16.2 C
Verona
lunedì, 1 Giugno 2020
More

    Zevio – Valdalpone Roncà riprenderà dal 44° del 1° tempo. Un anno di squalifica ad Anthony Gambin.

    La società Valdalpone Roncà ha fatto reclamo alla decisione dell’Arbitro di sospendere la gara disputata contro lo Zevio il 16 febbraio 2020 , sospesa al 44º del primo tempo dal direttore di gara come conseguenza dell’aggressione patita da parte del giocatore Anthony Gambin dopo il provvedimento d’espulsione allo stesso attaccante del Valdalpone Roncà. Si tratta di reclamo improprio, perché diretto non ad attingere il provvedimento arbitrale di sospensione, ma a sollecitare un provvedimento giudiziale a sé favorevole in forza di ricostruzione del fatto, che non trova oggettività nel referto. La reclamata ha svolto controdeduzioni, anch’essa, richiamando una diversa versione del fatto, sollecitando un provvedimento di segno opposto. La reclamante si oppone alla produzione della memoria avversa, rilevando come la trasmissione di essa sia avvenuta ad opera di un soggetto, Otto Rigoli, diverso dal difensore incaricato, avv. Agostino Rigoli. dal quale, per altro, la memoria difensiva é stata sottoscritta. L’eccezione é priva di fondamento. L’obbligo di comunicare gli atti a mezzo pec é previsto, per le società dilettantistiche, soltanto dal 1º luglio 2020. Fino a tale data sono ammessi tutti i mezzi di comunicazione, compresa la mail. Che, poi, la trasmissione sia curata da un soggetto diverso dal difensore nominato non rileva se l’atto ha raggiunto lo scopo – come evidenziato dalla replica prodotta dalla reclamante – e l’atto sia sottoscritto dal difensore designato. Fatte queste premesse per mera completezza, va rilevato che il c.d. reclamo di Valdalpone Roncà tale non é sostanzialmente, perché non attinge il provvedimento arbitrale, tendendo invece a sollecitare un favorevole provvedimento giudiziale, come tale inammissibile, anche perché non attinge nella sostanza il provvedimento stesso. E’ pacifico che la sospensione della gara sia stata presa dall’Arbitro. solo a seguito del comportamento aggressivo, assunto dal giocatore Gambin a seguito del provvedimento di espulsione, essendo irrilevanti i precedenti fattuali, che non hanno coinvolto il direttore di gara. Per la valutazione di essi si provvederà in altra sede.

    Deve, per altro, rilevarsi che il provvedimento di sospensione, giustificato dall’Arbitro per non sentirsi nelle condizioni psicofisiche di continuare nella direzione, non trova riscontro nelle circostanze di fatto dallo stesso descritte, dalle quali emerge un clima privo di contenuti intimidatori, quanto, piuttosto, collaborativo da parte di tutte le componenti delle società in campo. Lo stesso giocatore Anthony Gambin, autore della percossa, pur proseguendo nelle proteste, non utilizzava più espressioni offensive. Dal che si ritiene che il provvedimento di sospensione sia stato assunto precipitosamente senza effettiva giustificazione. Da queste considerazioni si ricava la persuasione che infliggere alla società Valdalpone Roncà la sanzione della perdita della gara non trovi giustificazione nella concretezza della situazione rappresentata dall’Arbitro. Il Giudice Sportivo delibera di:
    – dichiarare inammissibile il reclamo con definitiva acquisizione della tassa;
    – sanzionare la società Valdalpone Roncà dell’ammenda di euro 100,00;
    – disporre la prosecuzione della partita sospesa, che dovrà riprendere dal momento e dalla situazione di gioco in essere al momento della sospensione, mandando al C.R.V. per quanto di competenza.
    – squalificare il giocatore Anthony Gambin (Valdalpone Roncà) fino al 3 marzo 2021.
    Per le altre circostanze, dedotte dalle parti nelle rispettive difese e non emergenti dal referto, dispone la rimessione degli atti in copia al Procuratore Federale per quanto di competenza.

    Comunicato ufficiale C.R.V. n. 67 del 05 marzo 2020
    La redazione di www.pianeta-calcio.it

    © Riproduzione Riservata

    Leggi ancora ...

    pagine visitate
    123.389.113
    visitatori online
    9

    Ultimi articoli

    Per Roberto Praga (Pozzo) il top sarebbe annullare il campionato

    "Sono molto sereno" confessa il geometra Roberto Praga, presidente dell'A.S.D. Pozzo 1961 "anche perché i verdetti li conosceremo, con ogni probabilità, dopo...

    L’Asd Parona del presidente Enrico Guardini sta programmando il futuro. Sarà ancora con mister Marzio Menegotti?

    Al suo primo anno al Parona, reduce dalla bella salvezza ottenuta l’anno scorso in Seconda categoria con il Valdadige del presidente Michele...

    Ennio Fedrigoli (Pol. La Vetta): “La nostra speranza è quella di restare in 2^ categoria!”

    Ennio Fedrigoli, classe 1952, informatico, è una sorta di "memoria storica" della Pol. La Vetta di Domegliara: è dirigente dal 1985, presidente...

    Marco Burato è il nuovo mister dell’Albaronco!

    Classe 1962, di professione bancario, Marco Burato da Belfiore d'Adige è il nuovo mister dell'U.S. Albaronco del direttore generale Alessandro Romio. L'accordo...

    Il Garda del presidente Zampini passa nelle mani di mister Davide Zomer

    E’ pronto a ripartire con la programmazione della stagione 2020-2021, il Garda del presidente Vittorino Zampini, che sarà ancora ai nastri di...

    I Nostri Social