14.2 C
Verona
domenica, 21 Aprile 2024

Il punto sui gironi “A” e “B” di Prima categoria: 27^ giornata

Girone “A”: L’Olimpica Dossobuono, 1 a 3, sfreccia a tutta velocità anche all'”Adolfo Consolini” di Costermano e si porta a +12 (il rapporto è di 59 a 47) dal Quaderni di mister Marco Aroldi, ancora sconfitto – 0 a 2 – in Postumia dall’Alpo Lepanto di “kaiser” Massimiliano Signoretto dove alzano gioiosamente le braccia al cielo Zeno Montolli, classe 1996, e l’ex Scaligera, Pasquale Sanzo. I giallo-rossi guidati da Giordano Rossi si portano addirittura sul 3 a 0 grazie ai colpi sferrati da Filippo Ferrari (2003), da Samuele Olioso (1998) e da Achraf Bouakou, concedendo…agli ospiti il gol-consolazione segnato dall’ex A.C. Garda, il classe 1999 Enrico Rossi. Consolini, il quale rimane attraccato al terzo molo più agevole, a 46 punti, un gradino sotto il Quaderni, mentre apparigliati a 41 troviamo L’A.C. Cadidavid e il Bussolengo. I bianco e blu di mister Stefano Ghirardello si ripetono, in fatto di vittorie, anche ieri, facendo man bassa – 1 a 3 – in casa del Valpolicella di mister Stefano Paese (in tentativo – molto flebile – di rimonta con bomber Niccolò Esposito). Infatti, i cadidavidesi mettono al sicuro l’intero bottino, portandosi sul triplice vantaggio, opera di Andrea Mussola, di Alberto Menini, e grazie al “bonus” del gol all’incontrario realizzato da Marco Irprati, classe 1994, ex Caselle.

Altra vittoria della Montebaldina Sona United non più guidata da qualche settimana da Fabrizio Gilioli: a Sona, scivola – 2 a 0 – il Bussolengo di mister Nicola Martini, e sugli altari della gloria posano gli scarpini Texeira e la punta, ex Pol. Virtus B.Venezia, Zurabi Zumbadze. Giornata di sole per le squadre del nostro lago di Garda: il Peschiera di mister Lucio Marconi – 2 a 0 – “cattura” i “gatti bianco-viola” del Borgo San Pancrazio, affidando il compito al difensore classe 2002 Lorenzo Cerpelloni e al 92° all’immarcescibile (classe 1984) Luca Domenegoni. Il Lazise del mister e presidente Alfio Brunazzo fatica – 2 a 1 – ad alzare la voce nei confronti di una mai rassegnata e combattiva Scaligera di mister, il “profe” di Latino e Greco Dionisio Zamperini (in illusorio vantaggio grazie a Gjini). Luca Cordioli (il classe 1994 su rigore) e il difensore lacisiense Francesco Scaramellini (2004) rivoltano come un guanto il verdetto della sfida. A pochi respiri al termine, a Grezzana, il Real GrezzanaLugo di mister Luca Tosi la spunta – 1 a 0 – sul Calmasimo di mister Luca Pizzini. Al 90° minuto è la testa di Elia Pigozzi, classe 2004, a svettare imperiosa e più alta di tutti a incornare, e a consegnare l’intero bottino ai “Lupi” arancio-nero-verdi valpantenati, ora settimi, a 38 punti, e con tutte le gare disputate.

Tornando sul lago di Garda, nell’alto Benaco, sul sintetico di Cassone il Lugagnano di mister Vasco Guerra in zona Renato Cesarini pareggia – 1 a 1 – grazie a chi ha ormai grande confidenza con il gol – e cioé con il classe 1994 Michele Perozzi – il gol messo a segno dall’alto-gardesano Evio Xhaferllari, classe 1997. La classifica vede l’Olimpica Dossobuono a 59 punti ad un passo dalla Promozione, a 47 il quaderni e a 46 il Consolini, al 4° posto appaiate a 41 punti Bussolengo e Cadidavid seguite a -1 dal Valpolicella Calcio dei diesse Stefano Carigi e Nicola Righetti che mercoledì 3 aprile deve recuperare la partita in casa contro l’Alpo Lepanto e che quindi potrebbe operare il doppio sorpasso e tornare in zona play off.

