Serie D girone C: Il punto sull’8^ giornata

Solo l'Ambrosiana vince fra le veronesi. Pareggi per Villafranca e Caldiero. Perde solo il Vigasio beffato 2 a 1 nel recupero

291

Punto prezioso per il Caldiero di mister Cristian Soave che inanella il suo quarto risultato utile consecutivo, cogliendo un pari nel finale contro i friulani dell’Union Feltre. Union Feltre-Caldiero finisce rigorosamente sull’1 a 1 (come la pasta De Cecco), partita bloccata nel primo tempo sullo 0 a 0 ma più viva nella ripresa. Al 66° minuto passano in vantaggio i locali grazie al rigore concesso per un presunto fallo di mano e trasformato da Daniele Proia, il Caldiero ha una bella reazione e comincia a creare occasioni. Mister Soave inserisce i baby Rossignoli e Paiolo più gli esperti Falchetto e Brunazzi e i gialloverdi pervengono al pareggio a 5 minuti dalla fine con il solito Lorenzo Zerbato che trasforma il rigore concesso dal signor gallo di Castellamare per un fallo di mani di Gjoshi. I gialloverdi provano a vincere la gara e nel recupero è il numero 1 locale Corasaniti a superarsi sul colpo di testa di Ferretti. Il Caldiero del presidente Filippo Berti prosegue nella suo striscia positiva, salendo così al 5° posto a quota 15 punti alla pari dell’Union Clodiense. Domenica prossima sfida casalinga allo stadio “Mario Berti” contro il Tamai che ieri ha fermato sul 2 a 2 la capolista Cartigliano.

Un Legnago opaco perde a Porto Tolle 2 a 0. I biancazzurri di Massimo Bagatti partono subito forte ma il tiro di Barone e sballato. Al 5’ ottima rifinitura di Cicarevic per Antonelli e rasoterra fuori di un soffio. Anche il Porto Tolle fatica ad inquadrare lo lo specchio della porta come quando al 14’ il numero 11 Mortaro tira altissimo. Al 21’ ottima occasione da gol per il Legnago: Cicarevic innesca Chakir tutto solo davanti a Cristian Bala, ma l’ex portiere del Legnago riesce a deviare il pallone con la faccia in angolo. Al 44’ contrasto in area Pasi-Torelli e l’arbitro assegna il penalty che Rosso concretizza fra le proteste di qualche tifoso biancazzurro. Nella ripresa il Legnago prova a farsi pericoloso con Yabre, Antonelli ma senza fortuna. Al 39° arriva il 2 a 0 locale firmato da Vitale dopo una respinta corta di Darraij. Domenica prossima il Legnago ospita al “Sandrini” il Chions che ieri ha perso 2 a 1 ad Este.

Un punto per il Villafranca di mister Giovanni Arioli che torna da Montebelluna con uno 0 a 0 che smuove la classifica ma che lascia qualche rimpianto per qualche occasione non ben sfruttata dai blaugrana. Dopo un primo tempo equilibrato la squadra di mister Arioli è rientrata nella ripresa molto più decisa a vincere. Subito una bella azione dei blaugrana ma Nicolò Zanetti spara sull’esterno della rete. Gli ospiti ci provano ancora con Bertaso, Franchini, Zanetti, Valenta e ancora Zanetti che prova un tiro alla Del Piero ma Jesus Valeriano si distende in volo e mette in angolo. Ma l’occasione d’oro arriva a 4 minuti dal termine con Scapini che imbecca Vicentini che centra per Franchini, tutto solo, che invece di tirare passa palla a Valenta che viene stoppato da Vedova a pochi passi dal portiere. Il Villafranca ci prova fino all’ultimo ma senza abbattere il muro eretto dal Montebelluna che inanella il suo quinto pareggio in 8 gare. Domenica prossima il Villafranca del diggì mauro cannoletta ospita al comunale il Delta Rovigo.

Dopo la netta sconfitta in casa della Luparense per 4 a 1, il Vigasio incappa in un altra sconfitta, questa volta casalinga, contro il Mestre di mister Zecchin che beffa i biancazzurri al 94° minuto di gioco. Dopo un primo tempo tutto sommato equilibrato, il Vigasio di mister Andrea Orecchia nella ripresa sembra più deciso a fare suoi i tre punti ma sono gli ospiti a trovare il vantaggio a metà tempo con la conclusione a giro di fabiano che batte Maragna. Il Vigasio ha una bella reazione e arriva al pareggio dopo neanche 10 minuti grazie al colpo di testa vincente del neo entrato Matteo Giordano che fa secco Rosteghin. I “Guerrieri del Tartaro” vogliono i 3 punti e ci provano con Antenucci, Zamboni ed Andriani ma c’è sempre sulla loro strada Rosteghin. Al 5 minuto di recupero arriva la beffa clamorosa, punizione di Severgnini che Maragna devìa in angolo, alla battuta va Fabiano che pesca la testa vincente di Fido per il 2 a 1 Mestre che precede di pochi secondi il triplice fischio finale del signor Palmieri di Conegliano. Domenica prossima il Vigasio del presidente Cristian Zaffani sarà di mscena in casa del Belluno.

Belluno ieri sconfitto 2 a 1 in casa dell’Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi che torna alla vittoria dopo un inizio di campionato travolgente. Importantissimi tre punti, anche per il morale, perchè ottenuti in rimonta contro un Belluno di mister De Agostini che era passato in vantaggio con una punizione di Corbanese al 40° minuto e che fino ad allora non aveva mai tirato verso la porta rossonera difesa da Scalera. Nel secondo i rossoneri aumentano i giri e ribaltano il risultato prima pareggiando con un gol di Nicolò Righetti su assist di Lorenzo Moscatelli e poi trovando il vantaggio con un gran gol di Alessandro Speri al 90° minuto. Domenica prossima i rossoneri del presidente Gianluigi Pietropoli vanno a far visita al Cartigliano che comanda con 17 punti, 4 in più dei rossoneri che in caso di vittoria si avvicinerebbero moltissimo alla testa della classifica.

Tratto dagli addetti stampa delle società. www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata