8.3 C
Verona
domenica, 3 Marzo 2024

Il punto sui gironi “A” e “B” di Prima categoria: 11^ giornata

Girone “A”: E’ sempre l’Olimpica Dossobuono di mister Giordano Rossi a fare l’andatura nel raggruppamento “A”, ora giunta a quota 28 punti. Ieri, per i giallo-rossi del presidente Lucio Feder ancora una vittoria, questa volta, a domicilio – 0 a 1 -, in casa del Valpolicella di mister “Trap” Matteo Meneghetti, sempre al 3° posto con 23 punti, ora in compagnia dell’A.C. Cadidavid e del Consolini. Quando mancano pochi secondi allo scadere, è Samuele Olioso, classe 1998, a battere la “vecchia sequoia” dell’estremo difensore Mauro Faettini. Si risveglia, dopo due sconfitte consecutive, il Quaderni di mister Marco Aroldi: i “nero-verdi della Postumia” regolano 2 a 0 – l’A.C. Cadidavid del coach Stefano Ghirardello e blindano il 2° posto a quota 27 punti. Entrambe le marcature maturano nella ripresa e sono a firma del duemillenario Mattia Turrina e del talentuoso mancino, il classe 1999, ex Mantova, Mattia Franchini. Terzi, appaiati al trespolo n.23, il Cadidavid e il Consolini: quest’ultima formazione, affidata allo skipper Luca Bozzini (diesse è Mauro Truschelli), sgretola (4 a 1) all'”Adolfo Consolini” la Scaligera di mister Fabio Di Nicola, sempre sul fondo della classifica, a quota 2 punti. Per i costermanesi, la cacciano dentro Davide Toffali, Emanuele Bianchini, l’ex Garda Enrico Rossi, classe 1999, e l’avanti Alberto Frezza. Per i giallo-rossi di Isola della Scala, non sbaglia colpo il solito Tommaso Ziviani. Sul sintetico di Cassone, vittoria-riscatto di un Malcesine amletico, altalenante in fatto di continuità di risultati: gli alto-gardesani di mister Stefano Marchiori schiacciano – 3 a 0 – il Bussolengo di mister Nicola Martini, da alcune settimane in fase calante, a fronte del convincente, rassicurante inizio di campionato. Per i bianco-granata del presidente Simeone Casella, urlano “goool!” Andrea Marconi, Serxhio Avdullari (2001) e Denis Andreis, classe 2006 (gulp!).

Al “Manuel Cerini”, il Peschiera di mister Lucio Marconi cala il “poker” – 4 a 0 – al cospetto dell’Alpo Lepanto del “condukator” Massimiliano Signoretto, e gli arilicensi – ora a 11 punti – si avvicinano ai giallo-verdi appena sconfitti, rimasti a 13 punti in compagnia di Malcesine e del Real GrezzanaLugo. Venendo ai marcatori dei rosso-blu arilicensi, doppietta dell’ex Povegliano ed ex Isola Rizza Roverchiara, Alin Birlea, classe 1996, e assoli dell’avanti classe 2002 Simone Fornari (anche lui in gol come il fratello Jacopo col Villafranca) e dell'”ever-green”, il classe 1984 Luca Domenegoni (su rigore). Seconda vittoria stagionale per il Lazise di mister Andrea Urbenti: 3 a 0 al “Comunale” di via Strada delle Greghe, vittima il Calmasino di mister Peter Taccardi. Per i lacisiensi del massimo dirigente Alfio Brunazzo e del molto documentato diesse Luca Dorizzi, reti…fruttuosamente lanciate nell’acqua dolce da Nicolò Residori, Tommaso “Ronzio” Ronzetti (1992) e dalla punta datata 2003 Giovanni Amicabile. Gol a grappoli sul sintetico di Lugo: 4 a 3 per il Real GrezzanaLugo di mister Luca Tosi, preda prestigiosa è il Lugagnano di “Top Gun” Vasco Guerra (per i suoi, hanno fatto centro nell’effimero tentativo di rimonta Michele Perozzi, classe 1994, l’ex Pastrengo Alessandro Brentegani, classe 2001, e l’esperto (1994) difensore Leonardo Lipizer). Addirittura, in triplice vantaggio secco i nero-verdi valpantenati grazie a Pietro Marogna, classe 2003, ad Elia Veronesi, classe 2005, e al 2002 Filippo Vallenari. Ma, il 4° gol è di proprietà…privata di Emanuel Ofori, “bocia…in gamba davvero!…del ’99”.

Una giornata da record di gol quella di ieri nel girone A di Prima categoria, ne sono stati realizzati ben 31 in 8 partite con una media di poco meno di 4 reti a partita, a questo ha contribuito anche il pirotecnico e spettacolare 3 a 3 tra la Montebaldina Sona United di mister Emanuele Bertoncelli e il Borgo San Pancrazio di mister Manuel Pignatelli. Per i gialloblù padroni di casa, fanno “bingo!” “panzer” Zurabi Zumbadze, ex Pol. Virtus Borgo Venezia, classe 2001, e, in operazione di sorpasso sull’avversario dopo il temporaneo pari del bianco-viola Davide Bellini, Fittà e Muzza. Gli altri due “graffi” dei “gatti del Porto” sono stati sferrati dai bianco-viola Erineu Iala e dal classe 2001 Luca Facincani.

Girone “B”: Il big match del raggruppamento “B”, quello svoltosi al “Nicola Pasetto”, tra il “cacciatore” (ora ex) ASD Pozzo di mister Walter Bampa (ex di questa sfida) e la “lepre” (ora ex) Nogara del collega mantovano Marco Goldoni sorride ai padroni di casa: 2 a 1. I rosso-blu pozzani del vice allenatore Bledar Mbrati, ottenendo la 6^ vittoria (tante sono quelle del “nuovo condomino”), perfezionano l’operazione-aggancio al vertice dei 21 punti nei confronti dei “bianco-rossi del Tartaro” del presidente, il commercialista Gianni Frignani, già in frac per ritirare l’ambita benemerenza dai vertici regionali della FIGC. A passare in vantaggio per primi, gli ospiti grazie al “Polacco” Kevin Ambrosi, classe 1999. La reazione dei pozzani non tardava a farsi sentire e prima Soleymane Sangare (1996) e poi capitan Lorenzo Galassin rovesciavano come un guanto il verdetto nella ripresa. Quindi, ora al vertice della graduatoria del girone cosiddetto della bassa abbiamo due compagini a quota 21: l’ASD Pozzo e il Nogara del diesse Celestino Poli. Sul terzo gradino, a 20 punti, le Alte Ceccato di mister Davide De Forni: ieri vittoria a domicilio – 0 a 3 al “Cavallaro” di Bovolone – per i giallo-rossi del presidente Ivan Chiari, frutto della doppietta di quel grande giocatore che fa trasparire umiltà da tutti i pori della pella, Stiven Sinaj, classe 1993 (doppietta per l’ex San Giovanni Ilarione, la quale si aggiunge alla sfortunata autorete del difensore 2001 Denis Rexhepi. Giocatore che gioca sull’esterno e che ha sempre dato il cuore in ogni gara: è beniamino anche dei tifosi bovolonesi). Al 4° posto, a 18 carati brillano appaiate l’A.C. Tregnago e l’SSD Valdalpone Monteforte del mister e sarto di alta moda Francesco Boron.

E, sono proprio i giallo-blu alto-valligiani tregnaghesi guidati da mister Andrea Merzari a perfezionare l’operazione-aggancio aggiudicandosi grazie al gol – 0 a 1 – griffato da Nicolas Tagliapietra, la trasferta giocatasi a Montecchia di Crosara. Alle loro spalle, a un solo punto – esattamente a 17 punti – alita l’Isola Rizza Roverchiara di mister Lucio Merlìn, ieri, nell’impianto di via Sabbionare bloccato sull’1 a 1 dallo Zevio di trainer Andrea Scardoni. In vantaggio, nel primo tempo, i bianco-neri grazie alla generosa “pantera” Antonio Amponsah (1996), la ripresa vedeva gli “spallini del Piganzo” raggiungere il pari grazie a un’assolo di Michel “Platini” Visentini, ex Oppeano. Entrambe le avversarie hanno cercato fino all’ultimo respiro di prevalere l’una sull’altra, ma, alla fine i due portieri – Michele Fiorin, classe 1998, per gli zeviani, e l'”eterno” (1986) Alberto Lanza per gli isolarizzani-roverchiaresi non sono stati costretti a sostenere gli straordinari. Doppio giallo sventolato al bianco-nero ospite Nicola Bertasini, classe 1995: tra il forte disappunto del presidente zeviano Giorgio Sambugaro, il quale, nella prossima gara al “Leo Todeschini”, contro il Locara, dovrà fare a meno di una pedina importante del suo scacchiere. Primi 90 e più minuti giocati da Andrea Cerchier, ripresosi da un fastidioso infortunio. Grande il lavoro svolto dal n. 4 dello Zevio Giacomo Marconcini, classe 2003. Con il n. 3, sempre degli ospiti, il volonteroso difensore Giovanni Fracaro, classe 2004, figlio di Jacopo, ex portiere del Grande Tregnago.

Sta vivendo un momento magico la Pro Sambonifacese di mister Davide Peroni: ieri i “rosso-blu dell’Est” del factotum Claudio Fattori hanno espugnato – 0 a 1 – il “Valentino Frigotto” di Locara. A decidere, ad una decina di minuti al termine, il sambonifacese Tommaso Zaninello. Colpaccio anche di un’altra squadra, la quale sta risalendo la china della bassa classifica: parliamo del Bonavigo di mister Matteo Zancanella, il quale fa la voce grossa – 0 a 1 – nientepopodimeno che in casa del Tezze, al “Piacentini e Concato”: successo esterno ottenuto proprio grazie al gol firmato da Simone Frison, classe 1997, a quota 14. Dove sosta anche il Dorial di mister Devis Padovani, gruppo in ascesa all’indomani del fruttuoso avvicendamento con il trainer casaleonese. Sull’impianto di La Rizza di Villafranca, 2 a 0 della Dorial a spese dell’Illasi di mister “Zaccheroni” Antonio Ferronato (in rete, Maxime Vauvert, classe 1998, e il vigasiano Davide Falavigna, classe 1987). A Brendola, semaforo verde per il PGS Concordia Borgo Milano di mister Daniele Lo Presti: 1 a 2, in casa dei vicentini allenati da Mauro Crivellaro, in illusorio pareggio con il 1989 Matteo Camerra. Per i bianco-viola del “presidentissimo” Marco Giavoni, la differenza la fanno “Il Conte della Mambrotta” Francesco Pellegrini, classe 1992, e Federico Cristanini, classe 1997. PGS e Pro Sambonifacese, entrambe a 16 punti.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
8.3 ° C
10 °
7.6 °
93 %
1.5kmh
40 %
Dom
13 °
Lun
13 °
Mar
15 °
Mer
13 °
Gio
12 °

I nostri social