11.3 C
Verona
domenica, 17 Ottobre 2021

Primavera 3: Il Legnago vince 3 a 1 a Trieste

Quarta vittoria consecutiva e 4° posto in classifica per i ragazzi di mister Alessandro Montorio

Il Legnago Salus, nel recupero della 10^ giornata del campionato Primavera 3, giocato mercoledì contro la Triestina, vince per 1 a 3 in trasferta e colleziona la quarta vittoria consecutiva agganciando in classifica, al quarto posto con 17 punti, gli altoatesini del Sud Tiröl. I bianco azzurri del bussè sono in formissima e lanciatissimi verso le prime posizioni di questo difficilissimo girone B, il successo esterno certifica lo stato di grazia fisico e tecnico della squadra di mister Montorio. Ricordiamo che la formula del campionato Primavera, in seguito alla riforma del prossimo anno, prevede la retrocessione in primavera 4 delle ultime 4 squadre classificate e la permanenza in categoria per le prime 4 classificate, con la promozione in “Primavera 2” per la sola prima classificata, posizione occupata con autorevolezza dalla formazione bergamasca dell’ Albinoleffe. Tornando alla gara, sul nuovissimo manto sintetico dello stadio “San Sergio” di Trieste, in zona Domio, si affrontano quindi le due compagini di Triestina e Legnago Salus, “eroe di giornata” è stato il forte attaccante legnaghese classe 2002 Previs Melaca autore di una sontuosa doppietta che regala altri 3 preziosissimi punti a mister Montorio, (trainer Veronese in “rampa di lancio” e attuale protagonista di alcuni importanti “rumors” di mercato).

Ma veniamo alla cronaca, i biancazzurri partono subito forte cercando di fare la partita e tenendo alti i ritmi i gioco, la fase di studio vede un buon possesso palla del Legnago anche se non accade quasi nulla fino al minuto 12 quando Previs Melaca propone in accelerazione un taglio dentro da destra verso sinistra alle spalle della difesa alabardata, e, servito splendidamente da Luca Zanetti, si trova a tu per tu con l’estremo di casa De Luca (classe 2003 ) freddandolo con uno stupendo pallonetto che si insacca per l’1 a 0 ospite. La segnatura anima la partita con la Triestina che vuole a tutti i costi agguantare il pari e con i legnaghesi che cercano di gestire palla, il tutto produce un gioco stagnante che non produce azioni degne di nota fino al 36° quando sempre Luca Zanetti (autore di un ottima gara) decide di rompere gli indugi strappando di forza sulla fascia destra trovando lo spazio per crossare forte rasoterra in area per l’accorrente Previs Melaca che si fa trovare pronto all’appuntamento e di piattone insacca il 2 a 0. La partita sembra in controllo dei veronesi che però al minuto 42 eccedono di sicurezza nella gestione di un lancio lungo rimpallando palla malamente di poco fuori area sui piedi del forte attaccante classe 2002 dei biancorossi Corrente il quale non ci pensa due volte e fredda Calabretta con un tiro potente e preciso che sancisce l’1 a 2.

Si va così al riposo con il vantaggio del Legnago ma con la Triestina ringalluzzita per essere riuscita ad accorciare le distanze. Mister Montorio sfrutta uno slot di cambi a fine primo tempo sostituendo Berini per Albertini e Saviato per Vukovic lasciando inalterato lo scacchiere ma dando nuova linfa al motore dei legnaghesi. I triestini in settimana hanno sostituito l’allenatore Michele Campo con il nuovo trainer Stefano Lotti con l’intenzione di dare la famosa “scossa” ad una rosa notevole che però inspiegabilmente occupa l’ultima piazza della classifica del girone B, e la mossa bisogna dire che ha dato i suoi frutti perché i bianco Rossi appaiono coriacei e determinati come non mai a rimettere in carreggiata l’incontro e non fare la parte della vittima sacrificale.

