14.2 C
Verona
domenica, 21 Aprile 2024

Il punto sul girone “A” di Promozione: 27^ giornata

Oppeano, altro passo verso l'Eccellenza, S.Giovanni Lupatoto, altro brivido di paura!

L’A.C. Oppeano di mister Andrea Corrent si avvicina sempre di più al traguardo del suo ritorno in Eccellenza, superando, in località Le Fratte, per 2 a 0 l’assetato di punti AlbaredoRonco di mister Davide Mazzo, e mantenendo la propria leadership del girone “A” di Promozione veneta a +12 sulla Belfiorese e a +15 sull’Audace calcio. E’ ancora bomber Giacomo Boseggia a bucare, grazie a una prodigiosa incornata, la retroguardia avversaria, mente Jacopo Pasquali (2001) imita Maradona, quando, palla incollata allo scarpino, ed, all’altezza circa del centrocampo, compie in slalom una serie di dribbling, e si presenta davanti all’estremo difensore Riccardo Bertacco (1992) deponendo poi la sfera in rete. A una manciata di minuti al termine, la Belfiorese di mister Marco Burato – semifinalista di Coppa Italia regionale e al secondo impegno dei quattro in dieci giorni – piega il braccio della resistenza del Pedemonte dello skipper arilicense Luca Righetti. E’ il sinistro a giro compiuto da Pietro Turrini, classe 2000 e capitano dei “bianco-celesti del basso Adige”, a decidere a chi andasse il bottino pieno della partita, più spenta nel primo tempo rispetto alla ripresa. Pedemonte, raggiunto a 33 punti dall’A.C. Cologna Veneta del trainer lupatotino Matteo Girlanda. In riva al Guà, i “giallo-blu del mandorlato” riscattano la sconfitta di mercoledì scorso (2 a 3) patita per mano della Belfiorese, scavalcando – 1 a 0 – il PescantinaSettimo di mister Alberto Facci: il tiro da 3 punti di sapore cestistico è opera, all’inizio della ripresa, di Alessandro Dal Lago, classe 2000. Un colpo di testa sferrato nel finale dal colognese Simone Gennari, classe 2004, trova non l’estremo Carletti ad opporsi, bensì il palo.

PescantinaSettimo, il quale resta ormeggiato al 10° ormeggio a quota 29 punti e in compagnia del Bevilacqua di mister Nicola Corestini, “maltrattato”…per 3 a 0 al “Giuseppe Pancera” dal Castelnuovo di mister Davide Zomer. Doppietta di Marco Dall’Ora, classe 2000, ed acuto emesso dal classe 2005 Ezio Jacopo Bresadola. E, nel ruolo di prezioso assist-man, in due circostanze, il “leone del Mahgreb”, Mohamed Rkaiba, il quale sta vivendo un’annata strepitosa sia come bomber che come rifinitore. Con la vittoria di ieri – 3 a 1 – a Cavaion, a spese del Team S.Lucia Golosine di mister Alessandro Ghirigato, il Baldo Junior Team del mozzecanese trainer Nicola Santelli si porta al 4° posto, a 41 punti e con l’asterisco della gara da recuperare. Il “golden boy” degli “aquilotti” rionali Luca Marastoni, classe 2002, risponde con gioia… al gol dei “nero-verdi castellani” realizzato da Matteo Carramusa, classe 2004, ma poi i padroni di casa montebaldini prendono il largo grazie a Padovani e a Michele Porcelli. Al “Giobatta Battistoni”, opposto all’Audace calcio del mister e chef di alto bordo Matteo Biroli, il San Giovanni Lupatoto del mister raldonate “Hellas” Simone Marocchio è costretto a ingurgitare la seconda amara pillola della sconfitta – 0 a 1 -, compressa dal sapore aspro somministrata ai “lupi bianco-rossi” del diesse Marian Ionita con il gol del rosso-nero classe 2002 Marco Leoni (foto grande). San Giovanni Lupatoto ultimo a -5 dal Merlara e a -6 dal Pastrengo a 5 giornate dalla fine del campionato.

Al “Franco Pajola”, la Pol. Virtus Borgo Venezia di mister Andrea Annechini non riesce a passare al termine di una gara – 0 a 0 – il cui risultato finale appare il bicchiere mezzo vuoto per entrambe le compagini. I padovani di mister Roberto Bassi, infatti, restano al penultimo posto a quota 24 punti, mentre i poli-virtussini confermano la quinta posizione a 38 punti. Ancora in rete l’Atletico Città di Cerea di mister Enrico Fracasso grazie a bomber Antonio Cardone, ex Merlara, classe 1991. L’undici ceretano si morde letteralmente le mani per vedersi raggiunto sull’1 a 1 al 95° minuto dal calcio di rigore trasformato dall’icona vincente del Pastrengo di mister Paolo Brentegani, e che risponde al nome di Davide e al cognome De Carli, classe 1993. “Piccolo Toro”, il quale continua a guardare dall’alto in basso e dai suoi 28 punti i “carabinieri con gli scarpini” pastrenghesi, ora a 24, ma con una partita da recuperare.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
nubi sparse
14.2 ° C
15.9 °
11.5 °
48 %
6.7kmh
40 %
Dom
14 °
Lun
10 °
Mar
13 °
Mer
12 °
Gio
14 °

I nostri social