12.5 C
Verona
venerdì, 7 Ottobre 2022

Il punto sul girone “A” di Promozione: 1^ giornata

La riscossa delle neo-retrocesse, vincono l'Oppeano e i lupatotini di bomber Meggiorini, cade l'AlbaredoRonco!

Non sono scese in Promozione per ingoiare ancora pillole amare: stiamo parlando del Mozzecane – mister è il reggino ed interista Mario Colantoni – e l’A.C. Cologna Veneta di mister Luca Cortellazzi. Entrambe vittoriose ieri, davanti al pubblico amico, la prima al “Nereo Faccioli”, contro quell’Audace calcio del mister e chef Matteo Biroli che in Coppa aveva fatto bene, l’altra contro l’A.C. Cadidavid del nuovo mister Nicola Chieppe. Per i “rosso-blu del bocciodromo” decide la rete del difensore classe 2000 ex sona Mattia Lavarini, invece, per i “giallo-blu del mandorlato”, “Ludovico Il”… Moro, prodigiosa la sua incornata. Al “Guglielmi” di Lugagnano, la partita si mette subito male per l’Atletico Città di Cerea di mister Claudio Berlini, gruppo parecchio rinnovato e ringiovanito, che tanto aveva fatto bene 7 giorni prima ad Albaredo, in ispecie Cortese e Marchesini. In vantaggio con il solito Nicola Danieli (1990), “El Luga” veniva raggiunto sul filo della sirena, al 93° minuto, da un’unghiata velenosa sferrrata da uno dei “zemei” Boscaro, Andrea, classe 1996.

In via Sabbionare, sugli impianti su cui gioca ufficialmente le sue gare di casa l’Isola RizzaRoverchiara, l’A.C. Oppeano di mister Andrea “Pirlo” Corrent ha ragione – 2 a 1 – di una buona Pol. Virtus B.V., con l’infermiere professionale, il ghanese Abedi Jeffrey, vera spina nel costato dei “bianco-rossi del Piganzo”, presi per mano dal neo-entrato, il roverchiarese Matteo Crivellaro, ex Cologna Veneta , e da lui – con i suoi buoni tagli di campo – trascinati alla vittoria. Griffata, sul registro della gloria da Giacomo Boseggia prima (ben tornato in campo!), realizzatore ed assist-man per il gol realizzato da Michel Visentini, classe 1991, alla sua terza marcatura tra Coppa e campionato. Per i poli-virtussini del comunque mister ed accademico Andrea Annechini aveva illuso, con quel suo squillo gioioso emesso al termine del primo round, il prossimo alla laurea in Scienze Motorie, Simone Armani, ex serie D virtussina. Splendido in fase difensiva il numero 5 Miron, buon lottatore capitan Barnaba, in grande evoluzione il 2003 rosso e blu borgo-veneziano Dario Romano: eredità pesante quella da portare, visto che l’altro trottolino al pari suo Paolo Foggia è salito a Garda, e ieri ha fatto letteralmente la differenza.

Al “Paolo Maggiore”, miglior debutto nella storica Promozione tanto sognata dal mitico “Cecco” Farina, umilissimo zio dell’attuale vice-presidente e viticoltore dell’omonima e rinomata Cantina Claudio, non poteva conoscere la matricola Pedemonte dell’altrettanto umile trainer “Zaccheroni” Antonio Ferronato: 1 a 0 contro la nettamente più quotata e ben più attrezzata tecnicamente e dal punto di vista dell’esperienza AlbaredoRonco del mister e bancario di Belfiore, Marco Burato, classe 1963: 1 a 0 per i bianco-rossi pedemontani, già al 26′ del primo tempo, a firma di Filippo Ceradini. All’ora del tè, il tecnico belfiorese toglie munizioni – bomber Alberto Sacconi, la “freccia di Soave” Leonardo Bertìn, e il molto promettente Riccardo Bari, classe 2005 -, ma la prima linea bianco-rosso-granata di Ronco non è più redditizia sotto rete di quella schierata nei primi 45 minuti. Ma, la musica non cambia e a fine gara, in Valpolicella, si festeggia la prima storica vittoria in Promozione del Pedemonte, svuotando (o quasi) la Cantina Farina!

 Al “Giobatta Battistoni”, continua il magic moment dei lupatotini del trainer, il raldonate e “curvaiolo” helladino, Simone Marocchio, classe 1971, e 4 figlie: 2 a 0 e cade la “corrazzata” Pro Sambonifacese di mister Maurizio Battistella, squadra che anche noi vorremmo allenare, tanto, dopo averla ammirata a Oppeano, è ben strutturata nei suoi forti elementi. Ebbene, la prima volta dell’umile “bomber di Tarmassia di Isola della Scala”, tal Riccardo Meggiorini, classe 1985, da noi premiato ancora 17enne assieme a un altro Riccardo che nel calcio ha lasciato un segno – il santaluciano Cazzola; anche lui suo coetaneo – viene bagnata da un rotondo successo: 2 a 0. Gol all’incontrario del n.3 rosso-blu della Pro, Marcazzan, e raddoppio, al 95mo, del maestro di tennis di Buttapietra, l’ex Albaronco, Riccardo Carpene. S’illude al colpaccio l’Isola RizzaRoverchiara, caricata a mille dopo il passaggio al 2° turno di Coppa: a Santa Lucia, in casa del Team del nuovo mister Alessandro Ghirigato, è un gol all’incontrario realizzato dall'”aquilotto bianco-blu” Mantovanelli (il numero 6) a portare avanti gli ospiti di mister Matteo Girlanda, ma nella ripresa la risposta dei padroni di casa arriva grazie a Federico Bellamoli (1999), che declina a dovere il passaggio dell’ex vigasiano, il 2001 e figlio d’arte (suo padre è bomber Roberto) Federico Nardi.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Ultimi articoli

Verona
nubi sparse
12.5 ° C
15.2 °
12.2 °
87 %
2.1kmh
76 %
Ven
24 °
Sab
23 °
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
20 °

I nostri social