Seconda categoria girone C: il punto sulla 1^ giornata

Locara scioccato (6 gol dalle Alte ceccato!), Soave inacidito, A.C. Sambonifacese k.o., vince la sola Provese, si salva il Real Monteforte (pari col Lonigo).

448

Non è andata, eh, proprio come ci si aspettava, la prima del girone “C”, egemonizzata per ben trequarti quest’anno da concorrenti del Vicentino. Male, per non dire malissimo, è andata al favorito Locara, visto che l’anno scorso i biancazzurri di mister Carlo Danieli hanno disputato un girone di ritorno a dir poco eccezionale, fantastico, sfiorando ai play off il balzo in Prima categoria. Al “Pietro Ceccato”, le Alte fanno il bello, il brutto e cattivo tempo, rifilando 6 uppercut davvero inattesi al volto ancora ustionato del Locara, davvero irriconoscibile! Incredibile il crollo dei locaresi, in ispecie dopo il gol-illusion e realizzato nel primo spicchio della gara da Antonio Marchese, il giocatore talentuoso con il 10 sulla schiena, classe 1994. Per i giallo-rossi vicentini guidati da mister De Grandi, segnano Schenato (doppia), il 1999 Giacomo Dal Santo, Vujcic, il 1998 Stefano Sartori e l'”elegante”, il “fashon” Marzotto…

Anche al Borgo Scaligero Soave di mister Speri non va tanto meglio: 3 a 0 patito a Sossano, in casa della matricola Sossano Villaga Orgiano del presidente Fabio Caporiondo e di mister Dario Lucatello. Per i biancazzurri vicentini firma la personale doppietta l’avanti 1994 Giorgio Maràn, poi, il terzo gol è a firma di Battistella. Cade, 0 a 2, anche l’A.C. Sambonifacese di mister Fredy “Mercury” Serato: di fronte i “rosso e blu dell’Est” si sono ritrovati la neo-retrocessa ma rinforzata U.S. Provese di mister Michele Mafficini, e la rete dell’ex bomber albaretano, Pier Luigi Dal Bosco, ne è la riprova più lampante. Il raddoppio dei rosso-neri de La Prova di San Bonifacio è opera di Palazzin. A Monteforte d’Alpone, il Real di mister Marini pareggia, 1 a 1, il difficile confronto con i nobili decaduti del Lonigo affidato a mister Loris Fedrigo. Entrambe nella ripresa le due reti, apre il leoniceno Masetto, Matteo, classe 1997, chiude il biancazzurro real-montefortiano Burato. Sul sintetico del “Patronato Sant’Antonio”, a San Vitale, passa, 0 a 1, l’Altavilla di mister Marco Trimigliozzi, matricola che sale dalla Terza e del paese di Tavernelle vicentino. Match winner dei bianco-blu ospiti è l’avanti 1993 Leonardo Negri, verso il 20mo del primo tempo.

Al “Giuriato”, il Montecchio San Pietro di mister Agresti byepassa, 2 a 0, il nobile decaduto nero-verde Grancona 1969 di mister Federico. E, lo fa affidandosi ai precisi arcieri Stefano Trevisàn (1986) e all’impeccabile rigorista Alessandro Agresti, navigato (1983) centrocampista del nero-verde (anche questo!) club montecchiese. Successo esterno per il Brendola di trainer Vinicio Corato, 1 a 2, a Castelgomberto, in casa dei giallo e blu di mister Fabio Gonella: per i “castellani” padroni di casa illude il centrocampista 1985 Diego Giuriato, poi, è il Brendola ad uscire vittorioso ed alla distanza grazie ai gol realizzati dalla punta 1993 Marco Pavan, e grazie al gol all’incontrario firmato, suo malgrado, dal difensore 1985 Roberto Albertini. Ad Altissimo Molino, l’Altavalle del Chiampo di mister Gianesello capitola, 1 a 2, al cospetto del Real Brogliano di mister Cavedon: inutile il gol di Arshdeep Singh, classe 1995, degli altovalligiani. Infatti, i bianco-rossi ospiti chiudono come una morsa il gol di Singh grazie ai colpi vincenti sferrati prima dal 1994 Mattia Bevilacqua e poi dallo spietato rigorista Guiotto.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata