14.2 C
Verona
domenica, 21 Aprile 2024

Il punto sul girone “A” di Promozione: 23^ giornata

Comanda sempre il Mozzecane a +3 dal Team S.Lucia Golosine, l'AlbaredoRonco - sconfitto in casa dai lupatotini del superbomber Luca Marastoni - manca l'occasione di raggiungere al 3° posto l'Oppeano che pareggia a Lugagnano. In coda, arrancano Cadidavid, Isola Rizza Roverchiara e la Pro Sambonifacese che retrocede con 3 turni di anticipo.

Il pallone – si sa – da qui al termine del campionato scotta; ed, allora, quando l’occasione lo richiede, anche il punto fa comodo sia per chi è in alto per continuare a mantenere lo scettro sia per chi deve portarsi in salvo per mantenere in movimento la classifica. Ed è quello che è successo ieri pomeriggio, nell’ambito della 23^ giornata del girone “A” di Promozione veneta. La testa della classifica non cambia anche se la capolista Mozzecane – priva ancora di Brito e di Arabia – e l’inseguitrice Team S.Lucia Golosine devono entrambe “accontentarsi” del punto rimediato con un pareggio. Al “Pelaloca” di Cerea, “El Mozze” di mister Mario Colantoni strizza l’occhiolino al colpaccio grazie al n.2, il duemillenario Luca Lavarini, ma intorno alla mezz’ora della ripresa il sogno dei 3 punti svanisce a causa del rasoterra imprendibile scoccato dal numero 11 dell’Atletico Città di Cerea, guidato da Gianluca Corso, il classe 2001 Andrea Miatton. Restano, dunque, sempre 3 i punti di distacco tra la capolista Mozzecane e l’inseguitrice Team S.Lucia Golosine del trainer Alessandro Ghirigato, ieri fermata sullo 0 a 0 al “Paolo Maggiore”, in casa del Pedemonte di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato, quart’ultimo a 28 punti e forte di una buona striscia di risultati utili consecutivi ben rassicuranti circa le sorti dei pedemontani, sempre impegnati ad evitare le sabbie mobili dei play out (3 vittorie e 3 pareggi nelle ultime 6 gare). Al 3° posto a 39 punti c’è l’A.C. Oppeano di mister Andrea “Pirlo” Corrent: i “bianco-rossi del Piganzo” rientrano dal “Guglielmi” di Lugagnano con uno 0 a 0 che non li soddisfa per aver cercato di far proprio il bottino intero contro i giallo-blu di mister Egidio D’Orazio. Una bella occasione per agguantare il terzo gradino del podio è sfuggita ieri, all'”Erasmo Zamperlini” di Ronco all’Adige, all’AlbaredoRonco di mister Mauro Pollini. Di fronte, un San Giovanni Lupatoto di mister “Hellas” Simone Marocchio, il quale doveva dimenticare tre cocenti sconfitte consecutive, alle quali ha reagito con una certa combattività e imponendosi per 0 a 2, grazie alla doppia griffata dallo straordinario classe 2002, Luca Marastoni (“Sarebbe il giocatore che vorrei avere nel mio giardino”: così lo ha elogiato il coach mozzecanese Mario Colantoni”), prima servito da un traversone da destra a sinistra di Michael Bissoli e poi da un assist propinatogli da Riccardo Meggiorini, inserito a metà circa della ripresa da mister Marocchio. Per gli albaredoronchesani, peccato per un paio di occasioni sprecate – clamorosissima quella capitata a “Varenne” Giovanni Lorenzi -, classe 1992, il quale, a ridotta distanza dall’ex Riccardo Bertacco (ex anche il buttapietrese maestro di tennis, Riccardo Carpene), non incornava con precisione la sfera in rete.

Chi si è andato a prendere tre punti preziosi per la propria classifica deficitaria è l’A.C. Cologna Veneta di mister Omar Lovato: sull’impianto di via Sabbionare, a Isola Rizza, vittoria per 0 a 1 dei “giallo-blu del mandorlato” a spese degli “spallini del Piganzo” di mister Lucio Merlìn, colpiti a morte da una punizione calciata da una ventina di metri dal classe 1999 Nicolò Moro (giocatore ex Aurora Cavalponica), nonostante gli isolarizzani hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, hanno tentato il tutto per tutto per fare loro l’intero bottino in palio. Al “Guglielmi”, in rione Sacra Famiglia, capitola – 0 a 2 – l’A.C. Cadidavid di mister Fabrizio Sona al cospetto di un’Audace calcio del mister e chef di alto bordo Matteo Biroli, il quale affida al classe 1993 Manuel Marcolini e ad Enrico Dalla Mura il compito di travolgere la difesa dei bianco e blu dello storico diesse Adelino Biondani. I cadidavidesi del presidente Ermanno Dosso rimangono quindi al terz’ultimo posto a quota 23 punti, con alle loro spalle a 18 l’Isola Rizza Roverchiara e a 14 punti la Pro Sambonifacese di mister “Totò” Salvatore Mantovani che ieri sul sintetico di Santa Lucia è stata gambizzata per 4 a 1 dalla Pol. Virtus B.Venezia di mister Andrea Annechini. Il gol della bandiera per i rossoblù pro-sambonifacesi ospiti lo realizza il difensore classe 1993 Loris Marcazzàn, mentre per i poli-virtussini hanno gridato “goool!” il valpolicellese Simone Armani, classe 1997, il classe 1998 George Taylor, il duemillenario ed ex lupatotino Nicolò Cengiarotti e il giovane Pasquazzo. Con questa sconfitta la Pro Sambonifacese saluta il campionato di Promozione con tre turni di anticipo perché anche raggiungendo il Cadidavid a 23 punti sarebbe comunque troppo distante dalla nona in classifica che è attualmente il Cologna Veneta con 31 punti che ad ora sarebbe salvo visto che la distanza con la terz’ultima (il Cadidavid) è maggiore di 6 punti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
14.2 ° C
15.9 °
11.5 °
48 %
6.7kmh
40 %
Dom
14 °
Lun
10 °
Mar
13 °
Mer
12 °
Gio
14 °

I nostri social