Roberto Cammalleri riparte dalla Montebaldina Consolini

691

Ama il calcio dilettantistico e tutte le sue sfaccettature, Roberto Cammalleri cerca sempre di intraprendere nuove avventure accasandosi in nuove squadre. Operoso, come non mai, ha in testa il suo progetto di far diventare grandi i giovani portieri che la società gli mette ogni anno a disposizione. Abile musicista, passa molte serate, sopratutto in estate, a ripercorrere i successi anni sessanta, e si diverte anche a commentare, con giudizio, come ospite su TeleNuovo del giornalista Gianluca Vighini, le gare in serie A dell’Hellas Verona. L’ultima notizia è che Roberto è da pochi giorni il nuovo allenatore dei portieri della Montebaldina Consolini che milita nel girone A di Prima categoria. Abbiamo fatto alcune domande al simpatico “baffo” della Valpolicella. Roberto inizi un nuovo percorso a Caprino, che ci dici? “Se devo essere sincero, dopo aver lasciato il Croz Zai, ho ricevuto diverse offerte come allenatore dei portieri. Avevo voglia di cambiare, ho vagliato le proposte e mi è piaciuta quella del presidente Davide Coltri della Montebaldina. Amo allenare i portieri e conoscere nuovi giocatori e dirigenti. A Caprino ho trovato il giusto ambiente lontano dalle grosse pressioni. Quì puoi lavorare con tranquillità e dare il tuo contributo senza problemi. La società è organizzata e sa cosa vuole, quindi sono felice della mia scelta”.

Quali sono gli obiettivi di quest’anno della Montebaldina? “Fare bene e conquistare più punti possibili. Il campionato prevedo che sarà lungo ed articolato. Il girone A di Prima categoria è sempre tosto e difficile. E’ presto per formulare giudizi ma se devo allora metto al primo posto l’Alba borgo Roma, squadra di tradizione con un bravo mister, Devis Padovani, che dispone giocatori di qualità. Senza dimenticare il Cadidavid dell’esperto mister Fabrizio Sona, l’Olimpica Dossobuono di mister Matteo Meneghetti, il Lugagnano di Nicola Santelli e il Caselle di mister Giuseppe Bozzini che potrebbe essere la sorpresa. La qualità e la quantità a queste squadre non manca”. E’ la tua Montebaldina? “Ci stiamo facendo. Stiamo cercando tutti assieme la consistenza che ci manca e la giusta quadratura del cerchio. Le prime due partite non sono andate bene ma ho visto nei ragazzi la voglia di riproporsi”. Domani andate a far visita al Concordia di mister Ivo Castellani, un tuo grande amico, visto che all’Arbizzano hai lavorato benissimo con lui, che partita ti aspetti? “Loro dopo due partite hanno un punticino, ma la classifica, per adesso, non va osservata. Sarà una sfida da tripla perchè noi vogliamo portare a casa i tre punti. Il Concordia è una bella squadra e in casa sa farsi valere. Dobbiamo stare molti attenti per non farci troppo male. Ci mancheranno giocatori importanti ma sono positivo, come sempre”.

Unione d’intenti a Caprino, dove continua il progetto di collaborazione tra Garda, Montebaldina e Valdadige, che ne pensi? “Direi bene, vogliono far crescere assieme giovani talenti e dandosi una mano tra di loro. Le tre società si sentono spesso e stanno lavorando attentamente con lo scopo di portare avanti la loro idea di calcio”. Alleni i portieri Montalenti e Lonardi, ex Garda, sono due garanzie fra i pali? “Due ragazzi seri e coscienziosi che amano vestire la maglia della Montebaldina. Mi diverto allenarli e vedere i loro progressi in campo. Sono due ottimi portieri che andranno lontano”. Come ci salutiamo mister? “Facendo un grosso in bocca al lupo a tutto il movimento dei dilettanti che sono il sale del calcio di casa nostra, e non solo”.

Alla guida dei gialloblu, che dovranno ripetere la gara d’esordio persa contro il San Zeno, c’è mister Luca Mancini, il quale ci dice: “Il nostro obbiettivo è una tranquilla salvezza, la squadra è giovane e molto rinnovata. C’è da rifondare la squadra e trovare la giusta quadratura, serve pazienza, tempo e molto lavoro, e aggiungerei, anche un po’ di fortuna che non guasta mai. Ringrazio i miei importanti collaboratori Montagnoli, Franchini e il tutto fare Giancarlo”. L’ultimo arrivato in casa gialloblu è il centrocampista Luca Bilotta, ex Real Grezzanalugo che ha scelto la Montebaldina perchè ora lavora proprio in questa zona. La rosa completa della Montebaldina Consolini 2019-2020:

Portieri:
Montalenti (ex Garda), Lonardi, Di Gena

Difensori:
Pachera (capitano), Bianchini, Frezza, Cottini (Garda), Comencini (Garda), Sollo (Garda),
Tomezzoli, Scala, Salandini

Centrocampisti:
Castelletti (Garda), Coppini (Garda), Malfer (Garda), Bonatti, Billotta (Real GrezzanaLugo),
Franchini (Garda), Gondola

Attaccanti:
Rkaiba, Dall’Ora (Garda), Risi (Mozzecane), Zeni, Tomé,
Rossi (Sona).

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata