20.8 C
Verona
domenica, 26 Maggio 2024

Promozione girone A: il punto sulla 12^ giornata

L'Atletico Città di Cerea infrange l'imbattibilità del Montorio e sale al 5° posto. Michel Visentini fa volare l'Isola 1966 ad Albettone, un "poker" dell'ing. Manfrin annienta il Nogara. PescantinaSettimo rullo compressore a Castelnuovo (0-5). Diagne, su rigore all'89° minuto, nega il colpaccio all'Albaronco.

Il Montorio non è più un extra terrestre, bensì è fatto di carne ed ossa: i “castellani” di mister Stefano Bel-Paese cadono, in piedi (3 a 2), alla maniera dei grandi, al “Pelaloca”, sotto l’ariete, meglio, infilzati, trapassati dalle corna aguzze di un Atletico Città di Cerea di mister Simone Marocchio, che può ancora – eccome, ragazzi! – inserirsi nei dialoghi dei massimi sistemi della classifica del girone “A” di Promozione veneta. Da Alessandro Boscaro a Calvetti per finire all’inzuccata reale di Michele Filippini: la stella filante ceretana segue questa direttrice, smorzata, solo in parte però, dall’uno-due montoriese a firma della “scarpa d’oro 2019” Manuel dr (in Legge) Marcolini e dalla punta 1993 Francesco Tarullo compressore… Ora la forbice del primato del PescantinaSettimo si porta a + 4 cm: ieri, l’undici del trainer lupatotino Gianni Canovo va a fare la voce grossa, anzi, stridula, in casa di quel CastelnuovoSandrà che mercoledì scorso aveva insegnato – all’Isola 1966 – a rifilare “cinquine” ustionanti. Ma, come sostiene il Santo Vangelo, chi di “cinquine” ferisce, di “cinquine” perisce, ed eccone la più lampante riprova nel basso lago di Garda. Per il Pescantina, tripletta di bomber Luca Bonfigli (nella foto grande), subito dopo la rete di apertura del minerbese Matteo Pauletto; quindi,…avanti…Savoia!

PescantinaSettimo sempre più primo, ora a +4 (il rapporto è di 26 a 22) sul Montorio, poi, ecco, il sorprendente Badia Polesine di mister Thomas Bonfante, che, ai “Martiri Villa Marzana” rifila un sonoro 4 a 1 ai “cosacchi bianco-rossi” del Nogara guidato da Walter Bampa. Ieri si è celebrato sul calendario abbadiense il “Guido Manfrìn (1995) Day”, in quanto il giocatore padovano, fratello del virtussino Gianni nonché ingegnere junior, buca il ventre dell’estremo e comunque bravo quanto coraggioso nogarese Filippo Poltronieri, classe 2001, per ben 4 volte. Per i “bianco-rossi del Tartaro”, il gol della magra consolazione reca la firma di Alberto Formigoni, ritornato con gioia a calcare il Veronese. Rosso comminato al mantovano Marco Garutti, classe 1991. In riva al Guà, all’altezza di Cologna Veneta, vantaggio Mozzecane a cura di Giacomo Boseggia, ridimensionato poco dopo dallo squillo assordante di tromba emesso da panzer Fabio Sinigaglia (1986). Poi, sono i “giallo e blu del mandorlato” del coach Salvatore Di Paola a menare la danza grazie all’avanti Michele Gasparetto, classe 1990, anche lui deluso a metà nel gol-impresa dal pareggio del 2 a 2 definitivo griffato da Tommaso Cappelletti, il “Sensi mozzecanese” nella manica di mister Andrea Matteoni. Espulsa l’ala mancina dei “rosso e blu del bocciodromo” Cristianini. Che salterà, dunque, la prossima gara in Postumia contro il CastelnuovoSandrà.

La gara tra il Povegliano e il San Giovanni Lupatoto termina a reti inviolate. Da una parte segna Baciga, per il Povegliano di mister Lucio Berltrame, dall’altra Riccardo Bertacco risponde per il San Giovanni Lupatoto di mister Marco Burato. In riva al Piganzo, l’A.C. Oppeano di mister Flavio Carnovelli inaugura il nuovo tappeto erboso, capace di arginare i capricci di un incessante Giove Pluvio. L’Albaronco di mister Antimo Iunco prova ad azionare la freccia del sorpasso fuori casa grazie al duemillenario Andrea Franceschetti (potente e preciso diagonale rasoterra da fuori area!), ma, l’Oppeano riesce a raggiungere il pari grazie al rigorista Dame Diagne, con dirimpettaio, nella massima punizione, non “Ibra” Afyf espulso per somma ammonizione, la seconda per fallo sull’ultimo uomo, il 2001 Mirco Micheletto.

L’Isola 1966 di mister Andrea Corrent cancella il desolante 3 a 5 patito mercoledì sera a Roverchiara nel recupero del campionato, imponendosi ad Albettone per 2 a 3, in casa del Sitland Rivereel del veronesissimo mister Peter Taccardi, nostro “seminatore d’argento 2015”. Per i porcarizzani vanno a bersaglio il “cormorano mahgrebino” Afyf El Alami, costui su rigore, imitato dal bianco-nero avversario Giacomo Maistrello (1997). Vantaggio vicentino, a firma del difensore bianco-nero, classe 1995, Mario Scotton, quindi, la rimonta isolana con pareggio di testa di Andrea Cerchier e sorpasso di Michel “Le roi” “Platini”, il dottore in odontoiatria, con tanto di gabinetto nel “paese della scrofa”, Visentini. In borgo Venezia, al “Mirco Mazzola”, l’Aurora Cavalponica di mister Nicola Lonzar ce la fa a portare a casa tutte le proprie penne per intere: la tenzone termina sul 2 a 2, con reti virtussine a firma di Ignacio Schultz e di “trottolino” Paolo Forgia (1999), mentre per i cavalponici l’hanno cacciata in buca il 1991 Marco Piccoli e poi Piva…nel sacco…

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
20.8 ° C
21.1 °
19.1 °
70 %
0.5kmh
53 %
Dom
20 °
Lun
24 °
Mar
21 °
Mer
23 °
Gio
20 °

I nostri social