Girone “B”: Il secondo capitombolo di fila, 0 a 2, in cui ieri pomeriggio l’Isola Rizza Roverchiara di mister Claudio Berlini è andato incontro, non toglie lo scettro del comando agli “spallini del Piganzo”, ancora primi a quota 49 punti, a +1 sul Nogara di mister Marco Goldoni, capace a Brendola – dove si è imposto per 2 a 3 – di ridurre a una sola tacca la propria distanza dalla capolista. Battuta d’arresto, dunque, inattesa, quella patita dagli isolani contro un Tregnago di mister Andrea Merzari, il quale ha disputato la sua onesta partita, interpretandola con maggiore serenità rispetto all’avversario in quanto non assillato dal raggiungimento di particolari obiettivi. E’ il frutto del vivaio alto-valligiano, Davide Colombari, classe 2004, a percuotere la retroguardia locale, mentre Denis Pinelli, classe 2003, metteva i suoi sigilli sul colpaccio. I “cosacchi bianco-rossi del Tartaro”, presieduti dal più alto scranno da Gianni Frignani, dopo aver battuto per 2 a 1 i rivali del Pozzo dell’ex trainer Walter Bampa, azionano la freccia del sorpasso a Brendola, in casa di un’agguerrita compagine vicentina – invischiata nella lotta della salvezza – guidata da Mauro Crivellaro e in tentativo – ahilei, inutile! – con gli appena entrati in campo Leandro Brahimi (2004) e con Michele Dal Maso, classe 2003. Per il Nogara, trovavano lo spiraglio giusto Junior Imasuen, classe 1999, Luca Cortese e Hamza El Badaoui, centrocampista del 1993. Gradino di bronzo, a 44 punti, per le Alte Ceccato di mister Davide De Forni, non oltre lo 0 a 0 ieri al “Comunale” di La Rizza di Villafranca, in casa del lanciato Dorial di mister Devis Padovani.

A Montecchia di Crosara, il Valdalpone Monteforte del mister e sarto di grandi firme Francesco Boron aggrava la posizione dell’ultimo in graduatoria, ovvero l’Illasi di mister Christian Campagnari, sconfiggendolo per 2 a 1. In duplice vantaggio i monscledensi grazie al duemillenario Alessandro Dal Cero e al 1998 Mirko Tirapelle. L’illasiano Menini, lanciato nella mischia da poco, rinfocolava le speranze di rimonta dei colligiani, ma, inutilmente. In piena zona-retrocessione, si dibattono con tutte le loro forze il Bovolone di mister Alessandro Matrullo, sconfitto al “Cavallaro” per 0 a 1 dal Bonavigo di mister Matteo Zancanella, match-winner il classe 2001 Nicola Martini, l'”aperitivo del gol” figlio dell’ex ala classe 1967 del Tregnago di serie D, Luca Martini; e il già citato Brendola, a braccetto nella loro bollente avventura a 20 gradi centigradi. Risalendo la classifica del girone “B” di Prima categoria, il Pozzo di mister Walter Bampa è costretto, con il laccio del cow boy, a dover rincorrere – 1 a 1 – chi gli ha fatto visita, ovvero la Pro Sambonifacese di mister Andrea Antonelli. La quale era passata in vantaggio grazie all’ottimo Giovanni Dal Zovo, un interessante, promettente 2003 che la società rosso-blu si tiene ben stretto. La rincorsa dei pozzani viene premiata grazie alla conclusione vincente esplosa da Doria Yao. Al “Piacentini e Concato” di Tezze di Arzignano, i granata vicentini di mister “Totò” Mantovani vengono superati – 0-1 – da una spingardata effettuata da Alessandro Menghini, classe 2003. Da notare che poco prima della pausa del tè, il tezzano Enxhi Bajramai, classe 1995, falliva il calcio di rigore, mentre il cartellino rosso veniva sventolato al difensore 1992 Gianluca Melon e al 91mo a Gianmarco Buniotto, classe 1991, per i bianco-viola ospiti borgo-milanesi. Al “Valentino Frigotto”, il Locara di mister Carlo Danieli stinge -3 a 0 – uno Zevio di mister Andrea Scardoni, il quale da alcune settimane aveva imboccato la via del sorriso. Il rigore, nel finale, trasformato dalla “colonna” Antonio Marchese, classe 1994, va a impreziosire la doppietta fatta crepitare dal compagno di scuderia Riccardo Ferrari, classe 1992. Zevio sest’ultimo a 26 punti, tallonato a 25 dalla coppia Locara-Bonavigo.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
14.2 ° C
15.9 °
11.5 °
48 %
6.7kmh
40 %
Dom
14 °
Lun
10 °
Mar
13 °
Mer
12 °
Gio
14 °

I nostri social