Dopo i 100 anni della società il Cologna ha festeggiato i 100 gol di Alessandro Borgatti

489

Segnare 100 gol sui campi dei nostri dilettanti veronesi non è certo facile! Il bomber per tutte le stagioni Alessandro Borgatti, che veste la maglia del Cologna nel campionato di Promozione, ce l’ha fatta. Borgatti tiene moltissimo al suo Cologna guidato dal presidente Tiberio Brutti e il d.s. Renato Martinelli. Proprio qui è cresciuto da piccolo assaporando, anno dopo anno, la grande passione per il calcio che nella città del Mandorlato si respira fin dalla sua fondazione avvenuta nel lontano 1919. Quest’anno la società gialloblu ha festeggiato in pompa magna il centenario dalla sua fondazione. “Sono orgoglioso di vestire la casacca del Cologna – afferma il simpatico “Borga”-. Qui mi sto divertendo ed ho trovato sia una società modello che una un gruppo di giocatori fantastici, amici fuori e dentro il rettangolo di gioco. L’anno scorso da squadra neo promossa, al primo anno di Promozione, siamo arrivati al 6° posto con 40 punti alla pari del Sitland Rivereel e anche quest’anno stiamo facendo benissimo, visto che siamo al 3° posto in classifica con 17 punti, dietro alla capolista Pescantina Settimo che guida con 22 punti e al Montorio che la segue a -3. Il nostro mister Salvatore Di Paola ci allena alla grande e noi giocatori sappiamo quello che vogliamo. Dobbiamo però mantenere alta l’attenzione e stare attenti a non perdere di vista le grandi difficoltà di questo campionato. Giochiamo un calcio collaudato con buone velleità in attacco. Io e Sinigaglia in attacco garantiamo peso offensivo ed abbiamo una buona dose di personalità. Stiamo crescendo giocando con brio ogni partita e mostrando sul campo quello che ci detta il mister”.

“Aver segnato 100 gol – aggiunge Alessandro – mi fa sentire un ottimo attaccante. Non è stato semplice segnarli in campionati difficili come quelli dei dilettanti veronesi. Ho sempre pensato prima al collettivo e poi a me stesso perchè il calcio è uno sport di squadra. E’ bello condividere tutto con i tuoi compagni di squadra”. Il comunale di Cologna Veneta gli ha sempre portato bene. La sua prima rete in carriera era arrivata proprio qui nove anni fa, in Cologna – Tezze, gara finita 1 a 1. “Li ero il “bocia” di turno coccolato dai miei compagni più grandi, e la 100esima rete lo fatta contro l’Isola Rizza l’altra domenica sempre in casa nostra”. L’anno più profilico in fatto di reti per Borgatti è stata la stagione del salto di categoria dalla Prima categoria alla Promozione con 19 reti più i 2 gol segnati nella finale play off contro il Valgatara terminata 3 a 2 per l’Aurora Cavalponica, squadra dove allora militava.

Ha un rapporto speciale con molti ex compagni, per fare alcuni nomi i vari Cantachin, Sartori, Gavasso, Giacomazzi, Cucco, Crivellaro e tanti altri. Grazie al suo carattere solare Borgatti ha sempre fatto comunella con tutti. “Giocare davanti al nostro pubblico mi esalta sempre – continua Borgatti -. Il calore dei nostri tifosi è unico, ed io sul campo do tutto me stesso. Ma i meriti di questi meravigliosi 100 gol segnati non sono solo miei ma di tutti i miei compagni di squadra di quest’anno e delle stagioni passate. Senza di loro non sarei arrivato a raggiungere questo lusinghiero traguardo personale”.

Cologna, Aurora Cavalponica (con due belle promozioni in cinque anni), Sitland Rivereel e di nuovo Cologna Veneta, sono state le sue amate squadre, mentre la sua amata ragazza è Delia che lo incita e lo segue sempre ogni domenica. “Delia è l’amore della mia vita! E’ una ragazza unica ed incredibile, fortissima e bellissima. Gioisce sempre quando il sottoscritto segna e cerca di non mancare mai alle mie partite. Delia la settima scorsa ha perso suo padre che era anche il primo tifoso del Cologna. Ci mancherà molto!” Non dimentica di fare una dedica particolare alla famiglia, a tutti i compagni incontrati nella sua carriera e ai vari mister che l’hanno allenato. “Ognuno di loro mi ha dato sempre tanto, mi hanno fatto crescere come uomo e come persona, sarò a loro sempre grato. Un ringraziamento a tutte le persone che mi stimano come calciatore e come uomo ed ai nostri tifosi del Cologna che sono davvero fortissimi!”

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata