IL PUNTO SUI PLAY OFF E PLAY OUT DI PROMOZIONE

ALBARONCO AL 3° TURNO CON LA GODIGESE, GIU' ALBA BORGO ROMA E CHIAMPO. SALVE OPPEANO E BADIA POLESINE!

1036

All'”Erasmo Zamperlini” di Ronco, l’Albaronco di mister Emanuele Pennacchioni (e del vice Luca Moretto) vince per 3 a 1 la gara della vita contro i lanciatissimi vicentini della Seraticense di mister Luca Cortellazzi, ma perde il suo “alfiere” più importante del pacchetto offensivo, “Pinturicchio” Luca Avesani (il suo sostituto ed omonimo Nicola, ha firmato il 3° gol bianco-verde-granata).

Pubblico delle grandi occasioni a fare da degna cornice, “tigri giallo-nere” in vantaggio con il suo giocatore migliore, il 2000 (28 marzo) Giulio Montemezzo, il quale solo con preciso fendente nel sette batte “Ibra” Afyf. Ma, l’illusione seraticense durava poco, in quanto era il duemillenario (20 agosto 2000), il “rosso” Edoardo Zamperlini a fare pari in azione di contropiede.

Si procede a giocare i due supplementari di 15 minuti ciascuno, ma sono ancora gli albaronchesani con Riccardo Carpene, classe 1993, a impallinare le “tigri” vicentine e a spianare la definitiva strada del trionfo, asfaltata dalla terza rete griffata dall’ex lupatotino Nicola Avesani. Poi, cori e grandi festeggiamenti sugli spalti da parte della colorita tifoseria ronchesana, e inni contro quel CastelbaldoMasi, che, al netto di una super corrazzata, ha egemonizzato ed archiviato il Torneo qualche settimana prima della calata del sipario.

Ora, l’ultimo ostacolo da superare per l’Albaronco: si giocherà domenica prossima, in campo neutro, contro la Godigese che ieri ha battuto i nobili decaduti giallo-rossi vicentini dello Schio di mister Zenorini. Godigese ieri corsara al “De Rigo” di Schio per 1 a 2, dopo un primo tempo che si era chiuso a reti bianche. Nella ripresa all’80° il gol di De Stefani e all’88° il raddoppio trevigiano con Barichello che mette il sigillo sul successo dei biancazzurri di mister Destro. Al 93° i giallorossi accorciano le distanze su rigore trasformato da Dalla Riva.

Dopo 17 anni, torna in Prima categoria l’Alba Borgo Roma del diesse Mauro Annechini, già in svantaggio per il 5 a 2 subito in riva al Piganzo, all’ltezza di Oppeano. I bianco-rossi di mister Stefano Ghirardello, infatti, forti del capitale accumulato all’andata e senza il forte portiere giallo-rosso Michele Santìn (fratture allo zigomo, alla mandibola e al setto nasale; assenza che è andata ad aggiungersi domenica sera scorsa al già grave infortunio occorso a marzo al navigato difensore Davide Cenci), non faticano ad avere la meglio – 3 a 2 – contro i borgo-romani affidati da due domeniche ad Antonio “Nino” Russo. Cristophe Crinelli, Dame Diagne e Omar Jmili, ecco i tre realizzatori oppeanesi. Inutile le reti nella ripresa di Andrea Vesentini ed Enrico Eller per i giallorossi del diesse Mauro Annechini.

Nell’altro match-salvezza, è il Badia Polesine del ferrarese coach Ruggero Ricci e del diesse Terenzio Aureli a spuntarla su un lanciatissimo Chiampo (veniva da 5 vittorie di seguito!) allenato dal vicentino Gianfranco Brendolan, ex Alba Borgo Roma: allo stadio “Fratelli Martiri di Villa Marzana”, i biancazzurri rodigini superano i giallo-verdi vicentini per 2 a 0, con gol all’incontrario di Farinon e rete ortodossa, regolare a firma di Filippini. Il Badia Polesine, che all’andata aveva pareggiato 2 a 2 in trasferta è salvo mentre il Chiampo retrocede in Prima categoria.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata