Seconda categoria girone D: il punto sulla 6^ giornata

Il Bevilacqua tracima anche sull'Atletico Vigasio ed è sempre primo a +2 dall'Albaredo. Incredibile Sustinenza: vince a Colognola ai Colli. Gips Salizzole da "risvegli", colpacci per Giovane Santo Stefano, Gsp Vigo 1944 e Bo.Ca. Junior.

924

Mister, non c’è che dire, vincente Antonio Marini da Arquà Polesine. Dalle sue parti, è considerato un totalizzatore di vittorie, ma, lui, alla pari di Ulisse, vuole non restare né tanto meno tornare nella sua Itaca rodigina, ma, vuole superare nuovamente, come ha già fatto l’ultima volta col “defunto” SanguinettoVenera, le Colonne d’Ercole, quelle del Basso Veronese. Ieri, a Bevilacqua, 3 a 2 per la “Cremonese della Bassa” a spese del niente male Atletico Vigasio del collega Fabrizio Saccomani: doppia, ancora una volta, di Fall Bara, ma la sfera decisiva la calcia, dal dischetto, Giovanni Scarmato (classe 1995), neutralizzando la doppia realizzata dall’ex “puntero” raldonate, Simone Garofolo, classe 1994. “Bevi” l’acqua, campi 100 anni, sempre primo or ora a 18 carati, ancora imbattuto, alla pari, del resto, dell’inseguitrice Albaredo di mister Manuel Cuccu da Roveredo di Guà. Casella delle partite pareggiate ancora immacolata per la capolista, così come per l’attuale miglior 4^ classificata, ossia l’Aurora Marchesino di mister Andrea Calzolari. Zero i punti, ancora vuote le caselle di vittorie e pareggi per il “fanalino di coda” Sporting Scaligera Lavagno di mister Roberto Albertini, il quale non ha, fino ad ora, migliorato il rendimento, in termini di punti, di chi l’ha preceduto, ovvero il prof. Dionisio Zamperini.

Damigella d’onore, al secondo miglior gradino, a 16 punti, l’Albaredo del vice-presidente e “storico dei barcari albaretani” (un modo per dire: attendiamo il libro!), Daniele Piasere: ieri, in via Ponte Asse, uno striminzito quanto vitale, salutare 1 a 0 rifilato alla Nuova Cometa di mister Ivan Benìn: mattatore, Matteo Andriollo, classe 1999. Il Bo.Ca. Junior del presidente Alessandro Giusti si conferma matricola guastafeste del raggruppamento in tema: vince, 1 a 2, al “Rino Dalle Vedove”, “tana” dei giallo e blu dell’Aurora Marchesino: inutile il gol-rimonta di bomber Carlo Alberto Provolo, classe 1992, ex raldonate. Infatti, bastano ed avanzano i centri azzeccati dai gialloblu plutistellati della frazione Bonaldo di Zimella allenati da mister Davide Pialli, quelli partiti dagli scarpini indossati dal 1991 Giovanni Benin e dall’avanti 1996 Giovanni anche lui Scalzotto. Il Giovane Santo Stefano di trainer Simone Lazzari viola, 1 a 2, il “Comunale” di Maccacari: e lo fa, affidandosi alla mira precisa di due atleti dal cognome breve, ovvero a Rudi (Nicola, classe 1995, ex Colognola ai Colli) e a Lora (Alessandro, 1996) ex Albaredo calcio. Per i Boys Gazzo di “Alex Feguson” Matteo Gobbetti, Luca “Sambuca” Molinari, ma non basta!

All'”Orvile Venturato” di Bonavigo, 2 a 2 tra i biancazzurri bonadicensi di mister Gianluca Corso e l’A.C. Raldon; squadra, quest’ultima, affidata dal prof. Gianni Rossi da Bergantino di Rovigo, ma, ancora a digiuno di vittorie. Danieli e il cuoco-cacciatore di lepri, l’isolarizzano Andrea Pesarìn, mancino dal tiro al fulmicotone come si diceva nel paleo-giornalismo sportivo, sono i marcatori del Bonavigo 1961. Per i “ramarri nero-verdi” di Raldon, invece, hanno visto la loro palla entrare in rete l’agente di commercio di Sorgà, il 1995, l’ex Scaligera, Denis Schiavo, e l’avanti 1998 Michael Pezzino.

Torna a splendere il sole in casa del Gips Salizzole di mister Andrea Bertelli non tanto per la vittoria, ma anche per l’arrivo della cicogna con nel becco i primi 3 punti della stagione: 3 a 2 e mandata all’ennesimo tappeto il Lavagno, in rete con il “caldaista” 1995 Alberto Vailati e poi con Bonturi. Per i rosso e blu salizzolesi del presidente sempre sorridente Leonello Migliorini, l’albanese Ardjan Shkrepa, il 1989 Filippo Taietta e l’avanti 1991 Michele Pimazzoni. Un’altra importantissima vittoria, di vitale importanza per il suo proseguo, arride al Sustinenza di mister Andrea Turozzi: 1 a 2 a Colognola ai Colli, e fiducia ripagata al diesse Paolo Leardini al mister in bilico mai come dopo lo 0 a 7 patito sette giorni fa al “Luca Davi”. “Era solo crisi di risultati, non di gioco” ha sempre predicato il diesse e vice-presidente, l’interista Leardini, titolare del “Jolly bar”, nel cuore della frazione casaleonese. Per il Colognola ai Colli di mister Manuel Pauciullo l’ha buttata dentro Chiari, ma è l’esatta metà della doppietta fatta crepitare prima dall’ex Concamarise Nicolas Mantovani, classe 1993. Vittoria esterna, a Cà degli Oppi, rinfrancante per il quotato GSP Vigo 1944 di mister Stefano Sacchetto: 1 a 3, vantaggio cadeglioppino grazie a Luca Vecchiato, ex Bovolone, ed ex Nogara. Doppia, in rimonta, dell’ex sanguivenerato Mounir El Haddaoui (classe 1994), preceduta dall’assolo pavarottiano emesso da Barini. Samuele, attaccante della classe 2000, giunto dall’A.C. Oppeano per farsi le ossa e per vincere, perché no, qualcosa di importante.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata