15.7 C
Verona
domenica, 21 Aprile 2024

Ritorno play out di Eccellenza: il Valgatara ribalta lo 0 a 2 dell’andata e condanna alla retrocessione il PescantinaSettimo

Impresa del Valgatara di mister Andrea Matteoni che vince 3 a 0 a Pescantina e conquista la salvezza. I padroni di casa del Pescantina di mister Giovanni Orfei retrocedono in Promozione

Grande e meritata impresa, da libro cuore, dei ragazzi di mister Andrea Matteoni che ribaltano la sconfitta per 2 a 0 patita domenica scorsa a Marano di Valpolicella, e battendo per 3 a 0, al termine dei tempi supplementari un caparbio e mai domo Pescantina Settimo, conquistano la permanenza in Eccellenza. Una vittoria che consacra la maggior tenacia e la voglia di portare a casa il risultato pieno dei blaugrana ospiti. Il Pescantina Settimo, che ha forse pagato la troppa sicurezza per aver già tra le mani il 2 a 0 a suo favore, è capitolato con tre pesanti svarioni difensivi che gli sono costati la retrocessione in Promozione. Onore dunque al Valgatara che ora potrà pensare, già da questa settimana, a preparare i giusti ritocchi per la prossima stagione. I blaugrana sul campo di Pescantina hanno dato tutto è più di tutto compiendo un’impresa davvero epica. Ma torniamo alla partita.

Il Pescantina Settimo parte deciso e tranquillo, visto che ha dalla sua due gol di vantaggio e la possibilità di perdere 2 a 0 per salvarsi. Il Valgatara, invece, è un attimino contratto e preoccupato, ma comunque deciso a ribaltare il risultato dell’andata. Al 2’ di gioco arriva subito la prima doccia gelata per la squadra locale, Maicol Bonetti è bravo ed astuto ad infilarsi in area tra portiere e difensore e insacca l’1 a 0 che ridà speranze al Valgatara. Il Pescantina non si capacita di essere andato in svantaggio così in fretta ma non demorde e reagisce subito. Al 14’ punizione a giro di Manconi per l’accorrente Cailotto che sbaglia di poco il bersaglio pieno. Al 18’ di nuovo in azione il Valgatara con il pericoloso Bonetti, che di testa, manca la porta difesa dal classe 2003 Ferro. Due minuti dopo è Boni che s’invola in contropiede e da fuori area lascia partire una staffilata che sorvola di un soffio la traversa della porta difesa da Rossi. Più passano i minuti e più la gara è divertente, grande ritmo e belle iniziative offensive delle due squadre. Al 22′ Schults, libero davanti al portiere blaugrana, fallisce il possibile pari per il Pescantina. Il Valgatara ha il merito di restare con la testa lucida e la vivacità di Leso, giovane di talento puro che ha tutte le caratteristiche per emergere, regala brio alla manovra d’attacco ospite. A centrocampo i piedi buoni di Multari e la capacità di vincere i contrasti di Caia danno forza è qualità alla manovra ospite. Poco prima della mezz’ora Leso opera un passaggio smarcante per Bonetti che al momento di concludere a rete viene steso ingenuamente dal giovane difensore classe 2003 Edorado Iurato. Sul dischetto va lo stesso Bonetti che con freddezza spiazza il portiere di casa Ferro e sigla il 2 a 0 e la sua personale doppietta. Questo risultato porterebbe le due squadre ai tempi supplementari, il Pescantina Settimo lo sa e prova a porre rimedio. Al 36′ occasione per Schults che di testa spreca. Nei minuti finali del primo tempo il Valga ci crede sempre più e fallisce due buone occasioni, prima con Rambaldo e poi con il furetto Leso, spina nel fianco nella difesa locale. Il primo tempo si chiude sullo 0 a 2 per la squadra ospite.

