11.2 C
Verona
venerdì, 1 Marzo 2024

Per Sergio Pellissier (Clivense) il campionato si deciderà solo all’ultima giornata

Manca esattamente un mese e mezzo alla fine del campionato e poco più di un mese al compleanno di Sergio Pellissier che il prossimo 12 aprile soffierà su 44 candeline. Pellissier è il primatista di presenze del Chievo in serie A e in tutte le competizioni professionistiche (con 112 reti al suo attivo) mentre in totale è preceduto solo da Bruno Vantini autore di 159 gol. Inoltre è il marcatore più prolifico nel derby di Verona contro i cugini dell’Hellas, nel quale ha segnato 4 reti. Nato ad Aosta, ma originario di Fenis, da padre valdostano e madre sarda, originaria di Lodè, il suo cognome, assai diffuso in Valle d’Aosta, significa “pellicciaio” in francese. E’ sposato con Gian Micaela Viadana (presidentessa della Clivense che milita in Seconda categoria) dal 2004, conosciuta a Ferrara durante il suo biennio da calciatore dal 2000 al 2002 alla Spal. E’ un grande amico dell’attore veronese Jerry Calà, il quale ha curato la prefazione della biografia “Ho fatto trentuno” scritta nel 2021 dal giornalista Matteo Renzoni. Pellissier ha giocato in totale, tra club e nazionale maggiore e giovanile, 635 partite. Una data storica, il 16 settembre 2021, per la nascita del Football Club Clivense, la nuova società fondata da degli amici ex Chievo, l’ex attaccante Sergio Pellissier e l’ex portiere Enzo Zanin. Dopo aver vinto a mani basse il campionato di Terza categoria lo scorso anno, quest’anno la Clivense si è iscritta al girone “A” di Eccellenza acquistando la categoria dal San Martino Speme retrocesso in estate dalla serie D. Non ha mai dimenticato i suoi tifosi del club gialloblù, che ora non c’è più, del Chievo Verona del presidente Luca Campedelli, in tempi non sospetti Sergio aveva dichiarato ai media: “Vogliamo essere una società legata al nostro territorio e il territorio significa anche le persone che tifano ma anche tutte coloro che capiscono l’importanza di un progetto così bello”.

Oggi Sergio Pellissier non ha cambiato idea e dice: “Siamo cresciuti con costanza e determinazione portando avanti il progetto calcistico della Clivense. I tifosi, prima di tutto, sono i nostri beniamini che ci seguono con grande affetto. Avanti tutta per crescere, ogni anno con passione e amore per il calcio, sempre di più”. Domenica scorsa nella 28^ giornata di Eccellenza, la truppa allenata da mister Riccardo Allegretti ha battuto per 2 a 1 l’ostico Garda di mister Simone Cristofaletti. Aveva aperto le marcature Bridi al 37° del primo tempo per i rossoblu ospiti, ma poi è arrivata la pronta reazione della Clivense che ha pareggiato al 8° della ripresa del bomber Andrea Antenucci e trovato il gol del definitivo sorpasso con Andrea Errichiello che aveva regalato i tre punti alla compagine locale. Da notare che la gara giocata a San Martino Buon Albergo, campo dei clivensi, era iniziata con dieci minuti di ritardo perchè il Garda del presidente Vittorino Zampini aveva fatto controllare dal direttore di gara, il signor Omar Michele Zampieri della sezione di Rovigo, l’altezza delle due porte. Con questa vittoria la Clivense balza al comando e guida la classifica con 54 punti, e due gare in meno, seguita dall’Academy Plateola (due gare in meno) e dal Bassano a quota 52 punti. Quarta incomoda l’Ambrosiana con punti 51 e una gara in meno perchè domenica ha riposato. Ma come sta la Clivense? “Siamo sul pezzo e non abbassiamo mai la guardia – dice Pellissier -. Conoscevamo, prima di cominciare questo campionato, le insidie e le difficoltà dell’Eccellenza, una categoria dove nessuno ti regala assolutamente nulla. Ma andiamo avanti per la nostra strada solidi e con tanta voglia di vincere”.

Ora si è in attesa di sapere se e quando si ripeterà la gara Academy Plateola-Clivense che si sarebbe dovuta giocare oggi (il risultato finale di 3 a 0 non è stato omologato per un errore tecnico arbitrale). Tra ricorsi e contro ricorsi, la decisione in merito alla questione è ora in mano al Collegio di Garanzia del Coni. Bisogna mettere in campo tanta energia e forze fresche per dare l’ultimo scossone al campionato. La Clivense serra i ranghi ed è pronta allo sprint finale, come conferma Pellissier: “A mio giudizio si saprà solo all’ultima giornata di campionato il nome della squadra che salirà in serie D. Clivense, Bassano, Academy Plateola, Ambrosiana e Unione La Rocca Altavilla, sono tutte squadre che hanno tutto il potenziale per vincere. Serviranno muscoli, tanta testa e padronanza delle proprie potenzialità. Cinque ottime squadre che stanno infiammando un torneo di Eccellenza bello e combattuto. Una lotta avvincente che sta deliziando gli sportivi veneti. Noi, nelle prossime gare di campionato, dobbiamo cercare di alzare ulteriormente l’asticella. Ora, in attesa di sapere cosa deciderà il Coni in merito alla partita contro l’Academy Plateola, domenica prossima 12 marzo ospiteremo il Bassano di mister Ezio Glerean, una sfida difficile per tutte e due le contendenti”. Il sogno nel cassetto di Sergio Pellissier? “Che domande: vincere e ancora vincere!”

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
pioggia moderata
11.2 ° C
12.5 °
10.1 °
94 %
2.3kmh
100 %
Ven
12 °
Sab
11 °
Dom
12 °
Lun
11 °
Mar
14 °

I nostri social