinviata Sambenedettese-Ravenna.
Classifica del girone B della Serie C dopo 31 giornate:
64 Padova
62 Südtirol
57 Perugia*
54 Modena
48 Triestina
46 Matelica e FeralpiSalò*
45 Sambenedettese*
44 Cesena***
43 Mantova
41 Virtus Verona e Gubbio*
36 Fermana*
34 Carpi
33 Vis Pesaro
28 Imolese
27 Legnago Salus e Fano
23 Arezzo
20 Ravenna**
*partite da recuperare

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
7 ° C
7.2 °
6.7 °
93 %
1.5kmh
90 %
Mar
8 °
Mer
12 °
Gio
10 °
Ven
13 °
Sab
14 °