0.6 C
Verona
giovedì, 8 Dicembre 2022

Effettuati a Bovolone i sorteggi della 7^ edizione del Torneo Internazionale “Pulcino d’oro”

Venerdì sera 22 aprile, presso le suggestive “Cantine del vescovo”, a Bovolone, si sono effettuati i sorteggi, gli accoppiamenti della regione Venero della 7^ edizione del Torneo Internazionale “Pulcino d’oro”. L’organizzazione di questa preziosa manifestazione giovanile – la quale avrà per la 2^ volta nei suoi 7 anni di vita come teatro per il Veneto gli impianti sportivi bovolonesi del “Cavallaro” nei giorni 14 e 15 maggio 2022 – ha scelto ancora il paese della Bassa veronese, famoso, nel dopo-guerra per i tanti mobilifici, dai quali uscivano i pregiati mobili in stile, che hanno arredato le case anche dei più famosi Vip di tutto il mondo. Il primo cittadino Orfeo Pozzani ha espresso grande soddisfazione per il lustro che tale kermesse irradia alla cittadinanza e alle numerose famiglie di sportivi, quelli che interpretano lo Sport in generale come momento ludico, ma anche aggregativo e di crescita. “Il merito di tutto questo” ha rimarcato Pozzani “deve andare ai genitori, ai dirigenti del Bovolone 1918, i quali, nonostante i restringimenti richiamati rigorosamente e scrupolosamente dalla pandemia, tuttavia, hanno lo stesso garantito il calcio alle nostre leve più piccole, non fermandosi mai”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il parroco di Bovolone, don Cristiano, il quale ha posto, pure lui, l’accento sull’importanza del calcio quale momento di scambio, di incontro e non di scontro, tra giovanissimi adolescenti. Presente, in rappresentanza del presidente Roberto Nicolis, Nicola Meneghetti, dell’Associazione “La Grande sfida”: “Sport, Cultura, Arte costituiscono preziosi momenti vitali della società, che deve includere e non escludere anche chi non è il più fortunato. Quando abbiamo ricevuto l’invito alla partecipazione, abbiamo gioito, mettendo in campo ben 3 squadre di calcio, una qui di Bovolone, una di 12 atleti di Illasi, e una a Verona di 5-6 ragazzi. Già, la cittadinanza di Bovolone ha mostrato sensibilità verso di noi, ospitandoci presso la palestra “Scipioni” per poter permettere alle nostre appassionate leve di praticare sport, nonostante gli ostacoli frapposti dal Covid-19″.

Stefano Fiorìn, presidente della Cooperativa Emmanuel, ha espresso un sentito grazie a Bovolone civile e sportiva per l’attenzione da decenni rivolta alla loro associazione-cooperativa: “I nostri ragazzi, impegnati in attività occupazionali e motorie, hanno impiegato alcune settimane, profuso impegno certosino e speso sofferenza nel creare questi quadretti-souvenir a ricordo della manifestazione che ci apprestiamo a vivere tutti insieme nelle giornate del prossimo metà maggio, passerella calcistico-sportiva che assume, quindi, un profondo, grande significato, che va ben oltre il gesto sportivo”.

Presente anche il Consigliere comunale con Delega allo Sport, Maichol Ferrari, ha preso poi la parola anche il presidente del Bovolone 1918, l’imprenditore Marco Gonzato: “Rivolgo un sentito grazie agli sponsor, al Comune, ai genitori, ai volontari e allo staff dei miei preziosi collaboratori, perché quello al quale andremo ad assistere è frutto, per quel che ci riguarda, di un lavoro di squadra, di unità di intenti e di una armoniosa sintonia. Ci adopreremo al fine che tutto riesca nel migliore dei modi, in quanto questa kermesse racchiude più significati, evoca alti valori sociali ed etico-comportamentali”. Il giornalista Lucio Salgaro di TeleArena ha condotta la serata, ma tra i presenti anche Fabio Tomelleri, corrispondente del quotidiano “L’Arena” di Verona. Il giornalista trentino, l’ex calciatore di serie D, Andrea Scalet, responsabile della Comunicazione di tutta una davvero singola manifestazione, che interessa tutta la Penisola italiana, da Palermo a Merano, da Aosta a Trieste, e così via, ha spiegato che essa culminerà con la fase finale che si terrà a Levico, nella splendida cornice della Valsugana, ricca di tante peculiarità da scoprire, da gustare, da vivere.

Notevole cura al dettaglio alla kermesse e ai suoi regolamenti è stata prestata dal Presidente, l’allenatore Renzo Merlino, forte dei suoi tanti e validi collaboratori: “Abbiamo cercato di mettere in campo tutte le conoscenze delle società affinché le gare incardino in pieno tutti i requisiti di un Torneo di calcio. In primis, bisogna far giocare con lo stesso minutaggio e numero di gare gli iscritti di tutti i club partecipanti, ed è previsto il cosiddetto “rigore in movimento”, lo “shoot-out”, cioè quello che prevede, durante l’esecuzione della massima punizione, la partecipazione di tutti i giocatori in movimento. E, questo, secondo un vademecum che contempla come il Torneo deve svolgersi, visto che viene declinato, interpretato da ragazzi in una fase delicata della loro crescita”.

Presente anche il Responsabile delle Rappresentative giovanili del Veneto, il ceretano Mario Furlan, il quale ha rimarcato l’importanza del connubio tra il club territoriale e la sua Amministrazione. Per il presidente della Delegazione veronese, il vigasiano e torinista Claudio Prando, classe 1960, il “Pulcino d’oro” riveste un rilievo molto importante perché interessa l’attività di base, che tocca gli aspetti ludico-formativo-educativo: “Un Torneo che può solo fare bene per la crescita sportiva, sociale e comportamentale del ragazzino”. Con Gianluca Possenti (Responsabile Settore Giovanile del Bovolone 1918) e sotto lo sguardo vigile del dirigente Marco Zermiani e del diesse Massimo Marangoni – presenti in sala anche le “figure e memorie storiche” societarie Roberto e Uber Marchiotto, Vittorio Peroni, e il mitico allenatore di intere generazioni di calciatori bovolonesi Giorgio Galletto – ha diretto la fase del sorteggio, con pesca delle palline affidata, effettuata da due ragazzi frequentatori della Cooperativa Emmanuel”.

Questi gli abbinamenti dei 4 Gironi del Torneo Pulcino d’oro che si svolgerà a Bovolone:
Girone A: Union Vis Lendinara, Castelnuovo, Pol. Pedemonte ed ACD Oppeano.
Girone B: Atletico Città di Cerea, Alpo Lepanto, Bovolone 1918 e Ponziano Calcio (Tv).
Girone C: San Zeno Vr, Tarmassia, San Donà e Montebelluna.
Girone D: Dolomiti Bellunesi, ACD Cadidavid, San Giuseppe San Donà e Città di Caorle.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nebbia
0.6 ° C
8 °
0.2 °
100 %
0.5kmh
100 %
Gio
8 °
Ven
7 °
Sab
8 °
Dom
8 °
Lun
4 °

I nostri social