20.8 C
Verona
lunedì, 27 Maggio 2024

Promozione girone A: il punto sull’8^ giornata

Il Montorio fa...Fracasso e viaggia a ...Tarullo battente. Ma, il Pescantina continua a svettare a +3. Rocambolesco 4 a 4 a Mozzecane, dove l'Albaronco in 9 riesce a rimontare! Il Cologna asfalta l'Isola 1966, 1° successo del Povegliano contro il Cerea, lupatotini da sbarco, il Sitland Rivereel atterra la Pol.Virtus

Superata anche qui, nel girone “A” di Promozione veneto, la metà del girone di andata. Il risultato più rocambolesco, quello con cui ti riempi – di aneddoti – bene le guance è il 4 a 4 maturato al “Nereo Faccioli” di Mozzecane tra i “rosso e blu del bocciodromo” (e di mister Gianni Orfei ancora in tribuna perché squalificato) e l’U.S. Albaronco di mister Antimo Iunco. Insomma, la sfida tra le due scuderie guidate da due ex calciatori professionisti termina in parità; solo che il bicchiere, alla fine, è mezzo vuoto per chi, “El Mozze”, vinceva per 3 a 0 (doppia di bomber Giacomo Boseggia, ed acuto del 1994 Marco Irprati) e con il vantaggio numerico, visto che a ben 2 giocatori ospiti è stato comminato il rosso. La “remuntada” albaronchesana viene materializzata dall’albanese Nicolae Matei, dalla doppia (su rigore e punizione delicata, cioé a giro, terminata nel sette) griffata dal “mancino di platino” Alessandro Elia, il crotonese, ex Villafranca, e dal “cosacco” Goran Ivanov. Il 4° sigillo mozzecanese porta le impronte digitali del giovane molto interessante Turrini.

Nogara ancora amara; come la cioccolata consigliata ai diabetici: in settimana si dimette mister Silvio Donadello, non esce dal comignolo bianco-rosso la fumata bianca, ed, allora, in panca, da vero garibaldino con tanto di cuore in mano e baionetta in spalle ci va il presidente, l’ex stopper, Andrea Martini. Ma, ahiloro!, la musica non cambia, nonostante bisogna registrare un palo clamoroso colto dal mantovano “Ministro”, l’ostigliese Alberto Formigoni, e l’esordio del 2001 Filippo Poltronieri: ancora picche al “Remo Soave” per gli “ussari” e questo non è bello nell’anno del centenario di pedate date al pallone in riva al basso Tartaro, eh. PescantinaSettimo del trainer lupatotino Gianni Canovo, grande squadra, e si conferma tale anche nel lembo di terra in cui hanno dominato a lungo il PCI e i Nomadi: è di Marco Mazzi l’artigliata carica di veleno e di gloria, che consolida la leadership pescantinese, ora a 19 punti, 3 in più del Montorio.

Montorio che è, anche lei, un’altra matricola terribile, smorza, 2 a 0, le velleità dell’A.C. Oppeano di mister Stefano Ghirardello con centri del 1993 Francesco Tarullo prima e di Fracasso poi (ma, la premiata ditta del gol, la Manuel Marcolini-Alessandro Caputi, dov’era ieri?). Possiamo solo dire, a lor difesa, a mo’ di attenuante – quella di cui dovrà specializzarsi il neo-laureato in Legge con 86/110, la “scarpa d’oro 2018-19” Marcolini – che sono stati impiegati da mister Stefano “Bel-Paese a ripresa già in corso. Salteranno la trasferta di domenica prossima 3 novembre al “Pelaloca” di Cerea, i due oppeanesi ieri cacciati dal paradisiaco campo, ossia Andrea Cortese e il classe 1996 Michael “Gorbaciov” Bissoli.

In riva al Guà, all’altezza di Cologna Veneta, i “giallo e blu del mandorlato” di mister – l’ex di turno – Salvatore Di Paola, asfaltano, 5 a 0, l’Isola 1966 di mister Andrea Corrent. Sulla pedana giallo e blu dei tiratori scelti salgono Ghigi, Alessandro “Bugatti” Borgatti (al suo 100° gol in carriera), il 1990 Michele Gasparetto (1990) e “Diabolik” Fabio Sinigaglia, classe 1986. Allo stadio “Fratelli Villa Marzana” di Badia Polesine, 2 a 0 secco, urticante dei rodiginidi mister Thomas Bonfante ai danni di una ancora molto amletica, quanto rabberciata (priva, cioé, di titolari) Aurora Cavalponica di mister Nicola Lonzar: per gli abbadiensi, gioiscono l’ex biondino oppeanese Ivan Ruìn (1997) e poi il 2000 Giovanni Fantìn.

Secondo successo lupatotino per il team guidato dal bancario di Belfiore Marco Burato. 0 a 1 a Castelnuovo del Garda, dove a indossare il costume di Nembokid è il supertifoso helladino, il 1992 Lorenzo Testini da Beccacivetta di Verona. La prima volta poveglianese scocca in casa, ieri pomeriggio, ai danni dell’Atletico Città di Cerea del raldonate coach Simone Marocchio. Per le “libellule” biancazzurre sguinzagliate da mister Lucio “Battisti” Beltrame, esultano il centrocampista 2001 Riccardo Rinco e la punta datata 1996 Alin Birlea, ex lupatotino; per i ceretani, il solo Taouriri. Ad Albettone, il Sitland Rivereel dell’allevatore di giovani promesse, il mister e dr Peter Taccardi spegne gli ardori anche della Pol. Virtus del “colonnello” Alberto Baù: 1 a 0, e la differenza per i bianconeri la crea quella “vecchia…si fa per dire” “volpe” di bomber Daniele Petrosino. Ex Castelbaldo Masi e l’anno scorso in prima linea con l’AQS Borgo Veneto.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
20.8 ° C
21.1 °
19.1 °
70 %
0.5kmh
53 %
Dom
20 °
Lun
24 °
Mar
21 °
Mer
23 °
Gio
20 °

I nostri social