20.8 C
Verona
domenica, 26 Maggio 2024

Alessandro Carminati crede nella forza dell’Olimpica Dossobuono

E’ contento della bella vittoria ottenuta domenica scorsa dalla sua squadra, l’Olimpica Dossobuono, che ha voglia di raggiungere la capolista Alba Borgo Roma in testa alla classifica, il difensore fluidificante, che spesso si proietta in avanti con le sue veloci e fulminee sgroppate Alessandro Carminati, classe 1990 al suo terzo anno con la divisa della squadra giallorossa del presidente Rinaldo Campostrini. Il desiderio di rimanere ancora una volta al Dossobuono è stata una scelta di vita. Innamorato del blasone del sodalizio nato ai tempi delle olimpiadi romane nel 1960, e attratto dal calore della dirigenza e dei tifosi che coccolano sempre i giocatori giallorossi. “Qui posso giocare proprio come piace a me – confessa Carminati -, chiaramente sotto le direttive del mio mister Matteo Meneghetti, lontano dalle grosse pressioni ed esprimendo in campo quando sto bene fisicamente e tutto il mio potenziale. L’Olimpica è una società solida che ha sempre mantenuto quello promesso, sono contento di giocare qui e voglio rimanerci a lungo”.

Domenica scorsa la squadra ha sofferto ma alla fine ha gioito battendo 3 a 2, in una partita molto combattuta, il Cadidavid, una delle squadre favorite al salto in Promozione che ha in panca un brillante e serio allenatore, Fabrizio Sona, che ha tante promozioni alle spalle. Risultato importantissimo che rilancia le ambizioni della brigata di mister Meneghetti. “Devo dire che non mi sono annoiato domenica scorsa in campo – aggiunge Carminati -. Conoscevano la struttura di squadra e le qualità del biancazzurri, soprattutto con il duo d’attacco formato da Avesani e Falavigna, due signori giocatori che sono sprecati in Prima categoria. Il Cadidavid ha giocato bene, soprattutto nel secondo tempo, aumentando di ritmo e dettando il gioco. Sul 3 a 2 per noi loro avrebbero potuto pareggiare la sfida con una traversa piena colpita da un difensore ma per fortuna non ci sono riusciti”.

L’ex PescantinaSettimo Stefano Bonato, arrivato questa estate in giallorosso, con i suoi 5 gol finora realizzati ha dato più peso all’attacco giallorosso assieme all’ex Povegliano Dritan Gordi e al capitano Lorenzo Baraldi. Ora, con questi 3 punti, il Dossobuono può guardare con positività al futuro: “Abbiamo 12 punti dopo 7 partite giocate e siamo lì, nelle prime posizioni, al 4° posto della classifica. Sta andando a velocità supersonica l’Alba Borgo Roma di mister Devis Padovani che comanda con 17 punti. L’Unione Lugagnano, che non molla con 16 punti, non sembra aver pagato lo scotto della fusione fra le due società mentre il San Zeno di mister Strazieri, che ci precede di un solo punto, è una squadra solida.

Con la vittoria di domenica contro il Cadidavid, abbiamo dimostrato di poter avere anche noi qualche ambizione di promozione. Non dobbiamo però perderci per strada, domenica andremo a trovare il San Zeno, un big match da giocare nella “busa”sanzenate, campo storico e sempre ostico. Dobbiamo entrare in campo sereni e giocarci nel nostre carte senza timore”.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
20.8 ° C
21.1 °
19.1 °
70 %
0.5kmh
53 %
Dom
20 °
Lun
24 °
Mar
21 °
Mer
23 °
Gio
20 °

I nostri social