14.2 C
Verona
domenica, 21 Aprile 2024

Il punto sul girone “D” di Seconda categoria: 25^ giornata

La Clivense ferma sullo 0 a 0 il San Giovanni Ilarione e per il Borgo San Pancrazio è sorpasso e di nuovo primato! La Scaligera Lavagno è sempre più terza e spera ancora nei play off, "manita" della Provese al Gazzolo 2014.

 A 90 e poco più di minuti dal termine del campionato, la Clivense si salva e riapre come un’anguria il discorso-scudetto, quello tra il Borgo San Pancrazio di mister Gianluca Bortolato e Gentjan Cani e il San Giovanni Ilarione affidato ora a mister Grigoli. Infatti, i “leoni della Lessinia orientale” al “Comunale” di via Tanaro vedono accendersi al loro passaggio non la lucetta color verde, nè quella rosa, ma quella arancione del mezzo stop da osservare: è lo 0 a 0 che fa accusare ai biancazzurri del diesse Omar Rossetto il sorpasso al vertice da parte dei loro instancabili rivali. I “gatti bianco-viola” di Porto San Pancrazio, infatti, si sudano la vittoria andando a vincere – 2 a 4 – all'”Ugo Fano”, in casa di una delle più qualificate ed agguerrite compagini, il Colognola ai Colli. Per i colligiani nerazzurri del mister e psicologo Manuel Pauciullo, quarti a 47 punti, ovvero a -7 dalla Scaligera Sporting Club Lavagno e a +2 sull’U.S. Provese, la cacciano dentro il classe 1998 Manuel Gugole e il 1996 Mattia Donini; per i “gatti” del presidente Adelino Perbellini graffiano forte (due volte) l’ex virtussino Davide Castellini, classe 2001, il 2002 Michele Piva e ancora l’ex Lessinia Patrick Marcolini, classe 1996. La classifica, quando manca un solo ostacolo da affrontare, vede in testa il Borgo San Pancrazio a 62, poi, il San Giovanni Ilarione a 61 (a oggi non ci sarebbero i play off), la Scaligera Sporting Club a 54, l’A.C. Colognola ai Colli a 47 e l’U.S. Provese a 45 punti.

Scaligera Lavagno di mister Roberto Albertini, la quale va a maramaldeggiare per 0 a 4 al “Novilio Bianchi” di Santa Maria di Zevio, casa della Nuova Cometa di mister Christian Piasere. I marcatori per il club di Lavagno sono: Matteo Bogoni e il bomber classe 1999 Juliano Ortega, autore di un fantastico tris e giunto a 20 reti. L’U.S. Provese di mister Freddi “Mercury” Serato rifila una “manita” non secca, ma ustionante sì, al Gazzolo 2014 di mister Christian Masetto (in rete con il solo Antonio Fiorenza). Per i rosso-neri del club della frazione di San Bonifacio, bel turn over realizzativo, con al bersaglio il centrocampista 1993 Martin Hoxha, il bomber immarcescibile Anthony Gambin, il 1989 Federico Tregnaghi, con il dr in Legge (e in Scienze Calcistiche) Pierluigi Dal Bosco e con Federico Verzè. L’A.C. Sambonifacese evita la capitolazione casalinga – 2 a 2 – grazie alla mira di Giacomo Castagnaro, autore di un’importante doppietta, che ha permesso di far pari con le acuminate “frecce rosse” del Soave guidato dal sanmartinese Antonio Vandin (in rete grazie a Gambaretto e all’avanti 1992 Matteo Olivieri. 2 a 2 anche al “Valentino Mazzola” di Monteforte d’Alpone, tra il Monteforte Valdalpone di mister Mirko Danese e l’Intrepida del “sergente dei marines” Antonio Donatiello; capaci – i rosso-neri del club di Madonna di Campagna – di rimontare le due iniziali reti avversarie griffate dal 2004 Eros Panà e dal 1999 Christian Da Campo. Rimonta materializzatasi grazie ai gol del 1997 Davide Bellomi (ex Atletico Squarà) e da Davide Doardo. L’Ares Calcio Vr di mister Martin Marrone non riesce ad andare oltre l’1 a 1 contro il Noi La Sorgente: entrambe le marcature scoccano nella ripresa, a firma del bomber ospite, il 1998 Francesco Conti, e del pareggio raggiunto dal 2000 aretino Martino Ziliotto.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
14.2 ° C
15.9 °
11.5 °
48 %
6.7kmh
40 %
Dom
14 °
Lun
10 °
Mar
13 °
Mer
12 °
Gio
14 °

I nostri social