-3.8 C
Verona
mercoledì, 8 Febbraio 2023

Il punto sul girone “D” di Seconda categoria: 14^ giornata

Il Borgo San Pancrazio allunga il passo e si porta a +3 sul San Giovanni Ilarione, bloccato sull'1 a 1 a Madonna di Campagna. Non molla di un millimetro la Scaligera Lavagno, terza a -6 dalla vetta. In coda, tre punti di ossigeno per l'Ares Calcio Verona.

Il suo carma è quello di continuare a correre, di continuare a vincere: e, conoscendo la capacità dei felini, prima che i “gatti bianco-viola” del Borgo San Pancrazio si concedano una distrazione o una pausa al bar, ce ne vorrà davvero. I bianco-viola borgatari del presidente Adelino Perbellini – con in panca mister Gianluca Bortolato e Gentjan Cani – inaugurano l’anno solare 2023 alla maniera in cui l’avevano congedato: al suon di un’altra – la 12esima! – squillante vittoria. Da notare bene è che la capolista deve ancora conoscere – alla pari dell’Alpo Lepanto – l’acre sapore di una sconfitta. Ieri, intanto, semaforo verde a La Prova di San Bonifacio contro la Provese di mister Freddi Serato: 1 a 3, frutto delle reti dei bianco-viola siglate da Michele Piva, da Daniele Motta (giunto a dicembre dalla Clivense) e da bomber Luca Riva. Per i rossoneri locali solo l’autogol di Paolo Bassan. Borgo a quota 38 punti, mentre il San Giovanni Ilarione del mister soavese Mirko Dalle Ave fatica a portare in salvo la pelle – 1 a 1 – in quel di Madonna di Campagna, sede dell’Intrepida di mister Antonio Donatiello. Il vantaggio del Super bomber Christian Turozzi viene ridimensionato dal gol del rosso-nero di casa Michele Bovi, classe 1998.

A recitare, fino ad ora, la parte del terzo incomodo è la Scaligera Lavagno di mister Roberto Albertini. I nero-oro lavagnesi occupano il terzo posto a 32 punti, frutto anche del colpaccio – non tanto sembra sia stata una passeggiata! – sferrato in casa della Clivense, al “Comunale” di via Tanaro, con verdetto finale di 1 a 2. Eppure, in vantaggio per primi gli attuali penultimi in classifica (a quota 8, sopra di una tacca rispetto al Monteforte Valdalpone, 2, invece, sotto il Noi La Sorgente), e, questo, grazie al colpo esploso da Ait Lamqadem Zakaria, difensore della classe 1998. Il classe 1999 Youness Qaba e al 97° minuto l’ex Caldiero classe 2001 Matteo Bogoni hanno fatto rovesciare come un guanto il verdetto iniziale, a pro dei lavagnesi. Quindi: vittoria, certo, più sofferta di così non poteva esserci! Ma, sempre vittoria è! Dietro alla Scaligera Sporting Club, una voragine: di ben 9 punti, con l’A.C. Colognola ai Colli del mister e psicologo Manuel Pauciullo che troviamo a 23 punti. Ieri, i nerazzurri colligiani, all'”Ugo Fano”, non sono riusciti ad andare oltre il 3 a 3 contro Noi la Sorgente. Il duemillenario Nikola Milinkovic – imitato in fase di netta rimonta dai compagni di scuderia Gian Luca Magrinello (1999) e dal preciso rigorista Marco De Boni, classe 1990 -, hanno dovuto imitare i gioiosi “alfieri” del Noi La Sorgente, ossia il 1992 Danilo Marchese, il 2002 Francesco Recchia e il duemillenario Lorenzo Bertasini.

Secondo successo stagionale per il Monteforte Valdalpone del coach Mirko Danese: 2 a 1 e semaforo rosso, dunque, agli ospiti del Gazzolo 2014 del presidente Paolo Valle, con i “giallo-blu dell’asparago” guidati da Stefano Campesato. Ed, inizialmente in rete con Kevin Crestani; ma, poi, raggiunti dal 1999 Christian Da Campo e poi superati dal difensore 2001 Andrea Coeli. In borgo Santa Croce, vittoria – 3 a 1 – dell’Ares Calcio Vr di mister Martin Marrone a spese dell’A.C. Sambonifacese di mister Brizzi. Doppietta di Bissaro, acuto del difensore 1993 Nicola Speri per i bianco-nero-fuxia aretini; il difensore del 2002 Luca Pasquali, invece, per i nobili decaduti “rosso-blu dell’Est” del segretario Daniele Tizian. Al “Novilio Bianchi” di S.Maria di Zevio, la Nuova Cometa Santa Maria di mister Christian Piasere ha sconfitto per 3 a 1 il Soave del mister sanmartinese Antonio Vandìn (illusoria la rete inizialmente firmata dalla “freccia rossa”, ieri col 6 sulla maglia, Casagrande). Remuntada “cometina”, a firma del preciso rigorista Alberto Andreoli, classe 1985, dell’avanti del 2003 Martino Scandola e dell’appena entrato – al posto dell’ex raldonate, il 1996 Mattia Ciocchetta – Alexandre Pareja, classe Duemila.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
cielo sereno
-3.8 ° C
2.3 °
-4.8 °
74 %
2.6kmh
0 %
Mer
5 °
Gio
5 °
Ven
7 °
Sab
8 °
Dom
12 °

I nostri social