Anche nella ripresa la gara è sempre combattuta e mai monotona. Il Pescantina si getta in avanti per cercare di risistemare le cose ma il Valgatara si oppone con ripartenze fulminee. Al 10′ esce di poco il tracciante del centrocampista d’ordine del Valgatara Marco Filippini. Al 16’ il Pescantina Settimo reclama un rigore per l’atterramento in area del genietto Nicolò Boni, ma il signor Targhetta di Castelfranco Veneto lascia correre. Al 18’ Rambaldo può regalare la salvezza al Valgatara ma la sua conclusione ravvicinata è parata con destrezza dal portiere Ferro. Al 26’ rovesciata in area di Bonetti fuori dallo specchio della porta. Due minuti dopo ancora Rambaldo spara da buona posizione ma il suo missile terra-aria non inquadra la porta. Al 35′ pericoloso il Pescantina con Concato che sbaglia un gol che poteva essere perfetto per rapidità di conclusione. Poi non succede quasi più nulla di rilevante e il 0 a 2 finale manda le due squadre ai tempi supplementari.

Nei primi quindici minuti dell’extra time le due squadre si punzecchiano ma si percepisce la grande tensione per la grande posta in palio. Nel secondo tempo supplementare però, Edoardo Caia tira fuori dal cilindro un colpo da mille e una notte e mette in rete per il terzo gol per gli ospiti che significherebbe la permanenza in categoria per il Valgatara. Il Pescantina Settimo è frastornato e non riesce più a serrare le file, si proietta con veemenza in avanti per trovare la rete che gli ridarebbe la salvezza. Ci sono attimi di nervosismo in campo e il vice allenatore del Pescantina Vincenzo Esposito viene espulso dal direttore di gara. I locali provano l’assalto finale ma non c’è più tempo e al triplice fischio finale del signor Targhetta di Castelfranco Veneto i giocatori del Pescantina, affranti e sconsolati, si accasciano in mezzo al terreno di gioco. Dall’altra parte la felicità dei giocatori del Valgatara che corrono sotto gli spalti del “Galdino Pinaroli” di Pescantina per ricevere gli applausi dei propri tifosi e dirigenti.

Negli spogliatoi grande delusione e bocche cucite da parte dei giocatori e dirigenti del Pescantina Settimo, mentre il raggiante mister ospite Andrea Matteoni dice: “Mi godo una salvezza molto emozionante e davvero bellissima. Complimenti ai miei giocatori che hanno saputo interpretare nel migliore dei modi la partita”. Gli fa eco il presidente del Valgatara Silvano Caliari che aggiunge: “Una vittoria sudata e molto sofferta. Una salvezza incredibile e per quanto visto in campo direi anche meritata”. Chiude vice allenatore del Valgatara Michele Mezzacasa, che dice: “Abbiamo ribaltato il risultato dell’andata con una partita avvincente e determinata. Mi dispiace solo di essere stato apostrofato malamente, negli spogliatoi, da qualche dirigente del Pescantina Settimo. Cosa che mi fa molto male e che condanno”. Tra i tanti complimenti arrivati subito al Valgatara quelli di Roberto Pienazza, che ha allenato per anni il Valgatara, e quelli di Siro Franceschetti ex giocatore del Valga ora in forza alla Fumanese.

Pescantina Settimo-Valgatara = 0-3 dts (0-2)
Pescantina Settimo: Ferro, Colella (11’st Brunelli), Rossi, Cappelletti (31’st Ambrosi), Iurato, Bertasi, Boni, Zamboni (13’st Vicentini), Schults, Manconi (34’st Jackson), Cailotto. All. Giovanni Orfei
Valgatara: Rossi, Goularte, Cottini, Marco Filippini, Pisani, Foroni, Rambaldo, Multari, Pietro Filippini, Bonetti (38’ st Fittà, 14’ pts Padovani), Leso (19’ st Porcelli). All. Andrea Matteoni
Arbitro: Marco Targhetta di Castelfranco Veneto
Reti: al 2° e 27° su rigore Bonetti, al 109° Caia

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
15.7 ° C
16.7 °
14.7 °
35 %
2.6kmh
40 %
Dom
16 °
Lun
7 °
Mar
12 °
Mer
12 °
Gio
11 °

I nostri social