28.4 C
Verona
mercoledì, 27 Settembre 2023

Promozione – girone A: il punto sulla 4^ giornata

La Pol. Virtus...forgia il sorpasso al Cologna, Badia fa grande l'Isola a Ronco, Coraini il Cerea a Castelnuovo. Il Nogara ha la meglio sui Cavalponici, il Pescantina viola il "Battistoni", il Montorio il bocciodromo. Sitland k.o. a Badia Polesine, Secchi salva "el Pove" a Oppeano.

E’ la matricola Montorio di mister Stefano “Bel…Paese – come la réclame della Galvani vuol dire fiducia! – a brillare sul cucuzzolo della montagna del girone “A” di Promozione veneta: 0 a 1 per i bianco-verdi-neri del presidente e geometra Lorenzo Peroni, mattatore il dr (in Scienze della Comunicazione) Alessandro Caputi…mi hai; il quale colpisce ad una manciata di minuti al termine i padroni di casa del Mozzecane di mister Gianni Orfei al “Nereo Faccioli”, all’ombra del bocciodromo. Primo a 8 punti, dunque, il Montorio, il quale lascia alle proprie spalle a quota 7 proprio la preda di ieri pomeriggio, il Pescantina, l’A.C. Cologna Veneta, il Badia Polesine e l’Atletico Città di Cerea. Quest’ultimo, guidato dal trainer raoldonate Simone Marocchio, ha fatto il “pirata”, andando a vincere per 0 a 1 a Castelnuovo, compagine allenata da Andrea Danese. Rosso al ceretano De Berti, il quale salterà la gara al “Pelaloca”, contro il Mozzecane. E’ Stefano Coraini il goleador della domenica, e questo accade poco prima della pausa del thè.

Anche il Badia Polesine si accomoda sul secondo miglior trespolo del girone: 2 a 1 per i biancazzurri polesani di mister Thomas Bonfante a spese del lanciatissimo Sitland Rivereel di mister Peter Taccardi, ovvero il coach che meglio di ogni altro suo collega sa valorizzarti le giovani piantine, virgulti del tuo vivaio. Eppure, in vantaggio, ai “Martiri di Villa Marzana”, i bianco-neri vicentini di Albettone, bassa Vicentina, grazie al 1997 Giacomo Maistrello, classe 1998. Poi, il solito ing. junior, il padovano, nonché classe 1995 Guido Manfrìn (ex AQS Borgo Veneto ed ex CastelbaldoMasi) e al 1997 Ivan Ruìn, il biondino ex A.C. Oppeano, determinano la rimonta abbadiense. C’è chi …Forgia per bene il colpaccio: è il centrocampista-trequartista, il “trottolino” polivirtussino, classe 1999, Paolo Forgia: in riva al Guà, all’altezza di Cologna Veneta, è sua l’uncinata che aiuta i borgo-veneziani di mister Alberto Baù a espugnare il terreno “nemico” per 1 a 2. Il raddoppio dei rosso e blu, seconda squadra-riserva di caccia di Gigi Fresco, è a firma del tedescofono Ignacio Shultz, mentre all’avanti 1990 Michele Gasparetto resta il cerino dell’amara consolazione del gol-bandiera. Troppo poco!

In riva al Piganzo, 1 a 1 tra l’A.C. Oppeano di mister Stefano Ghirardello e il Povegliano di mister Lucio Beltrame: al bianco-rosso Matteo Soave, nella vita di tutti i giorni commercialista, replica Marco Secchi, uno abituato a cacciarla dentro. Al “Giobatta Battistoni”, è sagra grande anche per la matricola PescantinaSettimo del “figlio, prodigo” Gianni Canovo, tornato al suo paesello per cogliere non le pacche sulle spalle, bensì i tre punti in trasferta. Un gol all’incontrario del lupatotino Rossignoli spiana la strada del successo ai pescantinesi, tuttavia, capaci di segnare con le proprie, mani, pardon, con i propri piedi, visto che Pasetto e Marastoni sanno vedere la breccia giusta. Per i bianco-rossi de “le boche” del mister e bancario belfiorese, Marco Burato, salva l’onore della bandiera Aloisi. Tommaso, classe 1990.

“Pollicino” Isola 1966 di mister Andrea Corrent, il principale ex di turno, sgambetta, all'”Erasmo Zamperini” di Ronco, il nettamente più quotato e favorito Albaronco del collega, il brindisino Antimo Iunco. 0 a 1, fa la differenza il talentuoso Matteo Badia (30-12-1999) ben imbeccato dal “cormorano maghrebino”, al secolo, il 22 dicembre 1996 Afyf El Alami, milanista impenitente. La punta Badia ha anche scheggiato un palo e sfiorato il raddoppio. Che vince la sfida contro il fratello, capitano e portiere albaronchesano, “Ibra”, juventino, classe 1991, ottimo mancino, e quella con il cugino Joseph El Qoriqi, classe 1997, “El Pulcino maghrebino”. In panca, mister Corrent ha lasciato qualcosa come Riccardo Pellegrini, punta isolarizzana di Arco di Trento e futuro medico, e Mirko Imperatrice, classe 1995, ex giovanili dell’Ancona ed ex Berretti virussina. Al “Remo Soave” di Nogara, gli “ussari bianco-rossi del basso Tartaro”, ancora nelle mani più o meno provvisorie del mister degli Juniores Regionali, Silvio Donadello, scavalcano, 3 a 2, i cavalponici di mister Nicola Lonzar. E, ci riescon, sovvertendo un passivo di due reti (Colognese e Piva Milanez su rigore) ed andando a bersaglio con i mantovani, il 1991 Marco Garutti e “Zaza” Andrea Badalotti, detto anche “il Talebano”, classe 1990 ex anche Governolese, autore di una doppietta.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
cielo sereno
28.4 ° C
29.3 °
27.8 °
32 %
5.7kmh
0 %
Mer
28 °
Gio
28 °
Ven
27 °
Sab
28 °
Dom
28 °

I nostri social