 Così nella ripresa col tridente Corrente-Catania-Cerrato chiama a rapporto l’estremo difensore del Legnago Lorenzo Calabretta in diverse occasioni nelle quali il portiere classe 2004 ex Vicenza si fa sempre trovare presente e vigile sulle conclusioni dalla distanza concesse dalla difesa biancazzurra. Scorre così via via il cronometro fino al minuto 70 quando il solito Zanetti completa il “suo quadro” pennellando dal limite dell’area un diagonale a fil di palo che non lascia scampo a De Luca siglando appunto la rete del definitivo 1 a 3 che conclude di fatto la disputa. Dopo la girandola dei cambi, che vede per il Salus gli inserimenti di Mariotto, Alberti e Pasini, la partita non concede più occasioni degne di nota e si conclude così un incontro piacevole ben giocato e ben gestito da un Legnago Salus che sembra maturo al punto tale da poter davvero tentare “la missione impossibile” (almeno così sembrava ad inizio anno) di insidiare le prime posizioni di quello che a detta di tutti è il “girone di ferro” della Primavera 3, vedremo se sarà così, al campo l’ardua sentenza.

Abbiamo sentito telefonicamente mister Alessandro Montorio per una riflessione sulla gara e sulle ultime tre giornate di questo avvincente campionato: “Questa partita nascondeva delle insidie, intanto si trattava della trasferta più lunga della stagione da giocarsi in turno infrasettimanale, con conseguente “levataccia” dei miei ragazzi con ben 4 ore di pullman necessarie per giungere a Trieste, e come se non bastasse solo 3 giorni dopo l’impegno di sabato scorso contro il Sud Tiröl che ha rappresentato per noi un notevole dispendio di energie. Quindi sono doppiamente soddisfatto del risultato e della prestazione perché nonostante un necessario piccolo turnover abbiamo comunque fatto bottino pieno meritatamente certificando nuovamente, qualora fosse stato necessario, che la nostra forza sta nel gruppo e nel contributo di tutti. Basti pensare che oggi siamo il secondo attacco più prolifico di tutta la “Primavera 3″ con 25 reti all’attivo dietro solo alla FeralpiSalò a 26. I tre attaccanti del nostro tridente (Gugole, Melaca e Albertini) sono tutti a quota 6 reti e in piena corsa per la classifica di miglior marcatore del torneo, cosa che la dice lunga sulla personalità e sull’atteggiamento offensivo della squadra e sull’imprevedibilità dei miei attaccanti che stanno segnando davvero tanto ed in tanti modi diversi, così come imposto dal mio “credo calcistico”. Ancora non so cosa ci riserverà il futuro, di certo siamo al massimo dei giri del nostro motore da un po’ e all’orizzonte abbiamo ancora 3 gare contro tre vere e proprie corazzate come Albinoleffe, Padova e Feralpisalò che si stanno giocando il primo posto in classifica. Noi di certo non staremo a guardare e proveremo con tutte le nostre forze ad entrare nella storia del Legnago Salus regalandoci la permanenza in Primavera 3, confidando che per la nostra società sia un risultato da affiancare alla gioia della permanenza in Lega Pro della prima squadra che proprio sabato prossimo dovrà posare l’ultimo tassello per completare un puzzle storico e meritato per tutta Legnago”.

Domani per la 12esima giornata sono in programma alle ore 13.00 Albinoleffe – Legnago Salus, alle 15.00 Feralpisalò – Triestina, Südtirol – Padova e Virtus Verona – Pergolettese.
La classifica “Primavera” 3 dopo 11 giornate:
26 Albinoleffe *
19 Feralpisalò *
18 Padova **
17 Legnago Salus
17 Südtirol 
8 Pergolettese
7 Virtus Verona
4 Triestina
* partite da recuperare

La redazione di www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
11.3 ° C
14.1 °
9.2 °
81 %
1.5kmh
0 %
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
18 °
Mer
19 °
Gio
15 °