11.6 C
Verona
venerdì, 1 Marzo 2024

Il punto sul girone “A” di Eccellenza: 20^ giornata

Il Vigasio vola a +5 sull'Unione La Rocca Altavilla. Il Mozzecane vince a Cornedo e si rilancia in ottica play off.

Al “Comunale” di Curtarolo, contro l’Academy Plateola di mister Davide Tentoni, il Vigasio di mister Pippo Damini calibra la freccia del colpaccio – 0 a 2 – e porta ora a +5 il vantaggio sull’Unione La Rocca Altavilla (il rapporto è di 40 a 35). I “Guerrieri del Tartaro” del presidente e uomo-Ford, Cristian Zaffani, e del diesse Marco Pacione, si procurano il via libera grazie a una rete per tempo: a firma di Ayoub Bounaafa, classe 1995, e del nuovo arrivato classe 1995 Agostino Marcolìn, in gol anche domenica scorsa. Due i rossi comminati dal signor Mariani della Sezione AIA di Livorno ed entrambi ai vicentini, il 2000 Julian Bruno e al 1997 Maximilian Ferrarese. Allungo di passo dei vigasiani in quanto l’Unione La Rocca Altavilla di trainer Paolo Beggio non riesce ad andare oltre l’1 a 1 nel derby giocato al “Comunale” di Cassola, in casa dell’Union Eurocassola allenata da Francesco Maino. Fa tutto, quanto a marcature, la vice-regina, perché al precisa rigorista degli ospiti Marco Marchesini, classe 1999, si aggiunge il gol all’incontrario del compagno di scuderia Maycol Andriani, classe 1987, ex anche Ambrosiana e Vigasio.

Al Villafranca di mister Paolo Corghi, terzo a 34 punti, viene imposta la divisione dell’intero bottino – 1 a 1 – dal Montorio di “Pep Guardiola” Michele Cherobin. Al “Comunale” di via dei Cedri, l’undici del diesse Stefano Menini si affida a bomber Michele Vesentini (foto grande) per raggiungere gli ospiti in fuga dopo il gol messo a segno dall’ex sanmartinese Andrea Ciuffo, classe 1999. Montorio, sovrastato in classifica di 2 punti (33 a 31) dal MestrinoRubano di mister Antonio Paganin, in duplice vantaggio in Valpolicella a cura di Alessandro Moracchiato, classe 2003, e con il classe 1996 Matteo Rampazzo, ma, poi, inseguito e raggiunto con il laccio da cow-boy prima dall’ex montoriese Filippo Tanaglia, classe 1990, e poi, direttamente dagli 11 metri dal “Conte di Bergantino di Rovigo”, Giovanni Guccione, esattamente al 94° minuto di gioco. Il Mozzecane del tecnico reggino Mario Colantoni sbanca, 0 a 1, al “Santagiuliana” di Cornedo, e il tiratore scelto dei rossoblù veronesi è il classe 1998 Antonio Lukanovic, ex Virtus Bassano. 28 i punti totalizzati fino ad ora dai “rosso-blu della Postumia” del presidente Riccardo Montefameglio, identico bottino ottenuto dall’Ambrosiana.

I rossoneri di mister Jody “Scheckter” Ferrari escono sconfitti per 2 a 0 dal “Giovanni Dal Maso” di Camisano contro i biancazzurri vicentini di mister Scorzon, in rete, nella ripresa e nell’arco temporale di una decina di minuti da brivido, infallibili “cecchini d’area” Filippo Mario, classe 1994, ed Alessio Luisotto, classe 2005. Al “Montagna”, lo Schio di trainer Stefano Pozza si riscatta andando a fare la voce grossa – 0 a 3 – grazie ai colpi vincenti esplosi da Stefan Miloradovic (1996), di Massimiliano Giusti (1995) e del navigato (1989) Alberto Rubbo. Al “Comunale” di via Piave, il Porto Viro del coach Giuseppe Augusti scavalca – 2 a 1 – l’ostacolo Longare Castegnero, messo in campo da Miris Riello. Vicentini passati in illusorio quanto momentaneo vantaggio grazie al duemillenario Leonardo Costa, ma, poi, ripresi da Francesco Berardi e superati, direttamente dalla lunetta di gesso, da Matteo Scevola.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Notizie dai network

Leggi altro ...

Verona
forte pioggia
11.6 ° C
12.5 °
10.6 °
84 %
0.8kmh
100 %
Ven
12 °
Sab
11 °
Dom
12 °
Lun
11 °
Mar
12 °

I nostri social