Continua la favola della neo promossa Pescantina Settimo

1155

Non si ferma più la neo promossa Pescantina Settimo del presidente Lucio Alfuso che, dopo sei giornate, è balzata in vetta nel girone A di Promozione. Domenica ha vinto e convinto sul difficile campo dell’Albaronco per 2 a 0 con un gol di Bonfigli nel primo tempo e uno di Marco Mazzi nel convulso finale con un tiro da centrocampo che scavalca il portiere Afyf era corso in attacco per provare a colpire di testa lasciando la propria porta sguarnita. A Pescantina si godono il momento. La prima piazza nel campionato di Promozione è bella da vedere ed ottenuta con l’umiltà che contraddistingue da anni la compagine rossoblu che è reduce da una cavalcata che la portata dalla Seconda categoria fino in Promozione vincendo con largo anticipo negli ultimi due anni il proprio girone. Quest’anno la formazione del direttore sportivo Stefano Carigi non dimentica che l’obiettivo primario è la salvezza. Il calcio a Pescantina non è solo rivolto alla prima squadra, ma anche alla Academy, squadra ambiziosa al punto giusto e smaniosa di entrare nell’olimpo delle squadre pronte a vincere il suo girone A di Terza categoria, e ai suoi 400 tesserati e relativi tecnici, tutti quotati e in possesso di patentino.

Il capitano Cristian Carigi è felice del momento della squadra ma soffre terribilmente, visto che è ancora infortunato e non può giocare. “Confesso, che sono enormemente dispiaciuto di non poter aiutare i miei compagni che comunque stanno facendo benissimo. Spero di rientrare in fretta nel gruppo visto che sono ormai tre mesi che sto combattendo contro una fastidiosa pubalgia. Devo avere pazienza, mi sto curando al meglio. Intanto soffro guardando le gare ogni domenica dalla tribuna ma sono orgoglioso di essere il capitano, non in campo purtroppo, di questa meravigliosa squadra”. Nelle ultime quattro il Pescantina Settimo non ha dato scampo agli avversari incamerando 12 punti importanti. In graduatoria il Pescantina e l’altra neo promossa Montorio, stanno andando forte, testimoniando l’ottimo lavoro fatto dalla dirigenza e dai due direttori sportivi delle società.

“Noi non dimentichiamo di essere una squadra neo promossa che deve prima di tutto guadagnarsi la salvezza. Dobbiamo mettere in cascina più punti possibili in vista del girone di ritorno. Lo spogliatoio è unito e si respira una bellissima aria a Pescantina. Una volta raggiunta la salvezza per noi si potrebbero aprire nuovi traguardi. Stiamo facendo molto bene perché siamo una squadra di validi giocatori ma anche di uomini che sanno quello che vogliono. Giochiamo mettendo in campo le nostre migliori doti e divertendoci. Il gruppo è fatto da un gruppo di amici molto unito anche fuori dal campo”.

Ora Cristian si sofferma sulle doti di mister Gianni Canovo che ha portato la squadra dalla Seconda categoria fino in Promozione, leggendo bene le gare e mettendo in campo una formazione rodata e duttile. “Canovo non lo scopro certo io, è una grandissima persona ed un amico. Lavora bene durante la settimana ed interpreta nel miglior modo, da sapiente allenatore, i vari momenti della partita della domenica. Conosce bene i dilettanti e bada al sodo, senza fronzoli. Quest’anno abbiamo parecchi giocatori infortunati ma ne stiamo recuperando molti, quindi sono fiducioso per il proseguo di campionato”.

Carigi sottolinea che i valori delle grandi squadre viene sempre fuori alla lunga. “Il campionato è difficile e ancora lungo, ma squadre come Mozzecane, la stesso Albaronco da noi battuto domenica, e l’Oppeano, sono delle signore squadre. Sulla carta, noi non le abbiamo ancora affrontate, vedo bene il Cerea di mister Marocchio e il Montorio di mister Paese. Saranno queste, a mio parere, le squadre accreditate alla vittoria finale. Un girone, il nostro, avvincente come non mai, dove nessun risultato è mai scontato”. Domani, per la settima giornata del campionato, il PescantinaSettimo riceverà il Povegliano che è il fanalino di coda del girone con 3 punti, ma non per questo da sottovalutare. “Una gara per noi ostica e difficile dove non dobbiamo sbagliare nulla, loro faranno una partita per portare a casa punti salvezza…Che vinca il migliore!”

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata